Ringraziamenti dal Console Marco Giungi durante un evento Italiansonline ad Amsterdam


Desidero anzitutto ringraziare il Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura, Silvio Marchetti ed i nostri amici di Italiansonline per avere organizzato l'evento odierno, nonché l'autore del video che vedremo, Gaetano Giumento, e gli ospiti della serata, Gino Scalzo e Lucia Argiolas.

Dopo il ponte letterario il ponte video.

Ma in un certo senso, se mi permettete, dopo un ponte geografico un ponte storico.

Il primo era un "ponte geografico", perché la letteratura, nella sua dimensione universale, tende a mettere in comunicazione, ad avvicinare e ad unire culture e popoli attraverso spazi fisici, "geografici". Quindi - in quel caso - un ponte che tendenzialmente univa l'Italia ed i Paesi Bassi.

Il secondo, quello di oggi, è un "ponte storico" perché il video di questa sera, di sapore documentaristico, riguarda "40 anni della nostra emigrazione in Olanda". Quindi la storia della nostra emigrazione, fatta dalle speranze e dalle aspettative di chi è venuto in Olanda dall'Italia, e dalle realtà nelle quali queste speranze e queste aspettative si sono tradotte e a volte trasformate.

Ma la storia è progressiva, e le migrazioni hanno delle generazioni che si succedono. La storia della nostra emigrazione nei Paesi Bassi è fatta dai nostri "anziani", venuti qui 50 anni fa, ma anche da tutti quelli che li hanno seguiti nel tempo, sino alle ultime generazioni di "espatriati".

Trovo quindi molto significativo che sia stata italiansonline, ossia l'espressione delle ultime generazioni di italiani in Olanda, ad avere lanciato questo ponte sospeso sulla storia. Perché tutti noi costruiamo il nostro presente sulle basi lasciate da chi ci ha preceduto. Ed allo stesso tempo tutti noi abbiamo il dovere di trasmettere le nostre esperienze a chi verrà dopo di noi.

In questo senso, ritengo, quello di stasera è davvero un "ponte storico", o un ponte sulla storia, che collega virtualmente tutte le generazioni di questi 50 anni della nostra emigrazione in Olanda. È un ponte importante, che come tutti i ponti che si rispettino può e deve essere percorso nelle due direzioni: dal futuro al passato, in una ricerca volta a riscoprire la nostra storia e trarne i dovuti insegnamenti, ma anche dal passato al futuro, perché tutti noi, anziani e giovani, prendiamo coscienza che trasmettere e tramandare è un dovere verso le generazioni future.

23 Novembre 2007

Console Generale d'Italia ad Amsterdam
Marco Giungi