Ricette e Cucina

Proponi la tua ricetta nel forum "Ricette & Cucina"!

Primi Secondi Dolci

Tutto il resto


PRIMI



Arancini di riso classici
di nnica

Ingredienti:
Riso
Ragù
Uova (2 crude per circa 300g di riso e 2 sode)
Mozzarella
(Facoltativi i piselli ed il parmigiano)
Pan grattato

Preparazione:
Far bollire il riso e condirlo poi con abbondante ragù. Dopo che si è raffreddato, aggiungere le uova crude, (del parmigiano a scelta) ed un po' di pan grattato. Fare delle pallette medie (la misura più o meno: che si possa contenere in una mano...). Al loro interno, prima di definire la pallina di riso, vanno aggiunti: pezzetti di mozzarella, pezzetti di uovo sodo ed eventualmente i piselli precedentemente lessati. Infine, una volta completata la pallina di riso ed essersi accertati che sia ben chiusa (altrimenti la mozzarella sciogliendosi, farà scoppiare l'olio bollente) completare con l'impanatura e friggere.
Cannelloni con ripieno di funghi, salsiccia e patate
di Chiaretta_75

Per una scatola di cannelloni occorrono:
2 patate
150g di funghi (eventualmente anche un paio di funghi porcini secchi)
Una salsiccia
50g di burro
100g di parmigiano grattugiato
Un po' di latte
Una cipolla
Sale e pepe

Preparazione:
Far bollire le patate, nel frattempo rosolare la cipolla tagliata molto fine in un po' di olio, aggiungere la salsiccia sbriciolata e i funghi a pezzettini molto piccoli, lasciare cuocere per qualche minuto, aggiungere le patate ben schiacciate, il burro, il parmigiano grattugiato e il latte (la quantita' di latte dipende dalla consistenza del ripieno, deve risultare abbastanza cremoso), salare e pepare. Riempire i cannelloni con il ripieno, disporli in una pirofila imburrata, ricoprire di besciamelle e passare in forno molto caldo (200 gradi) per una ventina di minuti. Una variante consiste nell'usare salsa di pomodoro e mozzarella al posto della besciamelle.
Crema di zucca
di Il Pelide

Ingredienti:
Una cipolla tritata fine
Zucca sbucciata sottilmente, quanto basta a riempire 3/4 di una pentola a pressione
2-3 dadi di pollo
Una patata
Sale e pepe a piacimento
3 foglie d'alloro
Olio, burro o margarina, a piacere
Uno schizzo generoso di concentrato di pomodoro
Panna liquida

Preparazione:
Soffriggere la cipolla nell'olio o burro fino a farla dorare. Aggiungere i dadi per brodo e il concentrato di pomodoro. Togliere dal fuoco, aggiungere la zucca pelata a pezzetti, l'alloro, la patata a pezzi. Riempire d'acqua fin QUASI a coprire il tutto. Rimettere sul fuoco e cuocere a pressione min. 15' a partire dal momento in cui la valvolina fischia e gira. Spegnere il gas, aprire, togliere l'alloro, mixare col frullino ad immersione. Se necessario, aggiustare con aggiunta di dado e/o di sale e pepe. Servire con la panna liquida a parte, per chi la volesse. Variante: al posto del concentrato di pomodoro, un peperone a pezzettini piccoli, da soffriggere insieme alla cipolla. Dà carattere al gusto.
Farfalle alla ricotta
di ghia

Ingredienti:
Uno spicchio di aglio
Olio
150g di ricotta
Sale
2 zucchine
320g di farfalle
Un mazzetto di menta

Preparazione:
Scalda l'olio in una padella e fai dorare l'aglio. Unire le zucchine a rondelle e cuocere per 5 minuti, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere le foglioline di menta e continuare la cottura. Una volta cotte le farfalle, versarle nella padella e mescolare per condirle bene. Unire la ricotta a tocchetti, mescolare e servire.
Fettuccine con gamberi e zucchine
di Manu

Preparazione:
Fare soffriggere uno spicchio d'aglio e della cipolla trittata finemente in una padella con dell'olio extra vergine. Aggiungere le zucchine tagliate a dadini e fare soffriggere per 5 minuti poi aggiungere un bicchiere di vino bianco (Chablis o Chardonnay) e mettere il coperchio. Far cuocere fino a quando le zucchine si tagliano con il mestolo e aggiungere le code di gambero sgusciate. Salare, pepare e eventualmente aggiungere altro vino (se le zucchine hanno perso tutta l'acqua). Quando i gamberi diventano rosa far cuocere per altri 5 minuti e poi aggiungere la panna da cucina liquida, far cuocere sino a quando bolle per 3 minuti e poi lasciare riposare per almeno 2 minuti. Aggiungere la pasta e il gioco e' fatto.
Gnocchetti sardi gorgonzola e noci
di Chiaretta_75

Preparazione:
Rosolate uno spicchio d'aglio insieme a dei gherigli di noce grossolanamente tritati per pochi minuti (le noci devo tostare ma non bruciare!!). Aggiungere un pizzico di noce moscata, il gorgonzola a tocchetti ed eventualmente un po' di crema di latte o panna (per legare). Scolare gli gnocchetti sardi versare nella padella insieme alla salsa e far saltare per amalgamare il tutto. Eventualmente se la salsa risultasse troppo densa aggiungete un cucchiaio dell'acqua di cottura della pasta. A piacere una spolverata di parmigiano grattugiato prima di servire.
Gnocchi alla parigina
di Elen@

Ingredienti per quattro persone:
150g di farina (nel caso di mandioca)
70g burro
4 uova
Sale
Besciamella
Formaggio grattugiato

Preparazione:
In un pentolino fondo scaldare circa 1/2 litro d'acqua con un po' di sale, aggiungere il burro, lasciarlo sciogliere, aggiungere poi la farina in un colpo solo e lavorare l'impasto per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto liscio. Toglierlo dal fuoco e fare raffreddare. Aggiungere quindi le uova, una alla volta, mescolando energicamente con la frusta. Far bollire abbondante acqua salata e, con l'aiuto di due cucchiaini, gettare a poco a poco gnocchi di impasto della grandezza di una noce. Man mano che vengono a galla scolarli con la schiumarola e deporli in una pirofila imburrata. Preparare intanto una besciamella piuttosto fluida, insaporirla con abbondante formaggio grattuggiato e versalla sugli gnocchi. Far gratinare in forno per circa 15 minuti. P.S: Nel caso di farina di mandioca si può usare anche un formaggio un po' più saporito.
Gnocchi alla romana
di Silviapd

Ingredienti:
1l di latte intero
250g di semolino
2 tuorli d'uovo
Sale
100g di parmigiano grattugiato
Burro

Preparazione:
Mettere in una pentola capiente un litro di latte + mezzo litro d'acqua, salare a gusto (io aggiungo un cucchiaino e mezzo di sale grosso) quando bolle aggiungere il semolino a pioggia, rimescolando senza interruzione con la frusta affinché non si formino grumi. Far cuocere per 15 minuti. Lasciare intiepidire e poi aggiungere 50g di parmigiano grattuggiato e 2 tuorli d'uovo. Stendere un pezzo di carta forno sul piano del tavolo e versarvi questa polentina, livellandola all'altezza di un dito. Lasciare raffreddare e rassodare bene per circa un'ora. Imburrare una teglia. Con l'aiuto di un piccolo bicchiere fare dei cerchi di semolino e disporli sul fondo, cospargerli di parmigiano, sovrapporli poi con altri cerchi fino a terminare il semolino. Utilizzare anche i ritagli (io in genere faccio due strati). Spolverizzare di parmigiano e fiocchetti di burro. Far gratinare in forno per mezz'ora. Servire tiepido con pepe nero macinato al momento.
Gnocchi alla romana
di Ines

Ingredienti per quattro persone:
500g di pane raffermo o pane grattugiato
Farina
Latte
2 tuorli d'uovo
Parmigiano
Burro
Noce moscata
Salvia
Sale q.b.

Preparazione:
In una casseruola raccogliete il pane tagliato a pezzetti, (o il pane grattugiato), bagnatelo con del latte bollente q.b., lasciatelo riposare x qualche minuto, poi mescolatelo energicamente, cuocetelo a fuoco basso finchè il composto sarà piuttosto sodo. Passatelo al setaccio (questo passaggio lo potete saltare se usate il pane grattugiato) unitevi i tuorli la noce moscata un pizzico di sale e pressapoco la quantità medesima di farina (circa 500g) fino ad ottenere un impasto abbastanza sostenuto per fare delle palline grosse come nocciole, buttateli nell'acqua bollente salata e mano a mano che vengono a galla tirateli fuori, conditeli con abbondante parmigiano e burro leggermente colorito in un tegamino con un pò di salvia. PS: Sono ottimi anche conditi con il ragù di carne o con semplice salsa di pomodori. Serve soprattutto quando non sappiamo cosa farne degli avanzi di pane.
Gnocchi di polenta
di Ines

Ingredienti:
600g di polenta pronta
200g di salsiccia
Una cipollina
50g di burro
750g di passata di pomodoro
Sale
Basilico
Parmigiano

Preparazione:
Soffriggete le salsicca sbriciolata, la cipolla tritata e 20g di burro, unite la passata e il basilico, salate e cuocete per 30 minuti. Distribuite un pò di salsa nella pirofila, disponetevi la polenta tagliata a quadrettini e condite col sugo rimasto. Completate con il parmigiano ed il burro a dadini e mettete in forno a 200° per 30 minuti.
Gnocchi di zucca
di Silviapd

Ingredienti:
1Kg di polpa di zucca
200g di farina bianca
Un albume
Sale
Burro
Salvia
Formaggio grattugiato

Preparazione:
Cuocere la polpa di zucca a pezzetti in poca acqua salata. Quando è ben cotta schiacciarla con una forchetta o passarla nel passaverdure. Farla "asciugare" sul fornello (eventualmente eliminate l'eccesso d'acqua scolandola prima in un colino). Aspettare che intiepidisca quindi aggiungere l'albume e la farina, a poco a poco, fino ad ottenere una crema morbida. Rimescolare bene. Aggiustare di sale. Far bollire abbondante acqua salata. Con l'aiuto di due cucchiaini formare degli gnocchetti di pasta grossi poco meno di una noce e cuocerli immergendoli pochi alla volta. Quando vengono a galla sono cotti. Levarli delicatamente con la schiumarola e condirli con burro fuso e salvia cosparsi di abbondante formaggio grattugiato.
Insalata fredda di pasta
di Chiaretta_75

Ingredienti per 500g di pasta (tipo penne o fusilli):
Un peperone giallo
Un peperone rosso
Un cipollotto
200g di formaggio tipo scamorza
Una manciata di olive verdi e nere (meglio snocciolate)

Preparazione:
Fiammeggiare i peperoni,spellarli, eliminare il torsolo e i semi e tagliarli a listarelle. Se il gusto del cipollotto crudo non vi piace potete scottarlo in acqua per un minuto. Condire in una capiente terrina i peperoni e il cipollotto con olio extra-vergine di oliva, sale pepe e un cucchiaino di succo di limone. Scolare al pasta al dente, aggiungere le verdure condite, eventualmente aggiungere un filo di olio se dovesse risultare troppo asciutta. Per ultimo aggiungere il formaggio tagliato a dadini.
Linguine con bottarga
di Galet

Preparazione:
In una padella si schiacciano due spicchi d'aglio e si mettono 3 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva. Se piace aggiungere peperoncino. Soffriggere fino a quando l'aglio non è dorato. A quel punto si toglie la padella dal fuoco, si toglie l'aglio ed il peperoncino e si aggiunge metà della bottarga grattugiata (prima che l'olio si raffreddi) mescolando ben bene. Quando la pasta è cotta, scolatela e fatela saltare per un minuto in padella, quindi servitela aggiungendo altra bottarga grattugiata a piacere. Variazione: Aggiungere 50g di noci tritate quando si soffrigge. Variazione 2 (provata ad un ristorante): Si aggiunge un po' di pane grattugiato grosso (tipo breadcrumbs), che ingentilisce un po'.
Linguine con crema di tonno e zucchine
di Pantoufle

Ingredienti:
Scatoletta di tonno al naturale
Due zucchine
Cipolla
3 cucchiai di panna o yogurt
Olio di oliva
Pinoli e gherigli di frutta secca varia (non esagerare)

Preparazione:
Fate il soffrittino con cipolle e zucchine tagliate a julienne (a fiammifero o tritate col minipimer per intenderci) salare e pepare. Armarvi di minipimer, gettare il tonno con le zucchine in una ciotola e frullare il tutto. Aggiungere panna o yogurt, altro olio e per finire i gherigli sminuzzati. Buttare questa malta sulle linguine lessate e servire.
Minestra di Ippocrate
di Marta1

Ingredienti:
Una radice di sedano. Se non e' in stagione sostituitela con 3 o 4 sedani
Una piccola quantita' di prezzemolo
1 pound e mezzo di pomodori (1Kg e' 2.2 pounds)
2 cipolle medie
2 porri
Parecchi spicchi d'aglio
1 pound di patate

Preparazione:
Tutte le verdure vanno lavate, ma non grattate o sbucciate. Devono essere coperte d'acqua e cucinate per due ore. Poi devono essere frullate, bucce e tutto. Il risultato e' una minestra densa e cremosa. Lasciate freddare la minestra prima di riporla nel frigorifero. Fatene solo per due giorni perche' perde l'alto valore nutriente se lasciata piu' a lungo. La ricetta dice di omettere il sale. Se si vuole un po' piu' di gusto aggiungere qualche spicchio d'aglio in piu' ed ancora prezzemolo.
Minestra di spinaci
di lunag

Ingredienti per quattro persone:
300g di spinaci surgelati (dovrebbero corrispondere a circa 1-1,5Kg di spinaci freschi)
Una cipolla
70g di burro
50g di parmigiano grattuggiato
Un bicchiere di latte
160g di riso (anche integrale va bene!)
1l di brodo (anche di dado)
Sale

Preparazione:
Lessare gli spinaci, strizzarli e tagliarli grossolanamente. Appassire la cipolla tritata in 50g di burro. Unire gli spinaci,lasciarli insaporire e cospargerli con una manciata di formaggio grattuggiato. Unire il latte, salare e mescolare. Aggiungere il brodo caldo un pò alla volta. Portare ad ebollizione, unire il resto del burro, il riso e cuocere per 20 minuti. Servire caldo cosparso con il restante formaggio grattugiato.
Minestra di zucca
di Chiaretta_75

Ingredienti:
15ml (un cucchiaio) di olio extravergine d'oliva
1/2 cucchiaino di coriandolo macinato
Un cucchiaino di radice di zenzero fresca grattugiata
Una cipolla piccola tritata
Una carota media tritata
Una patata media tritata
2 gambi di sedano tritati
700-900g di polpa di zucca tritata
300-425ml di brodo vegetale chiaro
Noce moscata
Succo di limone (a piacere)
Sale e pepe
Panna acida (facoltativa)

Preparazione:
Scaldare l'olio in una pentola dal fondo spesso e soffriggere lo zenzero, la noce moscata ed il coriandolo a fuoco medio per 4-5 minuti. Aggiungere la verdura tritata e farla cuocere coperta a fuoco lento per 20 minuti, finchè la polpa della zucca sia diventata una pappa soffice. Aggiungere 300ml di brodo, condire con sale, pepe e succo di limone, mescolare bene. Portare ad ebillizione e lasciare sul fuoco (con il coperchio sulla pentola) per altri 20 minuti. Lasciar raffreddare un poco, frullare aggiungendo un po' di brodo se il composto fosse troppo denso. Se si vuol usare la panna acida, mescolarla dentro al momento di servire. Per un piatto veramente spettacolare usate la zucca intera, dopo averla accuratamente svuotata, per servire la zuppa.
Orecchiette al cavolfiore
di Polporiccio

Preparazione:
Si fanno cuocere le orecchiette insieme al cavolfiore, si scola il tutto e si versa in una padella in cui e'... avvenuto quanto segue. In 3 cucchiai di olio (x 4 persone) si fanno rosolare a fuoco molto doce 10 gr di pancetta, sino a quando il grasso non sia quasi completamente sciolto, e 1/2 cipolla affettata molto finemente. Si mescola il tutto, e si condisce con formaggio tipo pecorino romano.
Orecchiette alle cime di rapa
di lello

Ingredienti per quattro persone:
250g di orecchiette
100-150g di cime di rapa
5 filetti di acciuga
Olio d'oliva

Preparazione:
Pulire le rape conservando solo le cime (che assomigliano ai broccoli) e qualche foglia. Per questo all'erbivendolo occorre chiederne almeno un mezzo chilo (con quello che avanza si possono fare delle ottime rape stufate!). Far bollire le orecchiette in abbondante acqua salata e dopo 5-7 minuti aggiungere le cime di rape che cuoceranno insieme alla pasta fino a cottura ultimata. In una padella scaldare olio di oliva quanto basta per condire le orecchiette (in modo che non restino secche, quando le si serve). Appena l'olio ha raggiunto il punto fumo, aggiungere le acciughe e togliere subito la padella dalla fiamma. Scolare orecchiette e rape (al dente!!) e versarle in una bella coppa di ceramica di Grottaglie aggiungendovi l'olio con le acciughe. Servire caldisssssssimo!
Pappa al pomodoro
di Karina

Ingredienti:
400g di pane secco
120g di olio di oliva
1,5l di brodo
1,2Kg di pomodori da sugo
Aglio
Basilico
Sale e pepe
Cipolla (facoltativa)

Preparazione:
Scaldate in una pentola capace un litro e mezzo di brodo, unite la polpa dei pomodori passati (una variante saporita consiste nel cuocere brevemente i pomodori rotti a pezzi, con un goccio d'olio, e poi passarli al setaccio), il pane tagliato a fettine, che saranno state brevemente passate in forno, e il resto dell'olio. Mescolate, aggiustate di sale e pepe, mettete dentro anche qualche spicchio d'aglio intero e qualche foglia di basilico (che poi toglierete, le une e gli altri). Portate avanti la cottura finché la parte liquida si consumi e si formi, appunto, la pappa: la servirete versando nelle scodelle ancora un filo d'olio. La pappa col pomodoro ha la virtù di essere sempre buona: calda, tiepida, riscaldata. In altre varianti, si parte da un soffritto di olio, cipolla, aglio, basilico e pomodori rotti a pezzi; poi si mette dentro il pane, il brodo o l'acqua.
Pasta alle zucchine
di Polporiccio

Preparazione:
Affetta fine fine due zucchine. Fai ammorbidire una mezza cipolla affettata fiiina fiiina in un po' di olio. Aggiungi le zucchine, e un po' di sale. Fai cuocere a fuoco lento. Cuoci della pasta al DEEEENTEEEE (tipo mezze penne, meglio se rigate). Una volta cotta, versa la pasta nella padella dove sono le zucchine, aggiungi un po' di latte (meglio se crema di latte) e qualche manciata di parmigiano. Prezzemolo fresco e un pizzico di pepe.
Pasta alle zucchine e melanzane
di Galet

Ingredienti per sei persone:
800g di pomodori
400g di conchiglie (pasta corta)
300g di melanzane
300g di zucchine
30g di scalogno
Maggiorana
Olio d'oliva
Sale
Pepe

Preparazione:
Spuntate le zucchine e le melanzane; tagliate le verdure a dadini, salateli e lasciateli nel colapasta a fare l'acqua. Intanto portate a bollore abbondante acqua salata che vi servirà per lessare la pasta. Sbollentate i pomodori, pelateli, svuotateli dei semi e tritateli grossolanamente (concassé). Affettate lo scalogno, mettetelo ad appassire in una larga padella con 4 cucchiaiate d'olio; unite la dadolata di verdure strizzata dall'acqua di vegetazione, fatela saltare a fuoco vivo, quindi aggiungete la concassé di pomodoro, foglioline di maggiorana, sale, pepe e la pasta che nel frattempo avrete lessato al dente. Ancora sul fuoco, rigiratela velocemente per farla insaporire, quindi servitela con il suo intingolo, guarnendo a piacere.
Pasta e fagioli
di mbeps

Preparazione:
Alcune premesse: per quella che e' la mia personale esperienza, i fagioli migliori sono i borlotti (non i cannellini, che vanno bene invece come contorno alla toscana). Da secchi, mettere a mollo in acqua fredda con bicarbonato la sera prima. Una volta "ravvivati", sciacquare con acqua fredda e mettere a bollire a fuoco medio-basso. Nel giro di un'ora e mezza o due dovrebbero essere gia' "inteneriti". Quando cominciano a 'sfarinarsi/cremificarsi" (ovvero quando i primi cominciano a 'sbucciarsi' mentre bollono e rilasciano il contenuto che si 'cremifica'), aggiungere olio e.v. di oliva, passata di pomodoro e sale (le quantita' ideali sono diverse per tutti). Dopo circa altri 15 minuti, aggiungere circa 70-80g di pasta a persona (preferibilmente ditaloni rigati. tubetti o similari; buonissimi anche con gli avanzi di vari tipi di paste gia' aperte che uno ha dentro casa, la 'pasta mista') o riso. Sta poi all'esperienza ed ai propri gusti fare la pasta e fagioli piu' o meno brodosa, cremosa od asciutta... ma due cose sono importanti: 1) Non pre- o soffriggere nulla (non serve) e 2) La pasta ed i fagioli vanno fatti nella stessa pentola.
Pasta e fagioli II
di Silviapd

Preparazione:
"Pulisco" due tazze di fagioli tipo carioca, cioè elimino quelli non perfetti. Li metto a bagno in acqua fredda per due ore. Li faccio lessare cuocendoli per un'ora nella pentola a pressione con acqua salata, 1 carota, 1 cipolla e 1 gambo di sedano tritati. Al termine della cottura i fagioli hanno assorbito tutta l'acqua. A questo punto metto del brodo fatto col dado in una pentola, vi aggiungo i fagioli e quando il tutto bolle aggiungo la pasta, tipo "paternostini" rigati della Divella, e lascio cuocere. Nel frattempo, a parte, in un pentolino antiaderente, soffriggo, senza condimento, dei cubetti di pancetta cosparsi di rosmarino.Al termine della cottura la minestra deve risultare cremosa. 5 minuti prima di toglierla dal fuoco vi aggiungo la pancetta. Servo nelle ciotoline di coccio con un filo d'olio extra vergine d'oliva e una macinata di pepe nero.
Pasta fredda al salmone
di caffenero

Ingredienti per due persone:
400g di salmone fresco
400g pomodori maturi
200g pasta corta
1/4 di cipolla (sarebbe meglio un cipollotto fresco)
Olio, sale e origano

Preparazione:
Lessare il salmone in acqua leggermente salata. Farlo raffeddare e poi "sbriciolarlo" con le mani (i pezzettini non devono essere troppo piccoli, + o - 1cm). Tagliare i pomodori a cubetti, affettare la cipolla sottile sottile aggiungerla ai pomodori e condire il tutto con olio sale e origano. Cuocere la pasta al dente, scolarla e farla raffeddare sotto l'acqua fredda. Amalgamare la pasta con i pomodori e il salmone. Lasciare in frigo un'oretta e poi "tutti a tavola"!
Pasta fredda classica (o insalata di pasta)
di Mapedri

Preparazione:
Passare pasta al dente sotto acqua fredda per fermare la cottura. Aggiungere pepe e (a pezzetti) pomodori, mozzarella, olive, tonno e foglie di basilico all'ultimo momento.
Penne alla curcuma e gamberetti
di F12

Preparazione:
Far soffriggere lentissimamente la curcuma per 2/3min in una padella larga con un bicchiere di olio d'oliva dal gusto non troppo accentuato. Aggiungere un grosso mazzo di prezzemolo con abbondante aglio tritato. Far appassire il tutto (per intenderci l'aglio deve restare bianco e il prezzemolo verde). Aggiungere i gamberetti sgusciati, mescolare, salare ( solo se necessario) e cuocere rapidamente. Nel frattempo cuocere le penne, scolarle, gettarle nella padella e farle saltare rapidissimamente insieme al sugo.
Penne alla siciliana
di Il Comandante

Ingredienti per quattro persone:
400-500g di penne/pennette rigate
Due pelate e mezzo bicchiere di passata
Melenzane a dadini (o a "funghetti")
250g di mozzarella
Parmigiano grattato
Un pizzico di pecorino romano per persona
Olio, aglio e basilico a foglie

Preparazione:
Preparare la salsa come una salsa normale, mettere l'olio con l'aglio, e allontanare quest'ultimo quando si imbrunisce (si fa "biondo"). Immettere le due pelate, il sale alcune foglie di basilico, portare a cottura normale. Friggere le melenzane ben lavate e tagliate a dadini in olio d'oliva con un pizzichino di sale. Quando sono ben cotte toglierle dall'olio con una schiumarola e riporle su carta assorbente. Fare raffreddare le melenzane e pigliarle con una forchetta facendo colare tutto l'olio possibile. Quando la salsa e quasi cotta aggiungere le melenzane, la passata, ed il pecorino a pizzichi, girare copiosamente fino a che il sugo si rassoda. Condire le pennette nel frattempo cotte e colate al dente direttamente in una padella ampia con la salsa ed aggiungere la mozzarella taglata a pezzettini piccoli. Fare saltare il tutto in padella a fuoco leggero per circa tre minuti. Servire nei piatti, guarnendoli con le foglie di basilico crude e spolverare di parmigiano grattato a piacere.
Penne col cavolfiore
di Silviapd

Preparazione:
Per 4 persone: Pulite, lavate e dividete in cimette un cavolfiore, fatelo lessare per 13' in acqua bollente salata unitamente a 320g di penne rigate (regolate la cottura a gusto). Nel frattempo tritate una cipolla e fatela appassire con uno spicchio d'aglio pelato e schiacciato e 100g di prosciutto cotto tagliato a listerelle in una capace padella con 1/2 bicchiere d'olio, insaporite con 1 dado sbriciolato e con una manciata di pepe e infine versate nella padella le penne e il cavolfiore ben scolati. Fateli saltare a fiamma vivace e servite, eliminando lo spicchio d'aglio e cospargendo il tutto con pecorino grattugiato o parmigiano saporito.
Peperoni 'mbuttunati (imbottiti) con linguine
di Il Comandante

Ingredienti:
500g di linguine
7 peperoni grandi (4 gialli e 3 rossi)
Una busta di panna da cucina (200-250g)
Una pelata
Acqua, olio d'oliva, fuoco e sale

Preparazione:
Prendere 4 peperoni (2 gialli e 2 rossi), togliere l'attaccatura al ramo, svuotarli ancora interi dei semi, lavarli accuratamente e spellarli sul fuoco senza romperli. Una volta spellati inciderli solo su di un lato a 'mo di panino. Introdurre in un frullatore le pelate, la panna, i rimanenti tre peperoni (cotti), l'olio ed il sale. Fare frullare fino ad ottenere una crema densa ed omogenea. Riporre la crema in un pentolino e cuocere per dieci minuti a fuoco lento. Cuocere le linguine e scolarle molto al dente. Condite le linguine con la crema di cui sopra omogeneamente. Prendete i quattro peperoni aperti di lato e riempiteli di linguine condite di crema, facendo attenzione a disporre le linguine all'interno ben stese e non raggomitolate. Riporre i peperoni imbottiti in un tegame basso, spennellarli leggermente con olio d'oliva ed introdurre il tutto per 10 minuti in forno ben caldo (200-220°C). Volendo i peperoni possono essere spolverati di pane grattato fine prima di essere infornati. Servire i peperoni ben chiusi ripieni di linguine.
Pollo giallo con riso da addomesticare
di Pantoufle

Ingredienti:
Petti di pollo (uno per persona)
Scalogno (una cipolletta)
Zafferano
Farina
Mezzo limone
Salsa di soja
Olio di oliva o riso
Un peperone piccolo verde più uno rosso
Sale e pepe
Riso selvatico (quello bianco e nero a chicco lungo)

Preparazione:
Accattate i petti di pollo e con nonchalance tagliateli a bocconcini. Infarinateli con generosità. In un tegame tipo wok fate rosolare lo scalogno tritato con olio d'oliva o di riso, buttate i pezzetti di pollo un pò di sale (pepe per i patiti), il succo di mezzo limone, la salsa di soja. Fate cuocere fino a che il pollo sarà cotto e tenero. A parte, in una pentola, lessate il riso. Quando, tutto, dico tutto, è cotto, mettete i bocconcini in un piatto, accanto il riso come contorno, colorato da pezzetti di peperone verde e rosso tritato.
Potato and leek soup
di Mar973

Ingredienti per sei persone:
25g di burro
375g di porri a fettine
375g di patate sbucciate e a pezzetti
900ml di brodo vegetale
125ml di panna
Erba cipollina di guarnizione

Preparazione:
Fondere il burro in una padella grande e soffriggere i porri fino a farli ammorbidire ma senza farli diventare scuri. Aggiungere patate brodo e sale. Far cuocere a fuoco lento coperto per 20 minuti. Frullare il tutto (col minipimer va benissimo). Aggiungere panna e servire. Alcuni aggiungono cheddar grattugiato, ma io non ho mai provato.
Ravioli con ricotta e polvere di caffe'
di Pantoufle

Preparazione:
Fate la pasta all'uovo: rigorosamente un uovo per ogni etto di farina. Stendete la sfoglia e fate dei grossi quadrati per ravioloni. A parte avrete preparato ricotta, mandorle tritate, sale, noce moscata e polvere di caffè il tutto mescolato. Mettete il ripieno nei quadratoni e piegate; viene fuori un rettangolo imbottito. Mai piegare mettendo all'interno la parte più asciutta o si aprono. Una volta cotti i ravioli in acqua bollente con un filo d'olio per non farli attaccare (dall'ebollizione 10 min massimo), scolate e condite con prezzemolo tritato o salvia e burro.
Ravioli di zucca
di lpx99

Ingredienti per sei persone:
Per la pasta:
700g di farina bianca
6 uova grosse
Per il ripieno:
2.5Kg di zucca gialla
200g amaretti
300g mostarda di frutta di Cremona
Una decina di cucchiai di parmigiano grattugiato
Succo di 1/2 limone
Sale, pepe e noce moscata

Preparazione:
Tempo occorrente circa 3 ore. Preparate il ripieno con un giorno di anticipo. La zucca deve essere molto buona, asciutta, dolce, di colore giallo molto intenso. Tagliatela a pezzi piuttosto grossi, levate i semi, ma lasciate la scorza; metteteli in forno. Appena cotti, passate la polpa al setaccio direttamente in una terrina. Unite gli amaretti ridotti in polvere, la mostarda tritata insieme al suo sugo, il parmigiano grattugiato, un'abbondante grattata di noce moscata, sale, pepe e il succo di limone (questi ultimi tre ingredienti sono facoltativi). Con un cucchiaio di legno amalgamate gli ingredienti; il composto dovra' riuscire bene asciutto, al caso unite ancora qualche amaretto in polvere. Coprite e riponete il recipiente al fresco. Con le uova e la farina preparate la pasta, ricavando una sfoglia sottile. Mettete sulla pasta, a 4cm dal bordo, dei mucchietti di ripieno grossi quanto una piccola noce, distanziati di 6-7cm l'uno dall'altro. Voltate sul ripieno l'orlo di pasta rimasto libero e con la punta delle dita premetela bene tutt'attorno. Con l'apposita rotellina dentata ritagliate i tortelli, rettangolari: disponeteli sopra un telo infarinato. Lessateli, scolateli e deponeteli a strati in una terrina, condendoli con burro crudo o fuso e parmigiano. Prima di servirli, lasciateli riposare per 5/10 minuti posando il recipiente coperto sopra la pentola con acqua bollente.
Risotto alla messicana
di Sciantosa

Ingredienti per due-tre persone:
Una latta di fagioli Kidney o borlotti rossi preferibilmente organic
Una lattina di granturco al naturale
Un peperone rosso
Uno spicchio d'aglio
Una cipolla media
Peperoncino forte
Concentrato di pomodoro
Prezzemolo
Riso quanto basta
Olio d'oliva e sale

Preparazione:
Fate soffriggere la cipollina tagliata fina e il peperone anche tagliato piccolo in una padella antiaderente con l'olio d'oliva fino a che non sono biondi e caramellati. Aggiungete l'aglio pressato o tagliato piccolissimo ed il peperoncino. Aggiungere la condensa di pomodoro due bei cucchiai abbondanti. Finalmente unirvi i fagioli (generalmente e meglio scolarli dell'acqua amidosa in cui vengono) aggiungere acqua quanto basta rendere il tutto piu liquido. Metter sale e una meta del prezzemolo. Fate cucinare a fuoco lento per 10 minuti. Aggiungere il riso (due o tre pugni) io scelgo quello americano ma l'arborio va bene... pero' si succhia troppa acqua!! Fate cucinare per altri 10 minuti, aggiungendo acqua e sale quanto basta per mantenere una consistenza di risotto. Aggiungere infine il mais (anche scolato) e fare cucinare fino ad avvenuta cottura del riso. Se non siete vegetariani come moi potete aggiungere pezzi di bacon affumicato o salsiccia quando rosolate la cipolla.
Risotto agli spinaci e scamorza affumicata
di Smuff

Preparazione:
Non so le quantita' perche' vado sempre a naso... pero' si fa il soffritto con le cipolle, si aggiungono gli spinaci (preferibilemnte freschi) si fa saltare il tutto, si aggiunge il riso, si fa rosolare (imbrunire!) il riso, e si aggiunge brodo pian piano facendo cuocere il tutto a fuoco lento. Gli ultimi 5 min da fine cottura (o anche meno) si aggiunge la scamorza (si puo' anche utilizzare un po' di peperonicno se piace). Spruzzare di parmigiano se si vuole.
Risotto al miele
di nnica

Ingredienti per quattro persone:
400g di riso
1/2 cipolla tritata
1l di brodo vegetale
100g di burro
100g di miele millefiori
50g di parmigiano grattugiato

Preparazione:
Fate soffriggere la cipolla con 50g di burro e, quando risulta trasparente, unitevi il riso. Mescolate e fate tostare leggermente. Unite un po’ di brodo e fate cuocere, aggiungendo altro brodo quando serve. A cottura ultimata, unite anche il restante burro, il parmigiano e il miele. Mescolate bene e servite.
Risotto con la zucca
di lpx99

Preparazione:
Prendere una bella fetta di zucca stile Halloween, toglierela buccia e passarla nel mix con una cipolla, due spicchi d'aglio o/e uno scalogno. Quando la zucca e' sminuzzata sul serio metterla in una padella e lasciare cuocere con un bicchiere di vino bianco e uno di acqua, giusto un filo d'olio. Cuocere per almeno mezz'ora finche' assaggiando non sentirete la zucca cotta, a quel punto unire il riso e cucinare direttamente con la zucca. Chi come me ama invece il riso tipo asiatico lo cucina a parte e poi l'unisce alla zucca. Spolverare con parmigiano o provolone piccante.
Risotto con mele e speck
di Teagatta

Preparazione:
Fare appassire uno scalogno tritato nel burro, aggiungere una grossa mela renetta e 2 Royal Gala o Fuji tagliate a dadini, il riso e acqua bollente salata. Non rimescolare troppo, cuocere lentamente coperto. Poco prima che sia cotto unire 120g di speck tagliato a striscioline. C'è anche chi aggiunge una scamorza a dadini o altro formaggio filante facendone un piatto unico, ma io preferisco senza.
Risotto cremoso di zucca e latte
di Elen@

Ingredienti per quattro persone:
500g di latte
500g di brodo (anche di dado)
400g di zucca mondata
320g di riso
100g di vino bianco secco
50g di burro
40g di cipolla
Parmigiano Reggiano

Preparazione:
Tritate finemente la cipolla e tagliate a dadini, separatamente, la zucca. Fate appassire la cipolla tritata nella casseruola per i risotti con metà del burro. Mescolatevi il riso e lasciatelo tostare per uno o due minuti. Irrorate con il vino, mescolate e lasciatelo evaporare un po'. Unite i dadini di zucca. Cominciate a cuocere il risotto, unendo, a mestolini, il brodo e il latte, ben caldi. Aggiungete altro liquido man mano che quello già unito, si consuma. Mantecate il risotto, non appena sarà giunto a cottura, unendovi il burro restante e tre o quattro cucchiaiate di formaggio grattugiato. Portatelo subito in tavola, eventualmente accompagnato da altro Parmigiano Reggiano.
Risotto primavera
di nnica

Ingredienti:
Riso per risotti (ad esempio il carnaroli)
Carote
Zucchine
Piselli (surgelati o freschi)
Cipolla
Aglio
Latte
Burro o olio
Brodo vegetale o sale
Prezzemolo

Preparazione:
Affettare la cipolla a listarelle sottili e farla appassire, a fuoco lento, con uno spicchietto (piccolo) di aglio, nell'olio. Aggiungere le carote e le zucchine precedentemente tagliate a dadini. Inserire i piselli ed il riso (in genere 3 pugni a persona) e tostarlo leggermente per far sì che i sapori si amalgamino. Mettere un bicchiere di latte ed mescolare, per tutta la durata della cottura aggiungendo, ogni volta che necessita, il brodo vegetale. (o acqua e sale per chi non volesse il brodo). Al termine spruzzare con del prezzemolo aggiungendo una noce di burro per far sì che il riso sia "all'onda".
Sagne e fagioli
di Caotica

Preparazione:
Le sagne sono una pasta fresca di acqua e farina, una sorta di "tagliatella gambizzata", senza uovo... se non le si trova fresche, si vendono anche gia`fatte della Del Verde se non erro. Fare riposare i fagioli cannellini con un cucchiaio di bicarbonato per una notte. Bollire in acqua salata(stessa prassi dei ceci per l´humus per capirci. La pentola a pressione impiega meno tempo chiaramente)con una costa di sedano e una carota, e qualche foglia di prezzemolo fresco. Una volta bolliti e tolti dal fuoco, aggiungere della passata di pomodoro (meglio se non troppo densa), aggiungere di sale, qualche rondellina di peperoncino. Intanto bollire le sagne, e quando sono ancora belle al dente, scolarle e aggiungerle al sugo di fagioli, fare bollire il tutto per qualche minuto. Una volta in tavolo si consiglia un filino di olio a crudo.
Sopa de Abobora (riso e zucca)
di Elen@

Ingredienti:
Una zucca non troppo grande (1,5 kg circa)
Uno spicchio d'aglio
3 scalogni
Una cipolla
80g di burro
1,5l d'acqua
50g di riso già cotto
Sale e pepe

Preparazione:
Questa zuppa portoghese è un tipico piatto autunnale che viene servito accompagnato a piccoli crostini di pane fatti saltare nell'olio. Tagliate la calotta della zucca e scavate l'interno in modo da togliere la polpa - eliminate i filamenti interni - senza rovinare la zucca stessa che vi servirà da zuppiera. Tagliate la polpa della zucca a dadini. Tritate cipolla, scalogni e aglio e fateli saltare in padella col burro per qualche minuto, quindi unite anche i dadini di zucca e fate cuocere per 5 minuti. Unite l'acqua, salate e pepate, lasciate bollire per 10 minuti finché la zucca non risulta cotta, quindi riducete a purea. Unite anche il riso, riscaldate e versate nella zucca svuotata. Fate saltare nell'olio qualche crostino e servite.
Spaghetti alla pirata
di Pizzo40

Ingredienti:
500g di spaghetti
Una scatola di oassato di pomodoro
Alici sotto olio
Olive nere
Tonno
Peperoncino
Capperi
Uno spicchio d'aglio
Olio d'oliva
Sale pepe

Preparazione:
Soffriggere l'aglio, toglierlo appena dorato, spappolare le alici e soffriggere per un minuto. Aggiungere tonno e capperi. Versare il passato di pomodoro e salare e pepare e un pezzo di peperoncino e cuocere per 20 min a fuoco lento. Far cuocere gli spaghetti al dente scolarli e versarli nel sugo mescolare e servire con un buon vino bianco.
Spaghetti con salsa di avocado e verdure
di Flavione

Ingredienti:
400g di spaghetti
Un avocado maturo
2 zucchine novelle
10 fiori di zucca (all'estero è molto difficile trovarli: se ne può fare pure a meno)
Un limone
2 bustine di zafferano
Basilico
Un pizzico di peperoncino in polvere
4 cucchiai d'olio
Sale

Preparazione:
Sbucciate l'avocado, eliminate il nocciolo, mettetelo in un frullatore con il succo del limone, lo zafferano precedentemente sciolto in un mestolo di acqua calda (quella della pasta as esempio), il peperoncino e frullare il tutto. Lavate le zucchine e tagliatele a striscioline. Eliminate i pistilli dai fiori di zucca e tagliateli a filetti. Scaldate l'olio in una padella, versate le verdure e fatele rosolare per qualche minuto. Aggiungete il basilico, il sale e spegnate. Diluite la crema di avocado con due cucchiai dell'acqua della pasta. Scolate gli spaghetti e conditeli con la salsa e le verdure.
Tagliolini in salsa di radicchio e porro
di nnica

Ingredienti:
450g di tagliolini all’uovo
Mezza cipolla rossa
Un porro
Un cespo di radicchio rosso
Un bicchiere di vino rosso
2 cucchiai di panna
Olio, sale e pepe

Preparazione:
Tritate la cipolla e fatela soffriggere delicatamente in poco olio: aggiungete il radicchio affettato sottilmente, bagnate col vino e fate cuocere semi coperto per 30’. In un altro tegame stufate delicatamente il porro a fettine con poca acqua o brodo. Quando è morbido passatelo al mixer, legate la passate con la panna, salate e pepate. Cuocete i tagliolini al dente, scolateli e saltateli con la salsa al radicchio. Mettete sul fondo dei piatti un cucchiaio di passata, disponete sopra la pasta e servite.
Ugali
di nnica

Ingredienti:
Farina di mais (calcolate 1 bicchiere di farina per circa tre o quattro o persone)
Acqua e sale

Preparazione:
Questa sorta di polenta molto soda è una pietanza diffusa in tutta l’Africa. L’ugali si mangia con le mani e accompagna solitamente uno spezzatino di carne speziato. Per preparare l’ugali è meglio utilizzare una farina di mais molto grezza (non il fioretto). Gli africani uniscono alla farina anche un po’ di sorgo che, volendo, può essere sostituito con farina di grano saraceno. Versate la farina in un po’ d’acqua fredda salata, mettete sul fuoco e portate ad ebollizione, continuando a mescolare. Mescolate sempre finché l’impasto non comincia a diventare sodo. Deve risultare ben compatto ma non troppo "secco". Versate l’ugali in un piatto e servite.
Zuppa di verza
di ghia

Ingredienti:
Mezza verza
300g di riso
Uno spicchio d'aglio
3 pomodori
Passata di pomodoro
Olio e sale q.b.

Preparazione:
Dopo aver portato ad ebollizione l'acqua aggiungere la verza, precedentemente lavata e tagliata a striscioline, il riso e il sale. Nel frattempo preparare il sugo di pomodoro, far imbiondire l'aglio con un po’ d'olio, aggiungere la polpa dei pomodori e dopo pochi minuti la passata (un po', senza esagerare) e sale. Versare nei piatti il riso/verza (precedente scolati) e sugo di pomodoro. A piacere aggiungere anche del parmigiano grattugiato.
Zuppa di zucca
di Chiaretta_75

Ingredienti:
500ml di acqua
Una cipolla piccola a fettine
250g di zucca lessa
400ml di brodo vegetale
Un cucchiaino di noce moscata
250ml di latte di soia (l'ho trovato su un sito per vegani, io userei il latte normale)
Gambi di porro a fettine
Sale e pepe

Preparazione:
Mettete la cipolla in una casseruola. Aggiungete un bicchiere di acqua e fate cuocere la cipolla per circa tre minuti. Non fatela asciugare e unite la polpa di zucca, il brodo, il resto dell'acqua, la noce moscata. Portate ad ebollizione e abbassate un po' il fuoco. Cuocete per 5 minuti. Abbassate ancora il fuoco e aggiungete il latte di soia. Fate attenzione a non portare ad ebollizione. Condite con il pepe e guarnite con il porro.
Zuppa speziata ai ceci e limone
di fadista

Ingredienti:
2 cipolle medie
2 spicchi d'aglio
4-5 patate, coriandolo fresco
Il succo di un limone
2 barattoli di ceci bolliti e scolati
2 foglie d'alloro
Brodo vegetale q.b.
Un cucchiaino di garam masala e uno di zenzero fresco tritato
1-2 chili verdi (tipo thai)
Olio

Preparazione:
Fate soffriggere cipolla e aglio, aggiungete garam masala, chili (a pezzetti e senza semi) e zenzero, poi coprite con due mestolate di brodo. Quando inizia a bollire aggiungete i ceci, l'alloro e le patate. Fate bollire a fuoco moderato finché le patate sono cotte. Lasciate riposare la zuppa e salate se necessario. Poi aggiungete il succo di limone, il coriandolo tritato e riportate la zuppa all'ebollizione per un paio di minuti. Servite guarnita con altro coriandolo, yogurt bianco (meglio quello più denso) e riso thai bollito.
Minestra di mais
di Apelaboriosa

Preparazione:
Fai il soffritto solito per la minestra, aggiungi mais (una scatoletta) e brodo di pollo e lascia cuocere per 15 minuti circa. Frulla col frullatore, aggiungi alla fine mascarpone e basilico sminuzzato.
Spaghetti allo zafferano
di Apelaboriosa

Ingredienti per quattro persone

Preparazione:
Mentre gli spaghetti cuociono, fai fondere in una padella larga e abbastanza fonda: 50g di burro e aggiungi 50g di parmigiano grattugiato e mescola. Aggiungi della panna nella quale hai sciolto lo zafferano, mescola, aggiungi poi gli spaghetti al dente, mescola, aggiungi un tuorlo, pepe, mescola ancora e servi.
Gnocco ingrassato
di Fatamorgana

Ingredienti:
300g di farina bianca
250g di prosciutto crudo tagliato a fette piuttosto spesse
50g di burro
20g di lievito di birra
1 noce di burro
2 uova
Sale

Preparazione:
Fate sciogliere il lievito in una ciotolina con acqua tiepida. Tagliate il prosciutto a dadini dopo averlo privato di tutto il grasso. Disponete la farina a fontana sulla spianatoia e versatevi al centro le uova, il lievito sciolto nell'acqua, il burro una presa di sale fino e metà del prosciutto. Incorporate gli ingredienti alla farina, cominciando dal centro della fontana e aiutandovi con la forchetta o con la punta delle dita, e impastate energicamente per un quarto d'ora circa. Poi formate un panetto, appiattatelo leggermente con il palmo della mano e mettetelo a riposare in una terrina coperta con un telo per circa mezz'ora. Imburrate e infarinate una teglia rettangolare. Stendete la pasta in una sfoglia alta, che disporrete nella teglia, cospargetene la superficie con i restanti dadini di prosciutto e un poco di sale grosso. Tracciate infine sulla superficie della preparazione delle losanghe con la punta di un coltello affilato, mettetela a lievitare in un luogo caldo per circa un'ora, quindi ponetela in forno preriscaldato a 180°C per circa mezz'ora.
Paella de mariscos
di Bibaitaly

Ingredienti per 12 persone:
1Kg di riso
600-700g di cozze
500g di vongole (meglio se veraci)
2-3 seppie (secondo grandezza)
4-5 calamari (secondo grandezza)
400g di gamberi
12 scampi (uno per ogni commensale)
300g di piselli (vanno bene anche surgelati)
300g di fagiolini (vanno bene anche surgelati)
1 peperone rosso
1 peperone giallo
3 bustine di zafferano
Due spicchi d'aglio
Prezzemolo quanto basta
1/2 bicchiere di vino bianco
Olio d'oliva

Per il brodo, se volete fare presto prendete il dado di pesce, altrimenti fate bollire con sedano, carota e cipolla 500g di pesce da zuppa e filtrate

Preparazione:
Pulire e far aprire cozze e vongole e metterle da parte sgusciandone solo metà. Pulire e tagliare le seppie e i calamari. Lavare bene gamberi e scampi. Pulire e tagliare a listarelle i peperoni e a metà i fagiolini. Nella "paella" far rosolare l'aglio e il prezzemolo nell'olio, aggiungere i gamberi e gli scampi quando sono ben rosolati toglierli mettendoli da parte, e cominciare a far cuocere seppie, calamari e le verdure. Dopo circa 5 minuti aggiungere il riso, mescolare, sfumare con il vino, fare evaporare, abbassare la fiamma e cominciare ad aggiungere il brodo come per un normale risotto. Passati altri 5 minuti circa aggiungere cozze,vongole e gamberi. Dare l'ultima mescolata dopodichè non si deve più fare, ma solo scuotere lateralmente afferrando i manici. Continuare ad aggiungere brodo fino alla totale cottura del riso. Decorare con gli scampi disponendoli a raggiera con in mezzo mezzo limone. BUON APPETITO! Nota: siccome deve risultare ben asciutta, se fosse rimasta un po' brodosetta passare sotto al grill del forno per 5 minuti. Lo zafferano va aggiunto mescolato con un mestolo di brodo subito dopo aver sfumato con il vino.
Spaghetti alla Vernaccia
di Wallace

Ingredienti per 4 persone:
400g di spaghetti
2 grosse cipolle
Olio extravergine d'oliva
Vino bianco (meglio se Vernaccia di Oristano)
Pepe
Sale
Parmigiano Reggiano

Preparazione:
Affettare le cipolle finemente e soffriggerle a fuoco bassissimo nell'olio extravergine d'oliva. Coprite con un coperchio durante la cottura affinchè le cipolle possano cuocere nel minor tempo possibile. Quando le cipolle saranno più morbide e dorate, bagnarle con il vino bianco fino ad immergerle a pelo. Continuare a cuocerle senza coperchio ed a fuoco basso. Nel frattempo cuocere gli spaghetti e scolarli molto al dente. Versare gli spaghetti nel tegame con le cipolle, salare, pepare e saltarli con una spruzzata ancora di Vernaccia, dunque cospargere con Parmiggiano Reggiano..e buon appetito!! Dopo aver mangiato questo piatto, si consiglia d'evitare luoghi con molta gente... Si può sostituire la Vernaccia d'Oristano (anche se questa ha uno sfondo di gusto marsalato che da il gusto particolare al piatto). In mancanza d'altro, vino bianco oppure del vin santo secco non dolce
Lasagne al pesto
di Loryt06

Ingredienti per 4 persone:
350g di lasagne
50g di foglie di basilico
30g di pinoli
20g di noci sgusciate
1 spicchio d'aglio
80g di grana
30g di pecorino
300g di panna
Olio
Burro
Sale

Preparazione:
Mettere il basilico, l'aglio, i pinoli, le noci e una presa di sale nel mixer e ridurre tutto in crema. Trasferire il composto in una ciotola, unirvi 50g di grana e il pecorino grattugiati e un bicchiere di olio. Mescolare bene. Portare a ebollizione abbondante l'acqua. Appena bolle salarla e aggiungere 2 cucchiai di olio, poi unire le lasagne. Scolarle e metteterle su di un canovaccio pulito ad asciugare. Imburrare abbondantemente una pirofila, fare sul fondo uno strato di lasagne e coprire con un velo di pesto. Continuare con un altro strato di lasagne e cospargere con qualche cucchiaio di panna. Continuate cosi fin a quando si sono esauriti gli ingredienti. Terminare con uno strato di lasagne, cospargerle con il grana rimasto prima mescolato a un cucchiaio di panna e a uno di pesto. Metterle in forno caldo a 180 gradi per circa 20-30 minuti
Minestrone di fagioli
di Il Pelide

Preparazione:
Compra una confezione di verdure miste surgelate per minestra. Se non ci sono cavolini o foglie di verza aggiungi qualche cavolino di Bruxelles. Compra un barattolo di fagioli bianchi cotti. Compra un po' di spek salato, non affumicato, taglialo a pezzettini. Soffriggi speck e cipolla fino a dorarli. Sbatti giù le verdure con metà dei fagioli e riempi d'acqua fino a coprire tutto. 1 dado di carne, sale, pepe, prezzemolo se non c'è. Cuoci il tutto, anche in pentola a pressione se credi. Schiaccia i rimanenti fagioli lessi fino a poltiglia e aggiungi nel pentolone. Cuoci a parte riso o pasta corta a tuo piacimento, in poca acqua. Mischia la pasta o il riso con parte dell'acqua, quanto basta per ottenere l'effetto di testura desiderato, al limite niente acqua di cottura, dipende. Assaggia e vedi se il gusto va aggiustato
Minestrone di fagioli II
di Teagatta

Preparazione:
Usare fagioli freschi sgranati di Lamon o borlottini o fagiolo di bagnasco-io uso quello- (particolarmente apprezzate le "baete" di S. Erasmo), oppure secchi messi a mollo per una notte con un punta di bicarbonato in acqua non calcarea, mezzo kg secchi - un kg sgranati freschi. Preparare a parte un soffritto di abbondante cipolla, carota, sedano, rosmarino e alloro, oppure con solo olio. Aggiungere i fagioli ed, eventualmente, un osso di prosciutto. Coprire con acqua non calcarea e salare con sale grosso. Far bollire per circa 40 minuti. Scolare una parte dell'acqua e usarla per cuocervi la pasta, secondo le zone si usano ditali grossi o tagliatelle fresche. Passare 2/3 dei fagioli e unirli alla pasta cotta insieme a quelli interi. Condire con olio crudo. Accompagnare a parte parmigiano, pepe nero o peperoncino secondo i gusti. Non cuocere mai la pasta nel passato già fatto, viene un pasticcio e sa di bruciaticcio
Minestrone di fagioli III
di Bossninja

Preparazione:
Fai una base di soffritto di verdure (cipolla sedano carota alloro, pochissimo, rosmarino, altrettanto), poi aggiungi una tazzina da the di passata di pomodoro che farai amalgamare, quindi acqua bollente (due mestoli per commensale) e portala ad ebollizione lenta. A questo punto aggiungi i fagioli in scatola in quantità di mezza scatola da 400g per persona e riporta ad ebollizione. Con la forchetta schiaccia un po di fagioli sul fondo della pentola e fai sobbollire ancora per un buon quarto d'ora. Testa il sale, metti del pepe macinato fresco, del peperoncino, continua a sobbollire se ritieni che sia troppo lenta o aggiungi dell'acqua calda se è il contrario. Nei piatti prepara del pane bruschettato spalmato con aglio crudo, servi in tavola con il mestolo a volontà dei commensali proponi una grattugiata di parmigiano, siediti con gli altri, mesci del buon vino nero e buon appetito
Zuppa d'orzo
di Daffodil

Preparazione:
Faccio appassire una cipolla affettata e uno spicchio d'aglio in 3 cucchiaiate d'olio extravergine d'oliva, e una buona manciata (circa 50g) di pancetta affumicata (o speck o prosciutto affumicato). Aggiungo un paio di carote medie a cubetti, una grossa patata a cubetti, un gambo di sedano a pezzetti, un porro affettato e l'orzo (circa 100g) ammollato in acqua per una notte. Copro d'acqua e faccio cuocere per 45 minuti. Alla fine aggiusto di sale e aggiungo pepe e prezzemolo tritato. Se usi la pentola a pressione i tempi sono ridotti (circa 20 minuti, poi dipende dalla pentola)
Spaghetti facili facili
di Riccardo-Blx

Preparazione:
Tritare aglio e ginger, soffriggerli in padella con un po' di olio, gamberetti e calamari. Aggiungere spaghetti e prezzemolo. 10 minuti ed e' pronto. A volte ci grattugio un po' di bottarga per aver piu' sapore di pesce
Tortelli di zucca
di Fatamorgana

Ingredienti:
Per la pasta
400g di farina
2 uova
2 mezzi gusci d'acqua

Per il ripieno
1Kg circa di zucca gialla
1 uovo
100g di Parmigiano grattugiato
80g di amaretti (facoltativi)
Buccia grattugiata di 1/2 limone (facoltativa)
Sale
Pepe (facoltativo)

Preparazione:
Se si usano gli amaretti e la buccia del limone, non si dovrebbe aggiungere pepe. Se non si ama il sapore degli amaretti, possono essere aumentate le dosi del parmigiano (150g) e delle uova (2); ma in questo caso bisognerebbe aggiungere al ripieno abbondante pepe (o peperoncino), visto il sapore dolciastro della zucca. Oppure, in alternativa, si usano gli amaretti e il pepe (o peperoncino) senza la buccia grattata del limone.
Dopo aver eliminato buccia e semi della zucca e averla tagliata in pezzi, cuocerla in forno a calore moderato fino a quando la polpa diventa tenera (circa 15 minuti). Nel frattempo preparare la pasta. Setacciare sulla spianatoia la farina a fontana, aggiungendo nel centro le uova, l'acqua e un pizzico di sale. Lavorare bene l'impasto, lasciarlo riposare circa 30 minuti e tirare con il mattarello una sfoglia sottile. Preparare il ripieno, schiacciando in una terrina la zucca con una forchetta e poi amalgamando gli ingredienti scelti. La zucca può anche essere passata al mulinetto per ottenere un impasto più omogeneo. A questo punto disporre su metà della sfoglia delle cucchiaiate di ripieno a giusta distanza. Bagnare con un pennellino intinto nell'acqua il contorno dei singoli ravioli. Ripiegare sopra l'altra metà della sfoglia, facendo aderire bene le due parti e premendo con le dita lungo i bordi in modo che che ciascun raviolo sia ben chiuso. Tagliare i singoli ravioli nella forma voluta. Lasciarli riposare almeno un'ora prima di cuocerli.
La ricetta tradizionale li vuole conditi con burro fuso e formaggio (parmigiano grattugiato). Un'ottima alternativa è un leggero sugo di pomodorini fatto cuocere il meno possibile.
Zuppa di lenticchie
di Chiaretta_75

Preparazione:
Fai bollire le lenticchie per il tempo indicato sulla scatola (quelle secche, non serve neanche metterle a bagno) in acqua con un pizzico di sale e bicarbonato. Fai un soffritto di carota e sedano tagliati piccoli piccoli. Versi nella pentola le lenticchie. Aggiungi brodo vegetale. Porti ad ebollizione. Fai bollire per una decina di minuti ed e' pronta. Se ti piace aggiungi dell'orzo o della pasta tipo tubetti (in questo caso attenta al tempo che fai bollire) o dei dadini di prosciutto o pancetta (se nn sei vegetariana)
Pasta al forno "alla siciliana"
di Pansy

Preparazione:
Sugo di pomodoro semplice fatto con soffritto di cipolla, dado, passata di pomodoro, fatto andare con acqua a fuoco lento. Friggere melanzane a cubetti. Tagliare dadini di mozzarella e di scamorza affumicata. Con del macinato preparare delle mini polpettine (carne macinata, uovo, pane grattato, sale e pepe, aglio, prezzemolo) ma proprio piccinine. Lessare la pasta (da me hanno fatto i Sedanini). Mescolare la pasta con tutto questo ben di Dio dentro, spolverare di grana e passarla al forno. La pasta va tolta molto al dente e lasciata finire di cuocere in forno. Le mini polpettine (scusa, mi sono dimenticata di specificare) vanno prima fritte ma senza farle dorare eccessivamente, per poi farle finire di cucinare dentro bene in forno anch'esse. In più questa pasta è buonissima anche riscaldata il giorno dopo.
Pasta al forno
di Daffodil

Preparazione:
Fai una salsa besciamella con farina, latte e burro. Cuoci molto al dente le solite penne, gli ziti o quello che ti piace, li mescoli alla besciamella. Prendi una pirofila fai uno strato di pasta poi metti piselli, formaggio, prosciutto (ottimo sistema per liberarsi degli avanzi che giacciono in frigo) ricopri della rimanente pasta, spolvera di pangrattato e fiocchi di burro. Passare in forno per far amalgamare tutto.
"Lasagna" di Carnevale
di Chiaretta_75

Preparazione:
Si fanno delle polpettine con carne macinata, uovo, pangrattato e prezzemolo e si friggono in olio bollente. Si cuociono delle uova sode. Si taglia a cubetti una bella mozzarella, e si sbriciola con la forchetta una ricotta. Si prepara il mitico ragu' napoletano, con la passata di pomodoro che si preparava in estate, quella che quando apri la bottiglia senti il profumo del sole e del basilico, con la braciola e la cotenna di maiale. Poi si inizia a fare gli strati: sfoglia di pasta, ragu', polpettine, mozzarella, ricotta, pezzetti di uovo. sodo, e cosi' via fino a che non si arriva al bordo della teglia Per ultimo tanta mozzarella e poi in forno caldo, finche' non sia cotta
Bigoi in salsa
di Elen@

Ingredienti per 8-10 porzioni:
900g di bigoi
200g di olio d'Oliva
600g di cipolle
600g di sarde
Nota: Le sarde si trovano in scatole metalliche. La loro tipologia è quella di essere conservate sotto sale, vanno perciò lavate e diliscate prima di essere usate

Preparazione:
Tipici dei venerdì di Quaresima e delle vigilie delle grandi feste religiose. In origine i bigoi venivano preparati con farine poco abburattate e con uno strumento chiamato "torchietto", con il quale si trafilavano. Tempo richiesto circa 20 minuti. Basso grado di difficoltà. Livello calorico (per una persona) 574Kcal (pari a 2.401 kJ)
In una casseruola mettere l'olio, la cipolla affettata, le sarde diliscate, pepe e far cuocere a fuoco non troppo forte per 15 minuti circa. Le cipolle devono essere affettate sottilissime, se necessario bagnare con poca acqua. Con la salsa ottenuta, condire i bigoi lessati al dente. Servire caldissimi. Il piatto può essere accompagnato da un vino come il Piave Verduzzo.
BUON APPETITO!!
La matriciana mia
di Carlojp

Preparazione:
Se non sbaglio, per l'amatriciana bisogna seguire la ricetta di Aldo Fabrizi, che l'ha elevata al massimo (che poi la chiamava matriciana)

Ricetta di Aldo Fabrizi

Soffriggete in padella staggionata,
cipolla, ojo, zenzero infocato,
mezz'etto de guanciale affumicato
e mezzo de pancetta arotolata.

Ar punto che 'sta robba è rosolata,
schizzatela d'aceto profumato
e a fiamma viva, quanno è svaporato,
mettete la conserva concentrata.

Appresso er dado che jè dà sapore,
li pommidori freschi San Marzano,
co' un ciuffo de basilico pe' odore.

E ammalappena er sugo fa l'occhietti,
assieme a pecorino e parmigiano,
conditece de prescia li spaghetti.

Personalmente, mi piace chiamarla Amatriciana, utilizzare uno spicchio d'aglio (solo per soffriggere e poi tolgo), la cipolla e ...rossa
Ossobuco
di Hwange

Ingredienti:
4 ossibuchi tagliati alti
70g di burro
1 bicchiere di vino bianco secco
1 spicchio di aglio tritato
1/2 acciuga tritata
Farina q.b.
Prezzemolo tritato
Sale q.b.

Preparazione:
Infarinare gli ossibuchi e passarli in un tegame con il burro. Rosolare e sfumare con il vino. Aggiungere il trito di odori, salare e lasciare cuocere a fuoco, basso, coperto per una ora. A cottura ultimata spolverizzare con il prezzemolo tritato. Servire caldo con il risotto alla milanese. Accompagnato da un buon Barolo o del Dolcetto, mi raccomando a temperatura cantina.
Lenticchie
di Tarantola

Preparazione:
Anche se sono facili da cuocere le metto a bagno 3 ore. Poi faccio soffriggere la cipolla, l'aglio, la carota, un cucchiaino di zenzero fresco grattugiato, aggiungo 1 cucchiaio di curry (anche piccante ), 1 cucchiaino di garam masala. Dopo qualche minuto aggiungo 300g di lenticche e 3-400 ml di brodo istantaneo. Non bisogna mescolare troppo, sono pronte in poco tempo. Alla fine ci metto il coriandolo fresco. Se le fai piccanti col curry forte, sono ottime condite con una salsina fatta di yogurt naturale e limone. Perfetto per i vegetariani.
Riso alla Shanti
di Shanti

Ingredienti:
Per il riso:
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
2 tazze di riso
1 bustina di zafferano
1 zucchina
1 dado da brodo
Olio d'oliva e sale quanto basta

Per il contorno:
6-7 patate
1 cipolla
2 uova
Insalata mista
2 pomodori
Del curry in polvere
Sale ed olio quanto basta

Preparazione:
Preparate del brodo, in una padella con olio caldo fate soffriggere l'aglio e la zucchina tagliata a dadini. In una pentola soffriggete la cipolla, aggiungetevi il riso, lasciarlo rosolare, e piano piano aggiungete il brodo, fate cuocere per circa 10 minuti, dopodiché aggiungete lo zafferano e la zucchina. Lasciate finire di cucinare. Tagliate le patate a dadini non troppo piccoli, metteteli in una pirofila da forno insieme ad una cipolla tritata, del curry in polvere, sale ed olio a piacimento ed infornare a circa 150°C finché non avranno ottenuto un colore dorato. Fate bollire le 2 uova, ed in un'insalatiera condite l'insalata mista, i pomodori tagliati, le uova.
Fusilli al prosciutto e limone
di Jakie

Ingredienti per 4 persone:
400g di fusilli
800g di prosciutto crudo di montagna (meglio se tagliato a mano)
2 limoni
1 cipolla
Olio extra qb
Sale e pepe qb

Preparazione:
Tagliate a listarelle il prosciutto e fatelo cuocere in padella con olio caldo fino a che diventi croccante. Tagliate a julienne la cipolla e fatela stufare in padella dove avete scaldato dell'olio, quindi grattugiateci la scorza dei limoni, salate e pepate. Quando la pasta è cotta versatela in padella, mantecate per qualche minuto e impiattate aggiungendo sopra il prosciutto croccante. Se volete spolverate con parmigiano grattugiato.
Linguine risottate ai gamberetti
di Gabriellochka

Preparazione:
Preparare un fumetto di pesce e bollire l'acqua per la pasta. Soffriggere aglio, olio e peperoncino. Unire gamberetti. Sfumare con vino bianco. Quando i gamberetti sono pronti toglierli dalla padella e sostituirli con dei pomodorini per una decina di minuti. Scottare le linguine per circa 3 minuti (anche meno nel caso di pasta fresca) e unire i gamberetti al sughetto. Scolare le linguine e metterle in padella aggiungendo pian piano il fumetto a mo' di risotto. Spegnere quando sono cotte. Tutto qua. Il fumetto l'ho sostituito al brodo vegetale ed e' andata bene.
Rigatoni alla testa del rospo
di Dubai

Preparazione:
Olio aglio e prezzemolo, peperoncino, poi aggiungi la testa tagliata a pezzi grossolani. Rosolo, sfumo con del vino bianco, aggiungo pomodori pelati frantumati con le dita, aggiusto di sale e peperoncino. A fine cottura stacco dall'ossatura la polpa del pesce e la rimetto nel sugo... e condisco i mezzi rigatoni... Altre due varianti:
Alla cacciatora; metti in padella olio, qualche spicchio di aglio vestito con rametti di rosmarino e peperoncino, fai colorire un po’, aggiungi il rospo tagliato a pezzi, rosola, aggiungi vino bianco, sale e pepe!!! Finisci velocemente la cottura sinché avrai un bel sughetto biondo in padella (ottimo da mangiare col pane). Quando ho tempo tosto o friggo delle fette di pane (pagnotta) e le accompagno a fianco del pesce!
In forno con patate; tagliare le patate a tocchi, mescolarle bene con olio, sale , aglio prezzemolo e rosmarino tritati, sistemarle nella teglia da forno, spalmare il trito di aromi anche sul rospo (con o senza coda, a piacere...) infilare nella polpa del rospo altri rametti di rosmarino. Irrorare con altro olio ed in forno caldo a rosolare, aggiungere vino bianco e ultimare la cottura!!! Volendo, si può fare anche con un bel merluzzo grande!!!! È sempre ottimo
Polenta di cavolo e puccia
di Teagatta

Preparazione:
Polenta di cavolo: Mezzo Kg o più di verza (le foglie esterne scure) e 400g di porri. Affettare fini e fare una zuppa con 2l di acqua salata. A cottura ultimata aggiungere 350g di polenta istantanea (deve rimanere morbida come un pure'). Condire con abbondante olio crudo e formaggio (c'è chi ci ficca dentro anche bitto o altro-non fontina che da' amaro)

Puccia del Basso Piemonte: Un minestrone con tutte le verdure tagliate a pezzettini, non passate. Invece della pasta buttarci dentro 350g di polenta di cavolo
Gnocco fritto reggiano
di Fatamorgana

Ingredienti:
500g di farina
5 cucchiai di olio
Acqua minerale frizzante
Un pizzico di sale

Preparazione:
Mescolare bene tutti gli ingredienti sul tagliere impastando con acqua minerale frizzante, lasciare riposare per 2 ore rimescolando bene tre volte l'impasto. Stendere la pasta e ritagliare dei rombi o quadrati da friggere in una padella alta con abbondante strutto (o olio per friggere)
Gnocco fritto
di Cle

Ingredienti:
500g di farina
1 cucchiaio di sale fino
2 cucchiai di olio d'oliva (può essere sostituito dallo strutto)
1 bicchiere e mezzo di latte
Olio per friggere

Preparazione:
Impastare tutti gli ingredienti fino ad avere una pasta omogenea e stirare la pasta fino a che questa non abbia un'altezza di 3mm (non troppo fine) e tagliarla a striscioline, meglio se con la rotella seghettata. Far scaldare l' olio e quando è ben caldo friggere gli gnocchi e girarli fino a quando non diventano dorati. Scolarli sulla carta assorbente e salarli di nuovo. Mangiarli caldi con coppa, spalla, pancetta, mortadella, lardo.......a me piscciono pure col gorgonzola
Bucatini e pomodorini al forno
di FabioIT

Ingredienti per 4 persone:
600g di pomodorini (teoricamente "pomodorini appesi")
400g di bucatini
Olio extravergine
Origano
Pangrattato
Sale
Pepe bianco
Parmigiano

Preparazione:
Lavare e tagliare a metà i pomodorini disponendoli faccia in su (dalla parte tagliata) in un pirofila, uno accanto all'altro. Sale quanto basta, una spolveratina leggera di pepe e ricoprirli interamente con del pangrattato, infine una spolverata d'origano. A questo punto versate l'olio generosamente facendo attenzione che un po' tutti i pomodorini siano unti. 30-40 minuti nel forno a 180°C. Scolare la pasta e versarla nella pirofila... amalgamare con del parmigiano (non troppo). Buon appetito!
Riso alle cozze
di FabioIT

Ingredienti per 5-6 persone:
1Kg di cozze nere
600-700g di riso (possibilmente carnaroli che non scuoce)
4 patate grosse
2 zucchine
2 cipolle dolci (possibilmente di Acquaviva)
2 pomodori da salsa (possibilmente del sud Italia)
Olio extra vergine (possibilmente di Bitonto)
Sale
Pepe
Parmigiano grattugiato

Preparazione:
Lavare i mitili sotto l'acqua fredda e controllare BENISSIMO che siano tutti vivi (sono chiusi). Sceglierne una quindicina da pulire con una spazzola e metterli da parte. Pelare le patate e tagliarle a rondelle di 2-3 mm. Tagliare le zucchine e i pomodori a rondelle fini. Tagliare le cipolle a rondelle molto fini. A questo punto prendere una TIANA (nome barese di questo piatto) che altro non é che una pentola bassa da forno, ma voi potete utilizzare una pirofila dal bordo di non meno di 6cm e cominciate la preparazione. Un filino d'olio sul fondo che ricoprirete con il primo strato di patate, qualche zucchina qua e là, qualche pomodoro e un po' di cipolla, ancora un filino d'olio, pepe e sale quanto basta. A questo punto versare uniformemente 1/2 del riso. Cominciare ad aprire 1/2 delle cozze (non quelle spazzolate) ed a versare il mitilo qua e là, attenzione il segreto e versare anche l'acqua contenuta nella cozza! Una volta completata questa operazione (la più fastidiosa) mettete negli spazi vuoti le cozze intere (quelle spazzolate), ancora un filino d'olio, sale, pepe e parmigiano quanto basta. A questo punto dovrete ricoprire il primo strato di riso con un mix di patate, zucchine, pomodoro e cipolla e poi... un filino d'olio, sale e pepe quanto basta. Seconda parte di riso e seconda parte di cozze, un filino d'olio, parmigiano, sale e pepe quanto basta. Ricoprire il tutto con il resto delle patate, pomodori, zucchine e cipolle, un filino d'olio, sale e pepe quanto basta. Ora il tuo forno é a 180°C... versa lentamente dell'acqua nella Tiana (pirofila) fino a ricoprire completamente il riso. Mettere in forno e cuocere fino a che l'acqua non si é completamente asciugata (40-50 minuti circa). Voilà... il piatto e pronto. Attenzione va servito tiepido... non caldo! Il giorno dopo é ancora meglio!
Riso patate e cozze
di Pekneoci

Ingredienti:
Cozze
Patate
Olio d’oliva
Riso
Aglio
Prezzemolo
Pepe nero
Acqua

Preparazione:
In una pentola capace fai schiudere le cozze. Sciacquale molto bene e infilale nella pentola cosi, senza aggiungerci nulla. Attendi pochi minuti e vedrai che il vapore le avrà fatte schiudere tutte (le cozze rimaste chiuse, buttale via mi raccomando!). Nel frattempo, avrai pelato ed affettato le patate a spicchi, rondelle o come più ti aggrada (le patate affettate, mettile in una bacinella ripiena di acqua freddissima: in tal modo, non si anneriscono). Prepara una teglia antiaderente o di porcellana, cospargendola di un po’ di olio di oliva extravergine, disponi il riso (tipo Carnaroli o Roma), aggiungici le cozze, spicchietti di aglio e un po’ di prezzemolo, una spolverata di pepe nero e "ïnnaffia" il tutto di acqua sino a ricoprire tutti gli ingredienti. Infila in forno (preriscaldato a 200°C per almeno 12-15 min.), ricopri con un foglio di alluminio (che toglierai gli ultimi 5-7 minuti) e fai cuocere a 180°C circa per almeno 30-40 minuti (o anche di più, dipende dal riso!).
Pasta con i broccoletti
di Andy

Ingredienti:
Aglio
Olio
Peperoncino
Broccoli
Pecorino
Acciuga

Preparazione:
Soffritto di aglio olio e peperoncino. Far bollire i broccoli per massimo 2-3 mininuti nella stessa acqua dove poi calerete le pennette (io la faccio solo con pasta corta che rende di piu'). Un po' di pecorino e il gioco e' fatto. Normalmente ci andrebbe l'acciughina ma purtroppo la mia ragazza e' vegetariana... che fame.