Ricette e Cucina

Proponi la tua ricetta nel forum "Ricette & Cucina"!

Primi Secondi Dolci

Tutto il resto


SECONDI



Agnello iraniano
di lpx99

Preparazione:
Prendere i pezzi di agnello e metterli a marinare in aceto di vino, con aglio, cipolla, zafferano (o curcuma), peperoncino sale e coriandolo fresco. Dopo una notte di marinata pulire i pezzi d'agnello dall'aglio e dalla cipolla e passarli nella farina. Far saltare poi l'agnello in poco olio e solo a fine cottura aggiungere il liquido della marinata da far asciugare sopra l'agnello (circa 40 minuti di cottura; se desiderate una variazione light usate acqua e dado vegetale) Dall'altra parte cucinare il riso possibilmente tipo gallo blond o basmati (un bicchiere di riso con 2 bicchieri d'acqua) non mescolare e non coprire solo acqua e dado vegetale. Meta' riso va a fine cottura mescolato con zafferano. A parte si ammollano 100g di uvette e si fanno poi saltare in un po' di burro e acqua di ammolllamento (si puo' dire?) e con 100 grammi di mandorle che si mescolano alla parte gialla del riso. Su un piatto da portata si mettera' come base il riso bianco, il riso giallo e sopra tutto i pezzi d'agnello caldissimi: cospargere con pezzetti di mandorle. Se riuscite a trovarli (di solito in autunno) di possono aggiungere grani di melograno cotti mescolati alle uvette e mandorle, sia crudi sopra al tutto.
Avocado al forno
di Silviapd

Ingredienti per quattro persone:
4 avocado (piccoli)
250g di formaggio Cheddar
200g di petto di pollo arrosto
Una tazza di riso
2 cipolle piccole
Un uovo
Una tazza di brodo di pollo
4 cucchiai di prezzemolo tritato
2 cucchiai di burro
Un cucchiaio di succo di limone
Sale

Preparazione:
Fai rosolare nel burro le cipolle tritate finemente. Aggiungi il riso, fallo soffriggere per 3 minuti mescolando con un cucchiaio di legno. Versa poi il brodo di pollo, sala e lascia cuocere a fuoco moderato per 20 minuti. Taglia il petto di pollo in pezzi piccoli ed unisci al pollo, il prezzemolo, la meta' del formaggio grattugiato e l'uovo. Quando il riso sara' cotto, aggiungi il composto preparato con il pollo e mescola con cura, in modo da sciogliere il formaggio. Lava gli avocado, tagliali a meta', togli i noccioli ed estrai delicatamente la polpa con un cucchiaio. Taglia la polpa estratta a dadini e mescolala al riso. Bagna gli avocados tagliati a meta' con il succo di limone, disponili in una pirofila imburrata e riempili con l'impasto precedentemente preparato, spargi sopra il resto del formaggio e falli cuocere in forno a 220°C fin quando il formaggio è completamente sciolto.
Bagna cauda
di Silviapd

Ingredienti per dieci persone:
3 teste d'aglio
300g di acciughe sotto sale
600g di panna da cucina
500g di burro
Mezzo litro d'olio
Latte q.b.

Premessa: la bagna cauda è un rito e viene sempre mangiata in gruppo. In genere non viene mai consumata durante la settimana perché lascia un alito micidiale, ottima idea è quindi prepararla di venerdì. E' necessario cucinarla in un tegame di terracotta e, ancor meglio, successivamente, servirla negli appositi tegamini con la meta accesa sotto che la mantengono costantemente calda.
Preparazione:
Far cuocere in un pentolino l'aglio sbucciato e privato dell'"anima" e una quantità di latte sufficiente a ricoprirlo, fin quando non sia ben tenero e quasi spappolato. In un tegame di terracotta far sciogliere nell'olio e burro le acciughe lavate e diliscate. Aggiungervi l'aglio sgocciolato. Rimescolare e far cuocere adagio sino a che le acciughe e l'aglio siano ben disciolti. Aggiungere poi a poco a poco la panna e far cuocere circa dieci minuti o finché non si formi una crema densa. Attenzione: non deve mai bollire e l'aglio non deve prendere colore. Servire nei cocci individuali.
Accompagnamento: Pane casereccio - verdure (patate, cipolle, peperoni, sedani, cardi, cavolo, finocchi, cavolfiore, topinambur, barbabietole) tagliate a listarelle o a fettine - uova. Ognuno intinge ciò che vuole nella sua razione di salsa. Preparazione delle verdure: i cardi, i sedani, il cavolo, i finocchi e i topinambur si puliscono e si tagliano perché nella bagna cauda vanno intinti crudi;le patate, il cavolfiore e le rape si fanno bollire, le cipolle si passano al forno, i peperoni si possono utilizzare sia crudi che al forno, le barbabietole si comprano cotte e si servono affettate. Chi ci riesce è solito terminare la sua razione di bagna cauda rompendo due uova nel tegamino di coccio... (solo per stomaci hard).
Biriani
di nnica

Ingredienti:
500g di carne (scegliete tra cosce di montone, taglio magro di manzo, capra o pollo)
500g di riso
500g di cipolle
500g di patate
150ml di latte fermentato o yogurt
Un lime
Mezzo pow-pow (frutto del Banano del Nord o Asimina triloba, molto simile, nel gusto, alla banana; se non lo trovate in qualche negozio che vende prodotti africani o presso qualche fruttivendolo ben fornito, potete provare ad utilizzare la banana)
Mezzo spicchio d’aglio
2 bacelli di cardamomo
Qualche pezzettino di zenzero verde fresco
2 chiodi di garofano
Un bastoncino di cannella
Mezzo cucchiaino di semi di cumino
Un po’ di salsa di pomodoro (o concentrato)
Olio per friggere
Coriandolo e pepe nero

Preparazione:
Sbucciate e grattugiate (o schiacciate) grossolanamente il pow-pow. Schiacciate l’aglio e lo zenzero insieme, uniteli al pow-pow e continuate a mescolare e schiacciare fino ad ottenere una specie di impasto. Unite anche il latte fermentato (o lo yogurt), il succo del lime, mescolate e mettete sul fuoco insieme alla carne tagliata a pezzettini. Fate cuocere a fuoco basso rigirando spesso. Nel frattempo macinate tutte le spezie e mescolatele insieme. In una padella fate scaldare l’olio e fatevi friggere le cipolle tagliate a rondelle. Quando risultano ben dorate, mettetele su della carta assorbente. Nello stesso olio fate friggere anche le patate tagliate a fette. Controllate la carne, se risulta essere quasi cotta, unitevi un po’ di salsa di pomodoro e continuate la cottura finché la carne non risulta completamente cotta e la salsa non si sia ben addensata (durante la cottura, se necessario, aggiungete un po’ d ’acqua calda). A cottura quasi ultimata unite anche le spezie, mescolate bene e lasciate cuocere ancora per 15 minuti. Nel frattempo fate bollire dell’acqua leggermente salata e cocetevi il riso. Con una parte del riso formate uno strato sul fondo di una pirofila, versatevi sopra la carne con il suo intingolo e coprite con l’altra parte di riso. Unite anche una parte di cipolle fritte cercando di schiacciarle leggermente dentro il composto. Irrorate con un poco d’olio leggermente scaldato e infornate per qualche minuto. Togliete dal forno, disponete le patate lungo i bordi della pirofila schiacciandole nel riso, quindi cospargete con le cipolle rimaste e servite.
Calzone di cipolle
di Polporiccio

Ingredienti:
Solita pasta da pane con qualche cucchiaiata di olio e di latte
Cipolle "sponsali" (??!!!) trattasi di cipolle lunghe giovani e sottili - vanno bene anche i porri
Pecorino
Olive in salamoia
Qualche pomodorino
Un uovo
Sale
Un pugnetto di uva passa, fatta rinvenire in un po' di acqua calda
Per i masochisti "ricotta schkuanda" (leggi ricotta piccante salata)

Preparazione:
Affettare le cipolle fiiiiine fiiiine fiiine. Farle rosolare per qualche minuto in poco olio d'oliva, e coprirle con un filo di acqua. Far cuocere il tutto a fuoco lento fino a quando le cipolle non sono quasi sfatte. Aggiungere a questo punto tutti gli altri ingredienti. Stendere la pasta e formare due dischi. Foderare una teglia con il primo disco. Versare il ripieno. Coprire e siggillare con il secondo disco. Cospargere con poco olio. Fare un buchetto al centro del "calzone" per far uscire il vapore che si formera' durante la cottura. Infornare a forno caldiiissssimmmmmooo.
Caponata
di ghia

Ingredienti:
3 melanzane medie
4 gambi di sedano
2 cipolle
3 carote
4 peperoni rossi e 2 verdi
150g olive verdi snocciolate
150g capperi sotto sale
Un cucchiaio di zucchero
1/4 di bicchiere di aceto di vino rosso
Mezzo bicchiere di olio d'oliva
Basilico fresco, sale e peperoncino

Preparazione:
Lava le melanzane e tagliale a tocchetti lasciando la buccia. Metterle, in una grande ciotola contenente acqua salata circa un'ora. Trascorso il tempo scolale e asciugale bene con carta assorbente o con un panno. Nel frattempo taglia il sedano e le carote a rondelline, pulisci i peperoni, eliminando i semi e tagliandoli a pezzetti. Tagliare a metà le olive. Affettare finemente le cipolle e lavare i capperi. Scaldare l'olio in una padella grande e far friggere le melanzane per circa 3 minuti o finché non si siano ben dorate. Metterle da parte a scolare l’olio in eccesso. Nello stesso olio friggi le carote, toglile dall’olio quando saranno ben dorate e mettetele in altra ciotola. Friggi adesso le cipolle e il sedano, per ultimo i peperoni. Unire ai peperoni cotti , le olive e i capperi, quindi tutti gli ingredienti che avevi tenuto da parte. Regola di sale e di peperoncino e cuoci a fuoco basso per circa 5 minuti mescolando quattro o cinque volte delicatamente. Sciogli lo zucchero con l'aceto, versalo sopra la caponata, unisci il basilico e cuoci per altri 3-4 minuti e servi sia calda che fredda.
Capriolo e polenta
di Teagatta

Preparazione:
Dosi per 500g di carne disossata, per 4-5 pers come piatto unico. Rosolare ma non troppo il capriolo tagliato a cubetti in abbondante olio e burro. Aggiungere dopo una tazza di cipolla, sedano e carota tritate con timo, rosmarino, alloro e salvia, una bacca ginepro, un chiodo di garofano, un cucchiaino di cannella e noce moscata, sale e pepe. Rosolare ancora un poco. Se si mettono all'inizio bruciano e danno l'amaro. Aggiungere un bicchiere di rosso non troppo corposo, perchè il capriolo è giovane e delicato, e sfumare. Terminare la cottura aggiungendo un poco d'acqua allo spezzatino. Cuoce piuttosto in fretta! Assaggiare! Alla fine togliere la carne e deglassare il fondo di cottura con un cucchiaio di gelatina di ribes. Rimettere dentro la carne mescolare e servire con polenta.
Carciofi ripieni
di Ave

Ingredienti:
8 carciofi
Pane grattugiato
Acciughe
Sale
Pepe
Olio d'oliva

Preparazione:
Bollire i carciofi, quando cotti scavarli e lasciare le foglie esterne a mo di involucro. Tritare i cuori dei carciofi e le acciughe e aggiungere il pan grattato. Riempire i carciofi con il ripieno e passare al forno per alcuni minuti per gratinare.
Carciofi ripieni II
di Elen@

Ingredienti per quattro persone:
4 carciofi piuttosto grandi
100g di pangrattato
100g di pecorino stagionato
2 acciughe dissalate e diliscate
2 spicchi d’aglio
Un ciuffetto di prezzemolo
Succo di un quarto di limone
Olio extravergine di oliva
Sale e pepe

Preparazione:
Tempo di preparazione e cottura: un’ora. Tagliate i gambi ai carciofi, eliminate le spine e le foglie esterne più dure e allargate le altre creando una cavità. Eseguite queste operazioni strofinando via via gli ortaggi con mezzo limone affinché non anneriscano. Grattugiate il pecorino e impastatelo con il pangrattato, le acciughe diliscate e spezzettate, l’aglio e il prezzemolo tritati finemente e un generoso pizzico di pepe. Aggiungete olio extravergine in modo da ottenere un composto morbido ma piuttosto consistente. Riempite i carciofi e sistemateli dritti uno accanto all’altro in un tegame nel quale avrete versato un cucchiaio d’olio e due bicchieri d’acqua leggermente salata e acidulata con il succo di limone. Mettete ancora un filo d’olio sui carciofi, incoperchiate e fate cuocere a fuoco moderato per circa mezz’ora finché il liquido sarà evaporato. Varianti: alcuni non usano l’acciuga, altri la sostituiscono con salsiccia di maiale sbriciolata.
Carciofi ripieni III
di Karina

Ingredienti per tre persone (due carciofi a testa):
6 carciofi
2 uova
100g di formaggio piccante
100g di mortadella
Pan grattato
Parmigiano grattugiato
Sale e pepe
Aglio
Prezzemolo

Preparazione:
Preparazione del ripieno: sbattere le uova e unirvi sale, pepe, formaggio e mortadella tagliata a tocchetti, pane grattato e parmiggiano per rendere il composto solido. Procedimento: levare dai carciofi le foglie più legnose e sfilare la parte del busto; aprirli leggermente e dopo averci messo un pò di aglio sbriciolato, prezzemolo, sale e pepe, inserirvi il ripieno che dovrà essere spolverato con pan grattato e un filo di olio. Posizionarli in pentola. Controllare di tanto in tanto l'umidità, se manca aggiungere acqua. Cuocere finchè la parte di sopra non appare dorata.
Carpaccio con carne di struzzo
di Pizzo40

Ingredienti:
Fesa di struzzo tagliata fine
Olio
Sale e pepe
Formaggio a scaglie (tipo grana o pecorino)
Sedano

Preparazione:
Stendere le fettine di fesa di struzzo su un vassoio, cospargerle di sale, pepe e olio d'oliva. Con il formaggio fate delle scaglie e cospargetele sopra la carne. Aggiungete il sedano tritato, ancora un filo d'olio, un poco di pepe, mettere in frigo per un ora e servire.
Coniglio alla ligure
di Teagatta

Preparazione:
Tagliare a pezzi e rosolare con poco olio o burro, aggiungere una cipolla carota timo o santoreggia e una cucchiata di olive (se trovi le piccole liguri presso i delicatessen non le greche che sono amare e molli). Rosolare ancora un poco. Aggiungere un bicchiere di vino bianco, sale e pepe e completare la cottura a fuoco lento. Togliere il coniglio dalla pentola e deglassare il fondo con un cucchiaino di miele.
Cotoletta alla milanese
di mbeps

Preparazione:
Passare le fettine prima nella farina (opzionale; io non la uso, ma mi si dice che ci vada), poi nell'uovo sbattuto con sale e prezzemolo, ed infine nel pangrattato. Se si vuole esagerare, a questo punto ripassare di nuovo nell'uovo e nel pangrattato (la famigerata "doppia panatura" di mezzo centimetro). Friggere in abbondante olio semibollente (quel tanto che basta perche' faccia la 'schiumetta'), pare che assorbano meno olio se l'olio e' abbondante che non se l'olio e' quanto basta per ungere la padella. Olio d'extravergine d'oliva (piu' sano) od olio di girasole/semi vari ecc (piu' da "fritto" e croccante), questo e' il dilemma...
Crepes alle pere, gorgonzola e stracchino
di ghia

Ingredienti:
65g di burro
300g di farina
150g di gorgonzola
1l di latte
150g di stracchino
4 uova
noce moscata
200 grammi di parmigiano
5 pere
Sale e pepe q.b.

Preparazione:
Unire le uova, mezzo litro di latte e 250g di farina, mescolando con una frusta. Sigillare la ciotola con la pellicola trasparente e lasciare riposare per circa 60 minuti. Mettere sul fuoco una padella da crepes ed ungerla leggermente di burro quindi fare le crepes. Tagliare le pere e farle rosolare in una noce di burro. Preparare la besciamella (50g di burro e 50g di farina, far amalgamare ed aggiungere mezzo litro di latte a filo. Aggiungere il sale e la noce moscata e far rapprendere; oppure la compri e BASTA!). Nella besciamella aggiungere il gorgonzola e lo stracchino. Spalmare su ogni crêpes il composto precedentemente preparato e le pere, quindi piegarle in quattro e allinearle, leggermente accavallate. Spolverarle con il formaggio grattugiato, passarle nel forno ben caldo per una decina di minuti.
Fagiolata alla Trinita'
di mbeps

Preparazione:
Cuocere i fagioli (borlotti o cannellini), meglio se in pentola a pressione per risparmiare tempo, fino a che cominciano appena appena a "sfarinarsi" (la "cremina" e' fondamentale ). Contemporaneamente, sbollentare e infilzare alcune salsicce per far fuoriuscire ben bene il grasso. Quando fatto, tagliare le salsicce a fettine di circa due centimetri. In una padella dai bordi alti od in un wok mettere poco soffritto con poco olio extravergine d'oliva, e dopo un paio di minuti porre i fagioli *a fuoco basso*. Ai primi vaghi segni di bollore, aggiungere della passata di pomodoro o dei pomodori a pezzettoni e, dopo una decina di minuti, le salsicce, origano, peperoncino (o chili) e basilico ed altri aromi a piacere. Mescolare ogni tanto con un cucchiaio di legno. La fagiolata e' pronta nel momento in cui il liquido di cottura si e' ristretto ed il tutto si presenta denso e cremoso. Accompagnare con diverse fette di pane, bruschette o crostini.
Fagiano in crosta di pangrattato
di Teagatta

Preparazione:
La sera prima sbattere 2-3 uova con il succo di 1-2 limoni. Metterci a bagno la carne a pezzi. Al mattino rigirarla, sgocciolare, passare nel pan grattato e mettere in una teglia antiaderente con fiocchi di burro sopra e sotto, sale e pepe. 45' in forno a 200°C, rigirare a metà cottura. Io li ho serviti con porcini impanati.
Filetto di manzo al Barolo
di giuliartz

Ingredienti per quattro persone:
900g di polpa di manzo
Una bottiglia di Barolo
30g di burro
4 cucchiai di olio
Un cucchiaio scarso di fecola
Una costola di sedano
Una cipolla
Una carota
3 foglie d´alloro
Sale e pepe in grani

Preparazione:
Sbucciate e tagliate a pezzi la cipolla. Pulite, lavate e tagliate grossolanamente il sedano. Raschiate, lavate e affettate la carota. Mettete in una terrina il Barolo con gli ingredienti preparati, l´alloro lavato e alcuni grani di pepe. Quindi immergetevi la carne e lasciatela marinare per 2-3 ore. Dopodiché scolate la carne e legatela con rete da cucina. Fate sciogliere in una casseruola il burro con l´olio, adagiatevi la carne e fatela rosolare, poi salatela. Filtrate il vino della marinata, mettetelo in una casseruolina, fatelo ridurre e aggiungetelo alla carne, che farete sobbollire a fuoco basso e semicoperta per 2 ore circa. Toglietela dal recipiente e tenetela in caldo. Stemperate la fecola con un pò di fondo di cottura, quindi rimettete il tutto nella casseruola e fate sobbollire per 5 minuti. Servite la carne affettata con la salsa calda.
Filetto in crosta di funghi
di nnica

Ingredienti per otto persone:
1,8Kg di filetto di manzo
400g di funghi porcini
150g di prosciutto crudo
80g di burro
Brandy
Sale e pepe
Per la pasta: 400g circa di farina, 50g di burro, un tuorlo, latte e sale

Preparazione:
Impastate la farina con un pizzico di sale, il burro a pezzetti e l'acqua necessaria per ottenere una pasta morbida ed elastica. Mettetela in frigorifero. Affettate i funghi e fateli leggermente rosolare in un tegame con 40g di burro; spruzzateli di brandy, infiammate e quando la fiamma si spegne salate, pepate e continuate la cottura per 5 minuti. Legate il filetto, salatelo, pepatelo, mettetelo in una teglia con 30g di burro, quindi fatelo rosolare velocemente. Sgocciolate la carne e ricopritela con i funghi, poi fasciatela nelle fette di prosciutto. Stendete la pasta in un rettangolo sottile e con questo avvolgete la carne; sigillate bene le estremità, poi fate delle incisioni sulla superficie e spennellatela con il tuorlo sbattuto con poco latte. Appoggiate il filetto su una placca foderata con carta speciale leggermente imburrata, poi mettetelo in forno già caldo a 200°C e cuocete per 40 minuti circa. Trasferite il filetto su un piatto da portata e servite.
Fricassea di patate
di nnica

Ingredienti:
1Kg di patate
2 grosse cipolle
2 scalogni
2 fette di lardo
2 cucchiaini di farina
2 cucchiai di santoreggia
20cl di vino bianco secco
Sale e pepe

Preparazione:
Pelate le patate e tagliatele a rondelle abbastanza spesse. Pelate e affettate anche scalogni e cipolle. Dopo aver eliminato la cotenna dal lardo, tagliatelo a dadini. Nel frattempo fate scaldare il forno a 150°C. Fate rosolare a fuoco dolce i dadini di lardo insieme a cipolla e scalogno, mescolando di tanto in tanto. Continuate la cottura finché scalogni e cipolle non risultano trasparenti. A questo punto distribuite metà delle patate sul fondo della cocotte, salate e pepate, spolverizzate con un cucchiaio di farina e uno di santoreggia, fate un altro strato con le patate e spolverizzate con la restante farina e la santoreggia. Salate e pepate, irrorate col vino bianco, coprite e mettete nel forno. Fate cuocere per circa due ore.
Frittata alla Gran Maestro
di Il Comandante

Ingredienti:
3-4 uova di gallina fresche (messe in acqua devono affondare come sassi, non devono fluttuare o peggio galleggiare)
Olio d'oliva (!)
Sale
Origano
Parmigiano
Pecorino romano
2-3 foglie di basilico intere
4 sottilette o 150g di fiordilatte
Una padella antiaderente
Una paletta "chigia-magic" in legno

Preparazione:
Questa e' veramente alla portata di tutti, purchè si seguano alcuni passi fondamentali. Preparare in un piatto fondo le uova complete d'albume aggiungere due pizzichi di sale, l'origano in polvere, il parmigiano grattato ed un pizzico di pecorino. Agitare bene fino a mescolare omogeneamente. Mettere la padella sul fuoco molto basso, aggiungere poco (un filo) d'olio d'oliva e fate ungere tutto il fondo e il bordo interno. Appena caldo ma non bollente, versate il contenuto del piatto di cui sopra. Quando l'uovo va cuocendosi con l'aiuto della paletta girare uno dei bordi per due dita ed attendere che si saldi al resto. Disporre al centro le sottilette o il fiordilatte a fettine e dopo poco appena queste iniziano a fondere rigirare la frittata su se stessa partendo dal lembo gia' saldato facendo assumere al tutto la forma del fagottino. Quando l'esterno della frittata cambia colore dal giallo/arancio verso il bruno, e dopo averla rigirata, allontanare dal fuoco e passare il fagotto in un piatto piano e guarnite col basilico.
Frittata di cipolle e zucchine
di ghia

Ingredienti:
600g di zucchine
400g di cipolle bianche
2 cucchiai di latte
4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
Un pizzico di pangrattato
4 uova
Basilico
Prezzemolo
Sale e pepe q.b.

Preparazione:
Spellare ed affettare le cipolle e le zucchine. Scaldare tre cucchiai d'olio in una larga padella e, a fuoco moderato, farvi appassire le cipolle mescolandole spesso. Quando saranno diventate trasparenti e prima che prendano colore, unirvi le zucchine, alzare la fiamma e cuocere per circa mezz'ora, mescolando spesso. Insaporirle con sale e pepe e toglierle dal fuoco non appena saranno cotte ma ancora consistenti. Sbattere le uova in una terrina, salarle e mescolarvi le zucchine tiepide, il prezzemolo ed il basilico tritati, il latte ed il pangrattato. Scaldare un cucchiaio d'olio in una padella antiaderente, versarvi il composto di uova e pareggiare. Cuocere la frittata in maniera uniforme quindi rigirarla, terminare la cottura e servire.
Frittelle di zucca
di lpx99

Preparazione:
Si prendono le fette di zucca, si toglie loro la buccia, si tagliano a pezzi e si mette e bollire in acqua e sale (a seconda del tipo di zucca ci vorra' un po' di tempo). Quando con la forchetta diventa facile bucare la zucca, scolare e raffreddare. Una volta raffreddata abbastanza schiacciatela con una forchetta aggiungete le uova, il formaggio grattuggiato, un po' di noce moscata e legate il tutto con la farina se troppo molle o aggiungete del latte se l'impasto e' troppo duro. Lasciate riposare una mezz'ora (aggiuingete altra farina o scolate se la zucca ha fatto dell'acqua nel frattempo) e poi friggete in olio d'oliva naturalmente fuoco alto. Le polpette saranno della grandezza che vorrete, meglio se simili ai falafel: 5-6 cm diametro.
Gateau di patate
di Caotica

Ingredienti:
200g di prosciutto cotto
1Kg di patate (preferibilmente quelle piccole)
2 mozzarelle
Un bicchiere di latte
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
Un pizzico di sale
Una spolverata di noce moscata

Preparazione:
Imburrare una pirofila, spolverarla con del pane grattato. Pelare le patate e schiacciarle nella pirofila. Aggiungere la mozzarella ed il prosciutto tagliati a dadolini, il latte, il sale, la noce moscata. Mischiare per bene. Ricoprire con del pan grattato (badate bene a non eccedere!). Adagiare qualche fiocchetto di burro sullo sformato e infornarlo ad una temeperatura di circa 150-180°C per 20-30 min.
Gulasch
di caffenero

Ingredienti:
500gr di Manzo o Vitello
400gr di pomodori tagliati a cubetti
Tre grosse cipolle (circa 400gr)
Un cucchiaino di paprica (o piú per aumentare il piccante)
Una punta di cucchiaino di cumino macinato
Un pizzico di timo e maggiorana (poco!)
Uno spicchio d'aglio
Un cucchiaio di farina
Mezza tazza di brodo vegetale
Tre cucchiai d'olio
Qualche patata (non troppo grandi)
Una pentola a pressione

Preparazione:
Affettare le cipolle e tagliare la carne a tocchetti (circa 3cm). Mettere l'olio nella pentola a pressione e far appassire le cipolle (senza coprirle!). Quando saranno morbide aggiungere la carne e farla rosolare per un paio di minuti. Spolverare il tutto con la farina, la paprica e le altre spezie, aggiungere l'aglio e mescolare bene il tutto. Aggiungere poi i pomodori, il brodo e aggiustare di sale. Chiudere la pentola a pressione e far cuocere il tutto per 30 minuti. Dieci minuti prima del termine della cottura mettere a lessare le patate sbucciate in acqua leggermente salata. A cottura ultimata aprire la pentola e aggiungere le patate, non ancora completamente cotte, al gulasch e continuare la cottura con fuoco moderato. Togliere dal fuoco quando le patate saranno cotte e la salsa avrá raggiunto la consistenza desiderata.
Halibut (o platessa) al forno con vino bianco
di Galet

Ingredienti per due persone:
400g di filetti di halibut
Olio
Timo (o qualche erbetta equivalente)
Un bicchiere di vino bianco
Pane grattugiato
Prezzemolo tritato
Un paio di spicchi di aglio

Preparazione:
Facilissima, 30 min. Accendere il forno a 190°C. Ungere leggermente una teglia con poco olio e passarvi i filetti di halibut, in modo che si ungano un po' anche quelli da tutti i lati. Adagiare i filetti nella teglia. Macinare poco pepe sui filetti di pesce e aggiungervi un po' di timo (o erbette a piacere). In una ciotola mischiare pane grattugiato, aglio tagliato finissimo e il prezzemolo tritato. Ricoprire il pesce con questo composto. Aggiungere un dito di vino nella teglia e infornare per 20 min circa. Verso fine cottura accendere il grill se si desidera dorare il pesce. Servire con lo stesso vino di cottura.
Kebab del Kurdistan
di lpx99

Preparazione:
Prendere della polpa di agnello/montone se la trovi, altrimenti va bene anche normale di manzo 500g. Tritare finemente una cipolla e dell'aglio far rosolare con poco olio finche' non imbiondisce, farla raffreddare poi mettere nel mix la carne, la cipolla, del coriandolo, uno o due semi di cardamomo, un po' di succo di limone e della paprika non piccante. C'e' anche un'altra polvere rossa che proviene dalle bacche di melograno essiccate e macinate con paprika ma credo che fuori dall'Iran siano difficili da recuperare. A questo punto se hai delle lame per kebab devi avvolgere attorno la carne se no fai delle "polpette" oblunghe e poi metti sulla griglia a fuoco molto alto. Da servire con riso pilaf (sempre usando riso bianco e giallo) yogurth condito sale e cetriolo tagliato finissimo.
Manzo alla birra
di Elen@

Preparazione:
Si caccia in una pentola a pressione nell'ordine: una busta di zuppa di cipolla pronta (quelle che é solo aggiungerci l'acqua) una scatoletta di passata di pomodoro, una lattina di birra scura, si mescola tutto. Poi si aggiunge un pezzo di manzo sugli 8 etti, si chiude la pentola e quando comincia a fischiare s'abbassa la fiamma e si lascia passare un'ora. Si scoperchia, si affetta la carne e si serve con la salsina e un riso in bianco o partate doree. Oggi ho tentato una versione diversa: assieme al tutto ho messo carore e sedano a pezzetti, poi ai 50 min ho aperto e ci ho messo dentro delle patate a pezzettoni. Ancora 10-15 min et voilá un piatto completo.
Melanzane alla parmigiana
di Clitennestra

Preparazione:
Tagliare le melanzane a fette (prima di friggerle si possono mettere nel microonde per ammorbidirle o lasciarle un paio d'ore sotto sale), friggerle in olio abbondante e molto caldo (così si inzupperanno d'olio il meno possibile). In una teglia mettere uno strato di salsa di pomodoro (precedentemente cucinato) uno strato di melanzane, ancora pomodoro, mozzarella, parmigiano, un uovo bollito tagliato a pezzettini... ripetere il tutto con un altro strato e ricoprire di abbondante parmigiano e mozzarella. Infornare a 180°C per circa 30 min.
Melanzane alla parmigiana II
di Galet

Preparazione:
Taglia le melanzane a fette e falle "sgocciolare" come al solito, con un po' di sale sopra, poi lavale e asciugale. Poi, cuocile nel microonde, per 10 min (800Watt), coperte con della carta per microonde. Il resto e' facile: dopo averle cotte cosi' nel microonde prepara una teglia e disponi uno strato di melanzane, uno di sugo di pomodoro (preparato a tuo piacimento), uno di mozzarella, e cosi' via. Un po' di grana sopra, e poi in forno per 25 minuti circa a 180°C. Vantaggi rispetto alla melanzana fritta: non ti si impuzza la casa di fritto per una settimana. Rispetto alla melanzana alla griglia: impieghi molto meno tempo. Ok, ok, ora posso subire tutte le critiche di chi dira' che senza melanzana fritta non e' parmigiana... E la doppia frittura? Vogliamo dimenticarcela? Friggi prima le melanzane senza nulla, poi passale nella farina e nell'uovo e ri-friggile... Non e' uno scherzo, alcuni le fanno cosi', e devo dire che sono buone.
Morzeddhu
di Sansinato

Ingredienti:
500g di trippa di vitello cotta
500g di cipolline novelle
400g di pane raffermo
70g di pecorino grattuggiato
Una cucchiaiata di sugna
2 peperoncini rossi piccanti
Sale

Preparazione:
Lessate nuovamente la trippa in acqua salata, asciugatela e tagliatela in sottili striscioline. Tagliate in spicchi le cipolline e mettetele in un tegame con la trippa, il sale, la sugna e acqua sufficiente a coprire bene tutto. Fate cuocere per circa un'ora a recipiente coperto. Affettate il pane, tostatelo, strofinatelo col peperoncino piccante e mettetelo sul fondo della zuppiera. Versatevi sopra la zuppa bollente e servite spolverizzando di pecorino.
Moussaka
di Lunag / mbeps

Ingredienti:
700g di spalla d'agnello disossata
700g di melanzane
175g di cipolle
225g di pomodori
150ml di olio d'oliva
Un cucchiaino di spezie varie (allspice)
Cucchiaio di prezzemolo
425g di besciamella
Sale w pepe nero macinato fresco
Per la copertura:
Un uovo grande
Pizzico abbondante di noce moscata
75g di formaggio tipo cheddar

Preparazione:
Privare le melanzane delle due estremita', ma senza pelarle. Tagliarle a fette di circa 6mm. Mettere in uno scolapasta, cospargere con sale e lasciare a scolare per circa mezz'ora. Pelare ed affettare le cipolle; pelare, togliere i semi e tagliare i pomodori. Prima di cucinare, asciugare le melanzane con della carta assorbente. Scaldare tre cucchiai d'olio in una padella a fiamma bassa e, quando caldo, friggere le melanzane finche' diventano tenere girandole una volta. Togliere e mettere ad asciugare in carta assorbente. Aggiungere altro olio se necessario. Quando tutte le melanzane sono fritte, ripristinare il livello dell'olio e friggere le cipolle finche' sono dorate. Aggiungere la carne e friggere. Aggiungere i pomodori, le spezie, il prezzemolo, sale e pepe. Mescolare a dovere, coprire e cucinare a fuoco moderato per 20-25 minuti. Preriscaldare il forno a 180°C. In una teglia abbastanza profonda, porre strati alternati di carne e melanzane, con l'ultimo strato superiore di melanzane. Scaldare la salsa besciamella a fuoco basso. Separare l'uovo e a parte mescolare il rosso, la noce moscata, sale e pepe nella salsa. Conservare il bianco dell'uovo per altro uso. Versare la salsa sulla superficie della teglia; grattare il formaggio sulla salsa. Infornare per 45 minuti finche' la parte superiore e' dorata e fa le bolle.
Orata alle olive con patate
di Caotica

Ingredienti:
Un'orata
Una decina di olive al forno (possibilmente succose o sott´olio)
Olio extravergine
Sale grosso
Uno spicchio d'aglio
Prezzemolo fresco
Pepe

Preparazione:
Scegliete una bella orata (piccola se per una persona), squamatela grattandola con delle forbici, taglietele le pinne laterali e tutto cio`che eccede, recidete la parte inferiore della pancia e pulitela delle interiora, lavatela sotto acqua fredda. Imbottitele la pancia con con le olive che avrete snocciolato e tritato, qualche chicco di sale grosso, l´aglio tritato ed il prezzemolo tritato. Poggiatela cautamente in una pirofila ricoprendola con un filo di olio, sale e pepe. Nel frattempo accenmdete il forno a 180°C. Lavate, pelate e tagliate le patate a dadini, riponendole nella pirolfila. Ricopritele del trito di olive, prezzemolo, sale e pepe, olio. Infornate il tutto per circa 20-30 min.
Ossibuchi
di Teagatta

Preparazione:
Rosola nel burro, sfuma con vino, aggiungi un po'di burro e solo allora le cipolle tritate. Quando sono rosolate, sale pepe e poco concentrato pomodoro. Copri a filo con acqua senza esagerare e fai cuocere 30' se ti piaccono sottili, 60' se vuoi i tradizionali alti 4 cm. Alla fine spalma la gremolata sul midollo: per farla, trita aglio, prezzemolo, scorza di limone e mezza acciuga salata.
Patate al forno con salsicce e besciamella
di Micia Gattai

Preparazione:
Lessare un chilo di patate, pelarle e tagliarle a pezzetti. Preparare la besciamella a parte in questo modo: versare in un pentola mezzo litro di latte, tre cucchiai da tavola di farina, un pizzico di sale e unire 30g di burro; porre sul fuoco e, mescolando sempre, portare ad ebollizione e spegnere. Far dorare in una teglia le salsicce (almeno tre) con un po'di margarina. A questo punto, in un'altra teglia imburrata, tagliare a pezzetti le patate, aggiungervi le salsicce affettate, pezzetti di provola (se facilmente reperibile; comunque va bene qualsiasi formaggio non tenero), versarvi la besciamella, spolverare del parmigiano e infornare per una mezzora.
Peperoni ripieni
di Lunag

Ingredienti per sei persone:
12 peperoni
1Kg di melenzane
100g di olive nere piccole
50g di capperi
250g di pane raffermo
5 o 6 alici salate
Un pò d'aglio
Prezzemolo
Olio
Pepe e sale

Preparazione:
Lavate le melenzane, tagliatele a dadini e friggetele in abbondante olio. Fiammeggiate i peperoni fino a che la pelle sia bruciata, spellateli SENZA FARLI ROMPERE e privateli del torsolo e dei semi. In una padella appena unta d'olio fate soffriggere il pane tagliato a dadini, le olive snocciolate e divise a metà, i capperi dissalati, le acciughe tagliate a pezzetti e private della spina, l'aglio tritato. Spegnete e aggiungete prezzemolo tritato e pepe. Aggiungete, poi, le melenzane che avevate fritto a parte e imbottite con questo miscuglio i peperoni. Disponeteli in una pirofila unta IN UN SOLO STRATO, irrorate con un altro pò d'olio e un pizzico di sale. Passate in forno caldo per 40 minuti circa.
Peperoni ripieni II
di Elen@

Ingredienti per quattro persone:
4 peperoni
150g di pan grattato
40g di uvetta sultanina e pinoli
120g di caciocavallo fresco
2 acciughe
30g di capperi
Olio extra vergine d'oliva
Sale e pepe q.b.

Preparazione:
Lavate i peperoni, svuotateli e togliete il picciolo che metterete da parte per utilizzarlo come coperchio dopo averli rlempiti. Mettete una padella su fuoco moderato con un cucchiaio di olio. Quindi aggiungete l'uvetta, i pinoli, le acciughe tagliuzzate, il pan grattato, il caciocavallo fresco a pezzetti, i capperi lavati bene, sale e pepe e irrorate con olio quanto basta. Mescolate il tutto e riempite i peperoni. Tappateli con il picciolo e disponeteli in una pirofila. Infornate a circa 220°C per 45 minuti.
Pesce all'iraniana
di lpx99

Preparazione:
Prendere dei pesci nornalmente di fiume tipo trota, ma ho visto che funziona anche con quelli di mare. Almeno 20 25 cm (dipende dalla pirofila usata). Eviscerarli, passarli nella farina e metterli nella pirofila da forno. A parte sbattere delle uova con sale, pepe e zafferano (dovrebbe essere un uovo per pesce ed una bustina ogni due uova, dipende of course dalle dimensioni dei pesci e delle uova). Mettere il tutto in forno a 220 gradi e cuocere finche' il pesce non e' cotto (in Iran cuociono molto poco i cibi restano sempre un po' rosati voi fate come vi pare). Come contorno si possono servire verdure bollite, patate al forno oppure tortini di riso.
Pesce bianco all'acqua pazza
di Il Comandante

Ingredienti:
400g di pesce a persona
(Le migliori specie da cucinare in questo modo sono: Dentice, Orata, Cefalo - o Muggine-, Ricciola media)
Olio d'oliva
Prezzemolo fresco
Basilico secco tritato finissimo
Mezzo bicchiere di vino bianco secco
Sale
Chi puo', mezzo bicchiere (100cl) di acqua di mare
(Si' avete capito bene mezzo bicchiere di acqua di mare!!)

Preparazione:
Pulire il pesce ma NON SQUAMATELO! Disporre il pesce in una teglia rettangolare in grado di contenerlo comodamente con un bordo di almeno 4-5 centimetri. Riscaldare bene il forno a circa 220°-250°C. Preparare a parte con un frullino o con frullatore in una ciotola capiente una pozione liquida con 500ml di acqua dolce, 150 ml di olio di oliva extravergine, prezzemolo tritato, basilico secco in polvere finissimo, acqua di mare, vino bianco, sale fino marino (meglio se non salgemma). Infornate la teglia avendola pero' dapprima riempita per un dito con la pozione di cui sopra e bagnato copiosamente con un cucchiaio il pesce che infornate. Ogni tre minuti continuate a bagnare il pesce abbondantemente sia internamente che su tutto il corpo, non giratelo mai ma assicuratevi che sia umido ogni tre/cinque minuti e non fate mai seccare la teglia controllando che sia sempre presente del liquido per almeno 3/4 millimetri. Dopo circa 25 minuti sara' cotto, sicche', spegnete il forno ed aprite leggermente la porta di questo facendolo raffreddare lentamente e continuandolo a bagnare con il liquido.
Pollo ai lychees
di Cristianita

Preparazione:
Tagliare a pezzettini un petto di pollo e spolverarlo nella farina bianca, farlo friggere in poco olio di semi fino a che diventa bello dorato. Aggiungere mezzo peperone rosso tagliato a pezzetti e una cipolla media a pezzetti, lasciare cuocere per 5 minuti poi aggiungere i lychees in scatola sgocciolati. Dopo 2 minuti aggiungere mezza tazza d'acqua calda in cui avrete aggiunto un dado di pollo, 3 cucchiai di polpa di pomodoro, 1 cucchiaio di zucchero, sale e pepe. Lasciare cuocere a pentola scoperta finché l'acqua evapora. Servire con riso bollito bianco.
Pollo al cacao e peperoncino
di lpx99

Preparazione:
In Messico fanno il pollo con una salsa di cacao e peperoncino, si potrebbe pensare di sostituire il cacao con la nutella. Stemperare della polvere di peperoncino con dell'olio e dell'aglio in polvere e aggiungere il cacao o la nutella diluita probabilmente in un poco di latte (o creme freiche). La consistenza finale e' quella di una passata di pomodoro per intenderci, il colore e' scuro (se si usa cacao nero in polvere ma dovrebbe esser piu' chiaro con la nutella). Ci si condisce il petto di pollo fatto alla plancia e normalmente ci si versa sopra la salsa. Accompagnare con guacamole, passata di fagioli, insalata e creme freiche.
Pollo al curry
di roberta.it

Ingredienti:
Filetti di petto di pollo tagliati sottili
Panna liquida
Curry
Mango chutney
Riso integrale
Insalata mista
Un piccolo mango maturo
Olio
Sale e pepe
Limone

Preparazione:
Cuocere il riso integrale in acqua salata. Cuocere i petti di pollo tagliati sottili in una bistecchiera (piastra da carne ai ferri). In un pentolino antiaderente far scaldare della panna liquida, aggiungervi della polvere di curry e sale q.b fino ad ottenere una crema giallo scura. Immergere i filetti di pollo nella crema. Montare il piatto: uno o due filetti di pollo alla crema, una montagnetta di riso e due cucchiaiate di mango chutney (che si mangia con la carne). A parte servire l'insalata di foglie verdi miste a cui avrete aggiunto fettine di mango.
Pollo al curry alla mbeps
di mbeps

Preparazione:
Fate a tocchetti un petto di pollo intero. Il giorno prima: tostare semi di senape e pepe nero e/o bianco in una padella antiaderente insieme a cannella e zenzero finche' non si spande l'odore delle spezie in cucina, quindi macinare/polverizzare il tutto ed aggiungere al pollo e le altre spezie. Quindi ancora aggiungere coriandolo e peperoncino (meglio se quello rosso calabrese o comunque italiano), parecchia polvere di curcuma (turmeric, la spezia tipica del curry) e cumino. A questo punto aggiungere olio, sale, un filo di aceto, uno o due spicchi d'aglio, una cipolla spaccata in quattro, un goccio di passata di pomodoro se vi va ed il succo di un limone spremuto. Mischiare il tutto con le mani in una ciotola capace e porre in frigo per tutta la notte od almeno 12 ore. Il giorno dopo: nel wok (od altra padella antiaderente) fare appassire altra cipolla nell'olio extravergine di oliva; quando la cipolla e' passita, aggiungere un peperone giallo ed un peperone rosso a tocchettini di circa 2cm, e dopo 10 minuti aggiungere anche il contenuto della ciotola mischiando con un cucchiaio di legno a fuoco medio/basso. Il tutto sara' pronto quando si formera' una crema nel wok ed i liquidi (del pollo, dei peperoni, della cipolla ecc.) saranno 'asciutti'. Se del caso ed a seconda dei gusti, aggiungere latte o crema di cocco per un risultato piu' cremoso. Variando le quantita' di spezie si otterra' un risultato diverso a seconda dei casi. 10 minuti prima della fine della cottura, tagliare due lime (limoni verdi) a meta' ed 'immergerli' con la parte interna nella salsa del curry 'in formazione'. Servire assieme a riso (bianco, basmati od integrale) oppure (meglio ancora secondo me) cous-cous. Laborioso ma risultato garantito!
Pollo al curry versione veloce
di Lololotta

Preparazione:
Versione dolciastra: Tritare aglio e cipolla. Soffriggere con un cucchiaino di curry in polvere (comprato al super). Aggiungere un peperone rosso a dadini (2-3 cm) e qualche verdura verde per fare colore (io metto o i fagiolini o le zucchine a pezzetti). Aggiungere il pollo a pezzetti e quando è più o meno cotto aggiungere 200ml di panna. Aggiungere un cucchiaino (o più) di zucchero e il sale e una foglia d'alloro. Lasciare sobbollire un po' che si insaporisca bene e si cuociano le verdure. Assaggiare e aggiungere curry/zucchero a piacere. Aggiungere un cucchiaino di maizena per raddensare un po' la panne e voilà. Servire caldo con riso bollito. Al posto della panna il latte di cocco sarebbe più indicato ma a me non piace. Per la versione piccante non mettere zucchero ma un po' di peperoncino e passata di pomodoro e/o pomodori a pezzi al posto della panna.
Pollo all'iraniana
di lpx99

Preparazione:
Prendere 500g di petto di pollo e tagliare a cubetti. Aggiungere cipolla e aglio tagliata finissima due semi di cardamomo e iniziare a rosolare il tutto con un filo d'olio. A parte: a 400g di yogurt bianco (anche magro se volete)unire due bustine di zafferano e mescolare. si aggiunge al pollo e si cuoce a fuoco alto finche' non si asciuga quasi tutto lo yogurt. Nel frattempo si preparano 2 bicchieri di riso tipo Basmati con 4 bicchieri d'acqua (dado o sale per la cottura) facendo evaporare tutta l'acqua (assaggiate se il riso e' cotto of course). Un altro bicchiere di riso con due bicchieri d'aqua (dado o sale) si cucina a parte ed a fine cottura si aggiunge una bustina di zafferano e grani di melograno (se non ce l'avete un po' di uvetta e limone). Si prepara alla base il letto di Riso, poi si versa il pollo ed infine si copre con il riso giallo. Si guarnisce con Pistacchi o mandorle spezzettate e dell'altro melograno in cima.
Pollo speziato all'indiana con spinaci
di Caffenero

Ingredienti:
750g di petto di pollo
250g di spinaci (scongelati e strizzati)
200g circa di pomodori a pezzetti
2 cucchiai d'olio
Una cipolla tritata (non troppo finemente)
3 spicchi d'aglio tritato
Un cucchiaio di zenzero fresco tritato
Un cucchiaino di cumino macinato
Un cucchiaino di coriandolo
Un cucchiaino di paprica
Mezzo cucchiaino di curcuma
Un pizzico di cannella
2 cucchiaini di sale
2 peperoncini freschi piccanti puliti e tritati
Mezzo vasetto di panna liquida
Una tazza e mezzo d'acqua

Preparazione:
In un'ampia pentola cuocere a fuoco moderato la cipolla con i due cucchiai d'olio. Quando la cipolla inizia ad ammorbidirsi, dopo circa 3 min, aggiungere l'aglio e lo zenzero e continuare a cuocere per altri 2 min. Aggiungere tutte le spezie con un cucchiaino di sale e cuocere il tutto per un altro paio di min finché le spezie non emaneranno un profumo fragrante. Aggiungere poi i pomodori e i peperoncini, la panna, l'acqua e infine gli spinaci. Portare a bollore e poi abbassare la fiamma al minimo e facendo cuocere la salsa per altri 5-7 minuti. Aggiungere il pollo e terminare la cottura. Servire con riso basmati.
Polpettone di tonno
di ghia

Ingredienti:
10g di farina
150g di maionese
15g di pangrattato
2 patate
500g di tonno
150g di parmigiano
Un uovo
Sale q.b.

Preparazione:
Lessare le patate, sbucciarle e schiacciarle. Unirle al tonno sminuzzato, alla farina, al pangrattato, all'uovo ed al parmigiano grattugiato; regolare di sale e di pepe. Dopo aver dato al composto la forma di un polpettone, metterlo in forno e cuocere per circa 20-30 minuti a 180°C. A cottura ultimata, lascialo raffreddare, quindi taglialo a fette e servilo con la maionese.
Polpo affogato alla posillipina
di Il Comandante

Ingredienti:
Un polpo di circa 350g ben pulito (senza occhi e bocca)
2 scatole di pelati o 800g di pomodori freschi
2 spicchi d'aglio
Olio d'oliva
Sale
Basilico fresco a foglie

Preparazione:
In un pentolino di sufficiente capacita', introdurre l'olio d'oliva ed i due spicchi di aglio. Fare riscaldare l'olio senza soffriggere. Quando l'aglio e' divenuto "biondo" levarlo e introdurre i pomodori sminuzzati o le pelate e dopo cinque minuti salare. Quando le pelate o i pomodori si sono ammorbiditi immergere nella salsa sul fuoco il polpo tenendolo per la testa. Calarlo molto lentamente in modo da fare arricciare i tentacoli e assicurarsi che una volta dentro anche la testa sia immersa nel sugo. Dopo circa 15-20 minuti di cottura sara cotto. Per essere sicuri della sua cottura punzecchiare il polpo con la forchetta, il polpo sara' perfettamente cotto quando la forchetta lo fora con qualche difficolta' e senza che la pelle si stacchi dal corpo dello stesso. Nel condire la pasta, per poter dare un senso piu' "alla pescatora" al piatto che servirete, tagliate quattro degli otto tentacoli in pezzettini di 2-4 centimetri distribuendoli poi nei piatti che andrete a fare. Nota: se le persone saranno piu' di quattro, aumentare il numero dei polpi ma non la loro grandezza.
Pomodori ripieni di riso al forno
di Chiaretta_75

Ingredienti:
Pomodori grandi e maturi
Pancetta magra (o prosciutto crudo)
Riso bollito
Una mozzarella piccola

Preparazione:
Tagliare la calottina ai pomodori e svuotarli. Far saltare in padella la pancetta tagliata a tocchetti molto piccoli con un filo di olio, aggiungere il riso precedentemente bollito, la polpa dei pomodori, sale e pepe, e lasciare sul fuoco per qualche minuto, far raffreddare. Aggiungere la mozzarella o formaggio filante a cubetti, riempire i pomodori, chiuderli con la calottina e disporli in una pirofila unta. Farli cuocere in forno a 160°C per qualche minuto, giusto il tempo per far sciogliere il formaggio.
Provola o fiordilatte imbottito
di Il Comandante

Ingredienti:
Un fiordilatte da 250g per persona oppure una provola da 400g per coppia
Melenzane a funghetti (o dadini)
Una pelata
Due salsicce o carne trita
Origano
Sale
Olio d'oliva
Mollica di pane fresco sminuzzata

Preparazione:
Friggete le melenzane a dadini e lasciatele colare pressandole per eliminare l'olio. A parte grigliate le salsicce o cuocete la carne trita saltandola in padella antiaderente o altrimenti con un filino d'olio d'oliva. Preparate in un tegame una pelata a pezzettoni come per fare un sugo. Quando il sugo si sara' addensato mettevi i dadini di melenzane, la carne trita precedentemente cotta o le salsicce grigliate sbriciolate finemente. Lasciate cuocere il tutto per cinque minuti. Allontanate dal fuoco ed aggiungete la mollica di pane. Mischiate il tutto fino ad ottenere un pasticcio piu' o meno denso spruzzandolo leggermente di origano. Prendete i latticini e praticate ad ognuno da un lato un foro non passante. Nel fare il foro abbiate l'accortenza di farlo possibilmente di forma conica. Il pezzo che asportate intero conservatelo come futuro tappo del buco. Riempite i fori del pasticcio preparato pressandolo bene all'interno e tappate poi il foro. Disponete i latticini cosi' riempiti in una teglia ed infornate per 5-7 minuti in un forno ben caldo (220°C circa). Sfornare e servire 5-10 minuti dopo la cottura.
Quiche ai porri (con pasta brisée)
di Silviapd

Ingredienti:
Pasta brisée
250g di porri (solo la parte bianca)
50g di burro
2 uova
250cl di latte
Sale e pepe
(Parmigiano grattugiato facoltativo)

Preparazione:
Tagliare i porri in fettine sottili, poi rosolarli nel burro. Spalmare leggermente di burro una tortiera e rivestirla di pasta. Stendere sul fondo i porri, che nel frattempo si saranno raffreddati, versarvi sopra un composto preparato con uova ben sbattute, mescolate al latte e ben condite con sale e pepe. Mettere a cuocere in forno (tradizionale) molto caldo per almeno 3/4 d'ora. Questa quiche si mangia tiepida. La pasta brisée: 80g burro a dadini freddo di frigo 160g farina bianca, una presa di sale fino, 30g acqua ghiacciata. Mescolare il burro con la farina e il sale formando delle briciole. Aggiungere l'acqua fredda alle "briciole", impastando velocemente fino ad ottenere una palla di pasta che deve poi riposare in frigo per mezz'ora prima di essere utilizzata. COME CUOCERE LA QUICHE NEL MICROONDE: Una volta stesa la pasta nella tortiera, punzecchiatela con una forchetta e cuocerla scoperta nel microonde per 1 minuto e 30 secondi. Toglierla dal forno ed aggiungere il ripieno. Far cuocere altri 4 minuti nel microonde. Completare la cottura nel forno tradizionale ben caldo (in genere 10 minuti) per dare alla torta un bel colore dorato.
Quiche al caciocavallo
di Bringinchetta

Ingredienti:
Per la pasta brisée:
200g di farina
100g di burro
3dl d'acqua
Sale
Per il ripieno:
200g di caciocavallo
3 uova
3dl latte
Sale e pepe

Preparazione:
Lavorate la pasta e stendetela sottilmente nelle moules apposite. Sbattete le uova con il caciocavallo tagliato a dadini e versatelo nelle forme. Cuocete per 30min. a 250°C.
Ribollita
di Elen@

Ingredienti per quattro persone:
200g di fagioli secchi (canellini o toscanelli)
Due rametti di timo
600g di cavolo nero
Una cipolla affettata sottilmente
Un porro affettato
Una piccola carota tritata
Una costola di sedano tritata
Una punta di estratto di carne
Un rametto di rosmarino
Uno spicchio di aglio tritato
Mezza foglia di alloro
3 cucchiai di salsa di pomodoro
5 cucchiai di olio
Sale e pepe

Tempo di ammollo dei fagioli: 12 ore
Tempo di preparazione: 20 min
Tempo di cottura: 1 ora e 40 minuti)

Per accompagnare, fette di pane casereccio abbrustolite e strofinate con uno spicchio d'aglio

Preparazione:
Lasciate in ammollo i fagioli per una notte, il giorno successivo metteteli in una casseruola coperti d'acqua e fateli cuocere a fuoco bassissimo per circa un'ora o fino a quando saranno teneri salandoli solo a fine cottura. Lavate e scottate intanto per 5 minuti in acqua leggermente salata il cavolo nero, scolatelo e tagliatelo a striscette. Fate rosolare in una larga casseruola con l'olio, la cipolla,il porro, il sedano,l'aglio, la carota, l'alloro il timo e il rosmarino, aggiungendo quando la cipolla comincerá a colorirsi, il cavolo nero. Mescolate in modo che tutto s'insaporisca bene, salate, pepate leggermente, e lasciate rosolare ancora per 10 minuti, quindi unite i rami centrali, secchi di timo e rosmarino e unite la salsa di pomodoro, l'estratto di carne, i fagioli giá cotti, con tanta acqua di cottura quanta ne occorre x ottenere la quantitá di zuppa desiderata. Lasciare cuocere ancora per 15 min. sistemare le fette di pane nella zuppiera, versatevi sopra la zuppa e servite bollente.
Ribollita II
di Karina

Ingredienti:
12 fette di pane casalingo
350g di fagioli toscanelli secchi
6 mazzetti di bietola
Un mazzetto di cavolo nero
Mezzo cavolo verzotto
3 gambi di sedano
4 carote medie
4 patate
2 pomodori maturi
Un cucchiaino di concentrato di pomodoro
Una cipolla
Mezzo peperoncino rosso
Un rametto di timo
Un bicchiere di olio
2 spicchi d'aglio
Sale e pepe

Preparazione:
Mettere l'olio in un tegame di coccio molto capace, soffriggere cipolla, peperoncino tritati, e quando la cipolla si sarà imbiondita unite pomodori e il concentrato. Lasciar cuocere per pochi minuti e aggiungere i fagioli precedentemente lessati e passati (solo una parte), e tutte le altre verdure tagliate a pezzi. Unite 5 ramaioli di acqua fredda, salate, pepate e fate bollire a fuoco lento per 2 ore. Servire la zuppa in scodelle (per tradizione dovrebbero essere di coccio!) in cui si saranno posizionate due fette di pane abbrustolite e leggermente strofinate con aglio. Aggiungere un pò d'olio a crudo.
Rotolo di carne
di caffenero

Ingredienti per quattro persone:
Una fetta di fesa di vitello di circa 600g
150g di polpa di manzo tritata
100g di prosciutto crudo
100g di salsiccia
50g di pecorino fresco
50g di piselli sgranati
5 uova
Vino rosso
Una cipolla
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
Prezzemolo
Uno spicchio di aglio
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
Sale e pepe

Preparazione:
Rassodate 4 uova. Spellate e sbriciolate la salsiccia, mescolatela in tana terrina con il prosciutto crudo sminuzzato, un cucchiaio di prezzemolo tritato con l'aglio, i piselli, il formaggio tagliato a scaglie, la carne di manzo tritata, l'uovo rimasto e regolate di sale. Stendete la fetta di vitello sul piano di lavoro, distribuitevi sopra la farcia preparata, disponete al centro le uova sode sgusciate, avvolgete la carme su se stessa, formate un rotolo e legatelo con lo spago. Fatelo rosolare in una casseruola con l'olio e la cipolla a fettine, bagnate con mezzo bicchiere di vino, fatelo evaporare, unite il concentrato di pomodoro diluito in un bicchiere di acqua, salate, pepate e cuocete per un'ora circa a fuoco medio.
Salmone al forno
di Roberta.it

Ingredienti:
Un trancio di salmone
Pepe nero in polvere
Noce moscata
Sale
50g di burro
Un cucchiaio di capperi in salamoia
Patatine novelle
2dl di panna liquida
Limone
Yogurt naturale (facoltativo)

Preparazione:
Due ore prima mettere 2dl di panna in un vasetto, aggiungervi un cucchiaio di succo di limone e uno di yogurt naturale (oppure 2 di limone), rimescolare e poi lasciare riposare per 10 minuti. Coprire con una carta da cucina e conservare a temperatura ambiente per 24h (ma si può iniziare ad utilizzare prima) poi in frigo per non più di due giorni. Accendere il forno a 200°C. Ungere con abbondante burro una teglia; adagiarvi il salmone; spolverarlo di pepe, noce moscata e un po' di sale; cuocere in forno per mezz'ora circa (non deve essere nè troppo secco nè crudo). Sbucciare le patatine e lessarle in acqua salata. In un pentolino antiaderente far sciogliere il burro con i capperi, amalgamare il tutto e togliere dal fuoco. Servire il salmone con la salsa ai capperi accompagnato dalle patatine novelle e dalla panna acida.
Salmone all erbe
di Astrofalco39

Ingredienti:
Un filetto di salmone da 600g circa
Succo di un limone
Dragoncello
Prezzemolo
Bicchiere vino bianco secco
Una cipolla
2 cucchiai olio extravergine d'oliva
Sale, pepe nero e pepe bianco

Preparazione:
Pulire e parigliare il salmone, lasciare da parete i rimasugli e irrorarlo di limone, salarlo e peparlo. Tritare metà dragoncello, il prezzemolo e i rimasugli di salmone, amalgamandoli in una terrina. Spalmare il preparato sul salmone. Spennellare una terrina da forno con l'olio d'oliva, il dragoncello, i granelli di pepe nero, e versarvi il vino bianco. Adagiarvi il salmone, coprirlo con carta metallizzata e farlo cuocere a 180°C, per 15 minuti. Passare il fondo di cottura attraverso un colino, farlo ridurre un poco su fuoco moderato e accompagnarlo al salmone.
Salmone in crosta di sfoglia
di Teagatta

Preparazione:
Un salmone senza testa sventrato e SQUAMATO bene, rosolare in burro, spruzzare con vino bianco e salare. A metà cottura e oltre (20'a Kg.), spegnere, lasciare intiepidire, non raffreddare! Avvolgere in una pasta sfoglia già stesa dopo aver insaporito con pepe e i vostri aromi preferiti, maggiorana o aneto. Praticare alcune incisioni nella sfoglia per fare uscire il vapore. Forno a 200°C ventilato circa 15-20'.
Salmone ultra rapido
di daffodil

Ingredienti:
Un trancio di salmone da mettere in un contenitore per il microonde
Aglio a fettine
Prezzemolo tritato
Un pizzico di sale
Una cucchiaiata d'acqua

Preparazione:
Mettere sulla superficie del salmone l'aglio, il prezzemolo e il sale. Coprire con l'apposito coperchio forato da microonde. Far cuocere per un paio di minuti. Nel frattempo fare un battuto con un cucchiaino di succo di limone o aceto di vino e 3 di olio d'oliva. Quando il salmone è cotto versare il battuto sul salmone (puoi usare anche maionese o salsa tartara).
Spezzatino rapido per singles/studenti
di mbeps

Preparazione:
Premessa: ricetta per chi la sera torna affamato ma non ha voglia di aspettare due ore per mangiare; e' pronto in circa mezz'ora ma attenzione, il tempo di preparazione va moltiplicato per il numero delle persone che mangiano. Pelare due o tre patate e farle a tocchetti; mettere a bollire per 15 minuti o comunque finche' sono 'trapassabili' con una forchetta o quasi-lesse. Nel microonde cuocere una tazza di piselli surgelati per un minuto. Scolare le patate. In un wok o padella antiaderente cucinare un petto di pollo a tocchetti in un filo di olio e.v. d'oliva per circa tre-quattro minuti o comunque finche' perde il 'rosa' esterno. Aggiungere un cucchiaio di passata di pomodoro od equivalente concentrato (o salse pronte indian o chinese-style se vi va qualcosa di diverso). Mescolare con cucchiaio di legno finche' olio, pomodoro e 'succhi' del pollo cominciano a 'cremificarsi'. Aggiungere le patate (piu' piccole sono tagliate, prima si cucinano) e continuare a cucinare avendo cura di aggiungere un dito di bicchiere d'acqua, su fuoco medio/basso. Il tutto sara' pronto quando i 'liquidi' della padella saranno asciutti o 'cremificati'. Servire da solo con abbondante 'scarpetta' finale (capito il perche' della 'cremificazione'? ) oppure eliminare le patate dalla procedura e sostituire con riso o cous-cous. Tempo di preparazione (abbreviato dall'assenza delle patate) circa 25-30 minuti (poco piu' di un piatto di pasta). Anche qui, risultato garantito.
Stracotto d'asino
di lpx99

Ingredienti:
600g di carne d'asino
100g di burro
2 carote
2 cipolle
2 gambi di sedano
4-5 pomodori da salsa o 200g di passata
Rosmarino
4-5 foglie di basilico
Una foglia d'alloro
Un chiodo di garofano (due se piace)
Una bottiglia di lambrusco (va bene anche bonarda o barbera)

Preparazione:
Tagliare finemente tutte le verdure e farle soffriggere nel burro (oh yes). Aggiungere gli aromi il pomodoro e la carne tagliata a pezzetti come per lo spezzatino, innaffiare con il vino e lasciare cuocere a fuoco lento per 7-8 ore. Aggiungere del vino se si nota che la carne si asciuga troppo. Consigliata pentola in ghisa o in terracotta (mantengono meglio la cottura e piu' uniforme). Da servire con polenta normale o bianca (tipica mantovana o basso Veneto) mantenuta piu' liquida se possibile.
Strogonoff
di Micol

Ingredienti per quattro persone:
Carne di manzo magra
Una cipolla bianca o gialla
Mezzo litro di panna
Burro
Vodka

Preparazione:
Tagliare la cipolla a fettine metterla a rosolare in un tegame largo e piatto con un po` di burro. Quando e` dorata mettere la carne tagliata a strisce della misura di circa un dito. Aspettare che la carne rosoli e consumi tutta l'acqua che produce. Non aggiungere sale, altrimenti avrete ancora piu` acqua da consumare. Quando la carne e` rosolata e asciutta mettere un pochino di vodka, diciamo una spruzzatina velocissima, a fuoco molto alto, perche` deve consumarsi in un attimo. Mettete il sale, la panna che copra la carne e lasciate cuocere a fuoco bassissimo per circa 3 ore.
Torta di farro con ricotta e pecorino
di nnica

Ingredienti per sei persone:
250g di farro
3 uova
200g di ricotta (meglio se fresca)
2 cucchiai di pecorino grattugiato
Un cucchiaio di maggiorana fresca
Un cucchiaio di prezzemolo tritato
Un pizzico di noce moscata
Sale e pepe
Pane grattugiato

Preparazione:
Fate cuocere il farro in acqua bollente per circa 40 minuti. Una volta scolato, passatelo nel mixer e riducetelo in purea, quindi salate e pepate. Unite al composto anche tutti gli altri ingredienti e mescolate bene. Fate scaldare il forno a 180°C, nel frattempo imburrate e spolverate con del pane grattugiato una teglia di 24cm di diametro. Versate il composto nella teglia e infornate. Lasciate cuocere per circa 40 minuti e comunque finché la torta non risulta ben dorata. Servite calda o fredda.
Torta di riso
di Pdb

Preparazione:
Base: In un litro di latte (intero) fate bollire per 1/2 cottura 300g di riso arborio. Aggiungerete, poi, 125g di parmigiano grattugiato, tre uova, sale, pepe e solo un tocco di noce moscata. Mescolate bene fate raffreddare, e travasate in una teglia da forno imburrata e cosparsa di pane grattugiato. Lo spessore dovra' essere di un centimetro. Prima di infornare distribuite piccoli fiocchi di burro sulla superficie. Forno a 200°C. Sara' pronta quando al superficie sara' "leopardata", fra il giallo intenso ed il marroncino. Va servita tiepida. Aggiunte: Se vi piacciono i sapori piu' definiti, anche se meno delicati, assieme al parmigiano aggiungete un cucchiaio di cipolle soffritte con olio e rosmarino, oppure 80g di gorgonzola. Ognuna delle tre combinazioni puo' essere contenuta in un timballo sottile di pasta che lasci scoperta la superficie.
Torta di riso salata alla ligure
di TZ

Ingredienti:
Una tazza e mezzo di riso
4 uova
Parmigiano grattugiato (ad libitum)
Mezza cipolla (non avevo in casa ne' cipollini ne' porri)
Farina
Olio
Acqua, sale e pepe

Preparazione:
Lessare il riso e aspettare che si freddi. Sbattere tre uova, unire il parmigiano grattugiato (almeno tre manciate) e mescolare tutto con il riso, aggiustare di sale e pepe. Imbiondire la cipolla tritata grossolanamente in un pochino di olio e unire anche questa, con tanto di olio, al riso. A questo punto accendere il forno elettrico sui 225°C. Impastare farina, olio e acqua (dosi rigorosamente a occhio) e stendere una sfoglia sottile (che si può comprare già fatta) in una teglia unta, facendo in modo che la sfoglia avanzi dal bordo. Punzecchiare la sfoglia e adagiarvi il riso (se l'impasto non si stende bene, aggiungere un goccio di olio o latte allo stesso), formando uno strato di circa 3 cm circa. Rimboccare la sfoglia sul ripieno formando come delle "onde". Sbattere il quarto uovo con un pochino di olio e stenderlo sul riso. Inforno per mezz'ora circa e voila'.. Un'altra variante è: al posto della sfoglia pan grattato (naturalmente con un po' d'olio d'oliva!), nel fondo della teglia e in cima, una volta riempita la teglia.
Torta rustica salata ricotta e spinaci
di Carlojp

Ingredienti:
250g di pasta sfoglia
200g di ricotta
300g di spinaci freschi
5 Uova
70g di grana
Uno spicchio d'aglio
Sale, pepe e olio d'oliva q.b

Preparazione:
Lavare per bene dalla sabbia gli spinaci. Bollirli velocemente in acqua salata in modo che non perdano una brillante tonalita verde. In una padella rosolare in un filo d'olio lo spicchio d'aglio schiacciato. Aggiungerci gli spinaci, salare e pepare a piacere e spadellarli per farli insaporire per bene dell'aglio. Dividere la pasta sfoglia in due e stenderla di 2mm. Con una delle due sfoglie foderare una tortiera del diametro di 18cm. circa. Tritare finemente gli spinaci e mescolarli in una bowl con la ricotta, il grana e un uovo intero. Assaggiare il composto cosi ottenuto, se necessario correggere con del sale e con del pepe e farcire la tortiera precedentemente foderata di pasta sfoglia. Creare nella farcitura quattro cunette nelle quali verranno adagiati i tuorli. Ricoprire la tortiera con l'altra meta' di pasta sfoglia precedentemente stesa e spenellare d'uovo. Cucinare in forno a 160°C per 30-40 minuti circa. Il composto all'interno deve risultare asciutto. Attenzione a servirla: 1)sformatela (dalla tortiera) solo quando sara' intiepidita 2)tagliarla prima in quattro parti, poi a spicchi piu' sottili.
Torta rustica salata ricotta e spinaci II
di Caotica

Ingredienti:
500g di spinaci (possibilmente freschi: quelli sugelati non hanno un gran sapore e non assicurano una gran riuscita)
Un rotolo/foglio di pasta sfoglia surgelata
750g di prosciutto cotto (possibilmente piu`saporito della spalla usata per il classico toast)
500g di ricotta
50g circa di parmigiano grattugiato
Burro (per imburrare la pirofila)
2 uova
Noce moscata
Sale e pepe

Preparazione:
Scongelare la pasta sfoglia e stenderla per bene col mattarello. Poggiarla nella pirofila (possibilmente di cermaica) ben imburrata. Aggiungere l´impasto di ricotta uova sbattute, prosciutto a listarelle, noce moscata grattugiata, parmigiano grattugiato, sale e pepe(a piacere), ben mischiato e ricoprirlo con la rimanente pasta sfoglia. Spennelarlo con l´albume di un uovo e infornare il tutto in un forno gia`prescladato ad una temperatura di 180°C circa per almeno 40 min, controllando di tanto in tanto finche`la crosta sia ben dorata. Lasciare raffeddare e servirlo.
Torta verde
di Teagatta

Ingredienti:
Un rotolo di pasta sfoglia già stesa
Una tazza di riso cotto in metà acqua metà latte con poco sale (deve essere all'onda - va fatto la sera prima)
2 tazze di verdure, già stufate in olio o burro, a scelta tra: zucca e porri/erbette e cipolla/carciofi e scalogni
3 uova
50g di parmigiano
Maggiorana
Sale e pepe

Preparazione:
Mescolare - non nel mixer - versare in un teglia dove avrete messo la sfoglia sulla sua cartaforno. Cuocere a 150°C per 45'.
Tortino di zucca
di Chiaretta_75

Ingredienti:
Pure' di patate (o patate bollite tagliate a fette) q.b. per coprire il fondo di una pirofila
500g di zucca
2 cipollotti
Un porro
Uno spicchio di aglio
Una punta di pepe di cayenna
Un cucchiaio di curry
300ml brodo vegetale
100ml di panna
2 uova

Preparazione:
Distribuire il pure' o le fette di patata bollita sul fondo di una pirofila. Soffriggere in olio lo spicchio di aglio, i cipollotti e il porro a rondelle, aggiungere la zucca in pezzi. Aggiungere il pepe di cayenna, il curry e il brodo. Lasciare sul fuoco moderato (senza coperchio) per 10-15 minuti, distribuire le verdure nella pirofila. Sbattere le uova con la panna (eventualemente sale e pepe) versare sul tortino. Cuocere in forno a 180°C per 30 minuti. Eventualmente decorare con semini di zucca tostati.
Verdure ripiene
di Teagatta

Ingredienti:
Zucchine
Melanzane piccole
Peperoni piccoli
Cipolle medie

Preparazione:
Pulire e tagliare a metà le verdure scottare nell'acqua bollente salata melanzane e cipolle 10', zucchine e peperoni 5', colare bene. Scavare cipolle melanzanee e zucchine, tritare l'interno e mescolare con, per una teglia grande, 200-300g di carne trita (vanno bene anche avanzi d'arrosto o bollito, non il pollo), 3 uova, abbondante formaggio grattugiato, pangrattato ammollato con latte 1 cup, sale pepe maggiorana aglio prezz noce moscata, quello che vuoi. Metti nella teglia oliata le verdure a barchetta e riempile con l'impasto, ricorda che deve essere morbido e più uova metti più viene duro da cotto. Cospargi di pangrattato e olio a filo, 45'in forno normale a 175°C, ventilato a 150°C.
Vitello tonnato
di Silviapd

Ingredienti:
1Kg di girello di vitello (in Brasile va bene il lagarto)
Soluzione di acqua e vino bianco (metà e metà)
Una carota
Una cipolla
Un gambo di sedano
Maionese
Tonno
3 o 4 capperi
Pasta d'acciughe

Preparazione:
Mettere la carne nella pentola a pressione, coprirla con la soluzione di acqua e vino bianco in parti uguali. Aggiungere una manciatina di sale grosso, la carota, il sedano e la cipolla a pezzi. Chiudere e dal fischio far cuocere per 45 minuti. Preparare poi la salsa tonnata frullando un vaso di maionese (se non si ha voglia di farla, quella pronta va benissimo), una scatoletta di tonno, i capperi, un po' di pasta d'acciughe, un pezzetto di carota bollita e uno o due cucchiai di brodo (vedi sopra). Tagliare la carne una volta fredda a fettine sottili (meglio se con l'affettatrice o il coltello elettrico) e cospargerla di salsa.
Zimino di ceci
di Teagatta

Preparazione:
Rosolare 200g a testa di costine di maiale in una grossa pentola, metterci 500g di ceci secchi che avrete messo a bagno in acqua oligominerale 24 ore prima. Aggiungere carota, cipolla, sedano, erbette, pomodoro, porro, zucca o zucchine tagliati a fettine, un dado, sale e pepe. Coprire d'acqua e cuocere lentamente per almeno 3 ore. Servire con pane tostato.
Zwiebelkuchen (torta di cipolle sveva)
di caffenero

Ingredienti:
Pasta Brisee q.b. per una tortiera di circa 30cm di diametro
4/5 cipolle bianche dolci
Un cipollotto (serve principalmente la parte verde per dare colore)
Un pezzettino di burro
2-3 uova
200ml di panna liquida
2 fette spesse di speck
Sale e pepe
Paprika
(Ed ora che é di moda, mezzo cucchiaio di balsamico!)

Preparazione:
Tritare le cipolle e il cipollotto non troppo finemente e cuocere il tutto con un po' di burro fino a che non diventano morbide (se necessario aggiungere un goccio d'acqua). In alternativa si possono mettere le cipolle in un contenitore di vetro per 8 min a 700W nel microonde (consiglio del cuoco della tv). Dopo la cottura le cipolle vanno fatte raffreddare. Tritare lo speck e rosolarlo leggermente. Sbattere le uova con la panna, aggiungere mezzo cucchiaino di paprica, sale e pepe q.b. e infine le cipolle e lo speck. Mescolare il tutto e versare il composto sul fondo di pasta brisee. Cuocere in forno a 200°C per circa 35-40 min.
Frittelle di baccalà
di Bossninja

Preparazione:
Lessa il baccalà come fai di solito, poi lo sgranelli finemente in un piatto eliminando le spine e condisci la polpa con aglio, prezzemolo e pepe. Questa polpa la misceli con farina , lievito di birra, poco sale, acqua, poco olio e la lavori fino a farne una pasta consistente. Lascia lievitare l'impasto per 40 minuti coperto con un canovaccio, quindi manovrandolo con le mani unte di olio ne fai delle frittelline e le friggi in abbondante olio caldo fino che siano ben dorate
Bar (o daurade) in croute de pomme de terre
di Geo 98-99

Preparazione:
Preparare i filetti di daurade o di Bar (2 di circa 800 grs per 4 pers.), lavarli e lasciarli scolare bene. Intanto, si preparano delle patate non troppo grosse (circa 500gr), le sbucci, le lavi e le tagli a fettine fine come per le patatine (con una mandolina si fa in un attimo). Per i conoscitori, la varietà "Nicola" resiste bene alla cottura ed è molto gustosa. Tagliarle con un circo da taglio di 2-3cm (emporte- piece) e farle imbiancare in una pentola con un po' d'olio d'oliva. Le scoli e le lasci raffredare, poi le disponi sopra i filetti di pesce a mo di scaglie. Si passa alla salsa e li scegli tu. Gamberi, granchiolini, gambas, tanto la base è la stessa. Prendiamo i gamberi, fai rosolare un po' di scalogna e le teste dei gamberi schiacciate e lo schiacci con 20 cl di "Fumet" di pesce (visto che hai la carcassa del pesce si puoi anche fare (scalogna e carcassa scelta rosolata e schiaciata con un po' di vino bianco e acqua. Ridurre e passare al cinese (uno scolabrodo fine). Ritorniamo alla salsa, dunque aggiungi tre pomodori tagliati fini e passati al cinese e un po' di dragoncello, sale e pepe (poco che si corregge alla fine della cottura). Lasciare ridurre per 3/4 correggere il sale e pepe e con 30g di burro si fa levare la salsa con una frusta da cucina, please. Torniamo ai nostri filetti di pesce, sale e pepe al gusto poi le fai rosolare in una pentola facendo attenzione quanto li giri (con una spatola larga si riesce bene). Attenti ugualmente a non cuocerlo troppo altrimenti si asciuga troppo. In seguito.... seguito e fine, il montaggio: Mettere il filetto al mezzo del piatto con il lato delle patate di sopra. Intorno al filetto disporre la salsa passa al cinese, i corpi dei gamberi e mettere una o due foglie di cerfoglio sul filetto. Ecco un piatto completo
Carry con piselli
di Geo 98-99

Ingredienti per quattro persone

Preparazione:
Taglia la carne di maiale a dadi (circa 1Kg preso nella coccia meglio) appunto proprio quello che è rimasto nel frigo! Poi triti fine 3 cipolle, in un mortaio schiacci 5 spicchi d'aglio, 3 pizzichi di sale e un pizzico di peppe. In una casseruola metti un po' d'olio d'oliva e fai rosolare la carne per circa 8 minuti a fuoco vivace, aggiungi la tua cippolla e la fai rosolare circa 2 minuti, poi il tuo pesto e un ramino di timo, agguingi un cucchiaino di curcuma ed una punta di pimento uccello pesto (facoltativo). Mischia bene per un minuto, in più triti alla grossa 3 pomodori di tipo "pendolini" e li butti giù mescolando per circa 2 minuti, copri d'acqua fino al livello della carne e lasci cuocere circa 35 minuti a fuoco medio. Dopo ci sono molte varianti, nella verdure che devi aggiungere, patate tagliate in 4, "chouchou" tagliati in 8, piselli veri (in scatola, meglio scolarli bene)... dunque a tua scelta aggiungi la tua verdura scelta dopo 35 minuti e continua a cuocere per circa ancora 15 minuti. Di certo dipende un po' dalla tua scelta ma qual che sia deve rimanere un po' di salsa alla fine della cottura. Approfitta dei tuoi 35 minuti di pausa per lavare 4 bicchieri di riso bianco (l'acqua deve diventare chiara) in un altra casseruola. Poi togli tutta l'acqua e metti 6 bicchieri uguale a quello di prima d'acqua. Mettere su un fuoco medio e lascare cuocere il riso fino a quando non abbia assorbito tutta l'acqua. Ed ecco riuscito il riso alla creole... Per il montaggio, visto che non ho spiegato il modo di fare i "Grains", diciamo che abbiamo fatto un carry con piselli. In una parte metti il valore di un bicchiere di riso in piccolo baratolo tondo e lo volti sul fianco del piatto, nel tuo carry scegli i pezzi di carne e le metti a sinistra accanto ai piselli, a destra un cucchiaio di salsa sui piselli e una foglia di prezzemolo sul riso, pronto... Quando si serve, il riso davanti, la carne a sinistra e i piselli a destra del cliente. Importante! Perchè ecco il modo di mangiare: in un angolo del piatto si fa il suo proprio misto, un po' di riso, un po' di piselli e in altra boccata un pezzo di carne. Ecco il Carry...
Parmigiana alla napoletana
di Stabiae

Preparazione:
Tagli le melenzane in fette orizzontali, le impani in uova e farina e le friggi. Prendi una teglia e prepapara degli strati stile lasagna. Uno strato di melenzane, uno strato di mozzarella (quella DOC dei mercatini italiani magari di bufala anche se poi sara' un po' pesante quindi meglio di mozzarella normale. Non mettere la Santa Lucia altrimenti non viene bene) Un sottile strato di passata di pomodoro (o salsa che fa la differenza) Un po' di parmigiano e poi un altro strato di melenzane etc etc
Spigola ovvero branzino (o l'orata) al sale nel microonde
di Rom27

Preparazione:
Si prenda un pesce di circa 200g, lo si pulisca per bene, si inseriscano dentro al posto delle interiora un po' di odori (prezzemolo, aglio, pochissimo olio e pepe); si copra il pesce completamente con sale fino, fino a costruire un sorta di piccolo sarcofago al pesce. Dopo 8 minuti circa, (forse un po' meno) il pesce è pronto. Si eliminerà l'involucro di sale trasformatosi in una sorta di coccio bianco di sale. Niente cattivi odori, tutto il buono del pesce rimasto custodito nell'involucro. Buon appetito
Coda di rospo ovvero la rana pescatrice (monk fish in english)
di Rom27

Preparazione:
E' un pesce che non ha spine, di ottima qualità, la carne assomiglia a quella dell'aragosta. Mi piace lesso con la maionese. Fatevelo preparare dal pescivendolo eliminando la testa mostruosa, piatta e grande, nonchè irta di strani aculei, altrimenti vi ferireste. Immergetelo in acqua con pomodori, sedano, patate pelate e cuocete. Quando il pesce e' cotto (meglio ben cotto che poco cotto, la parte bianca dell'occhio deve uscire dall'orbita), se vi piace il brodo di pesce separate il pesce dal resto. Filtrate il brodo dal resto delle verdure. Spezzettate la carne del pesce su di un piatto e spalmate la maionese a volontà. E' un pesce di mare e non esiste di acquacultura. Quindi non allevato a mangimi. Meglio
Coda di rospo alla cacciatora
di Dubai

Preparazione:
Metti in padella olio, qualche spicchio di aglio vestito con rametti di rosmarino e peperoncino. Fai colorire un po', aggiungi il rospo tagliato a pezzi, rosola, aggiungi vino bianco, sale e pepe!!! Finisci velocemente la cottura sinche' avrai un bel sughetto biondo in padella (ottimo da mangiare col ..pane). Quando ho tempo tosto o friggo delle fette di pane (pagnotta) e le accompagno a fianco del pesce!
Coda di rospo in forno con patate
di Dubai

Preparazione:
Tagliare le patate a tocchi, mescolarle bene con olio, sale , aglio prezzemolo e rosmarino tritati. Sistemarle nella teglia da forno, spalmare il trito di aromi anche sul rospo (con o senza coda, a piacere...) infilare nella polpa del rospo altri rametti di rosmarino. Irrorare con altro olio ed in forno caldo a rosolare, aggiungere vino bianco e ultimare la cottura!!! Volendo, si puo' fare anche con un bel merluzzo grande!!!!
Steamed fish
di Jakie

Preparazione:
Mettete sul fuoco una pentola con dentro rosmarino, salvia, timo, origano e menta. Poggiateci sopra uno scolapasta (in alternativa carta stagnola forata o stuzzicadenti lunghi a creare una specie di griglia) con dentro il pesce da affumicare, coprite con coperchio e lasciate sul fuoco. Io ho mangiato filetti di sgombro (ma va bene anche tonno, salmone, pesce spada e tutti i pesci a carne rossa) accompagnati con una salsa di fragole: frullate le fragole insieme a olio, sale, pepe e aceto.
Pure' e polpette di lenticchie
di Nnica

Preparazione:
Se trovi le lenticchie rosse, quelle piccoline, puoi fare un ottimo purè. Si cuociono in acqua per 10' e si sfanno da sole. Se poi ti va puoi aggiungere del formaggio da far fondere sopra oppure le appallottoli bene e fai delle polpettine fritte con un po' di ripieno di ciò che preferisci..
Merluzzo con ceci e carciofi
di Ghia

Ingredienti per 4 persone:
800g di filetti di merluzzo o nasello
2 barattoli di ceci già lessati
4 carciofi
5 pomodorini ciliegini
1 limone
1 ciuffo di prezzemolo
3 spicchi d’aglio
2 foglie d’alloro
1 peperoncino
sale e olio quanto basta

Preparazione:
Pulisci i carciofi, leva le foglie dure e la parte interna e tagliali in quattro spicchi. In una ciotola spremi il limone, aggiungi l’acqua e tuffaci gli spicchi dei carciofi. Cuoci i carciofi nell’acqua salata per circa 10 minuti. Nel frattempo, sbuccia gli spicchi d’aglio e falli dorare con un filo d’olio nella padella. Scola i ceci dall’acqua del barattolo, sciacquali in acqua corrente e mettili nella padella con l’aglio, aggiungi anche il peperoncino e i pomodorini tagliati a spicchi. Fai rosolare il tutto per circa 5 minuti. Leva l’aglio e aggiungi una tazza di acqua. Aggiungi anche i carciofi e le foglie di alloro. Aggiusta di sale se serve e copri con un coperchio. Gira ogni tanto con un cucchiaio di legno e cuoci per circa 15 minuti. Se il tutto tende ad asciugarsi troppo aggiungi altra acqua. Disponi i filetti di merluzzo nella padella sopra i ceci e i carciofi e aggiungi il prezzemolo tritato. I filetti cuoceranno con il calore in pochi minuti e dovrai girarli soltanto una volta facendo attenzione a non romperli. A cottura ultimata, disponi i filetti su un piatto da portata e distribuisci sopra i ceci con i carciofi. Il piatto non deve risultare troppo asciutto ma deve mantenere un pochino di brodetto di cottura. Servilo caldo!
Pollo al curry dietetico
di Debs

Ingredienti:
100g di filetto di pollo (o tacchino) tagliato a striscioline
30g di riso basmati (ma va bene anche il patna, oppure orzo, o farro, o il misto 3 cereali)
Piselli (30-50g), oppure peperoni o altra verdura, non legumi (le proteine sono date già dalla carne)
2 cipollotti
2-3 cucchiaini di polvere di curry
2 cucchiaini da caffe' di olio extravergine d'oliva
Sale e pepe
Un wok!

Preparazione:
Lessare i piselli. Nel caso di altra verdura tagliarla a striscioline sottili e non lessare. Tagliare a striscioline il filetto di pollo e metterlo in una ciotola con la polvere di curry (2-3 cucchiaini), mescolare e lasciare lì. Tagliare i cipollotti a fettine sottili e porli nel wok con l'olio. Far dorare ma poco. Versare il pollo nello wok, mescolare mandando la carne sulle pareti dello wok e poi sul fondo, e così via, finché non si cuoce parzialmente. Versare nello wok eventuali altre verdure crude (non i piselli, che vanno aggiunti dopo altrimenti si disfano). Mescolare sempre. Aggiungere i piselli e il riso lessato. Mescolare sempre. Sale, pepe et...voilà. Scoprirete che il sapore e' intenso e gustoso, al pari della ricetta tradizionale, ma questa preparazione è più leggera perché non contiene salse, né latte di cocco, né mango chutney.
Pesce facile
di Teagatta

Preparazione:
Preparare una farcia con 100g di funghi tritati con uno scalogno, sale e pepe, impastarli con 50g di burro e timo. Riempire il pesce con la farcia, legare stretto, rosolare appena in burro o olio, aggiungere pachino o passata fresca. Fare stufare a fuoco lento per 20'. Scolare il pesce, tagliare a pezzi, togliere spago. Deglassare delicatamente il fondo, passare al chinois e nappare il pesce con la salsa.
Pesce affumicato
di Jakie

Preparazione:
Il fuoco deve essere bassissimo. Metto sul fuoco una pentola, fodera il fondo della pentola con carta stagnola con dentro rosmarino, salvia, timo, origano e menta. Poggiateci sopra uno scolapasta (in alternativa carta stagnola forata o stuzzicadenti lunghi a creare una specie di griglia) con dentro il pesce da affumicare, coprite con coperchio e lasciate sul fuoco. Io ho mangiato filetti di sgombro (ma va bene anche tonno, salmone, pesce spada e tutti i pesci a carne rossa) accompagnati con una salsa di fragole: frullate le fragole insieme a olio, sale, pepe e aceto.
Filetti di merluzzo
di Daffodil

Preparazione:
Prendo un bel padellone antiaderente, lo ungo con olio d'oliva, ci schiaffo dentro i filetti congelati, li ricopro di pangrattato, aggiungo fettine d'aglio, e menta, sale, ancora un po' olio. Incoperchio e cuocio sul fornello. Prima della fine della cottura aggiungo una bella spruzzata d'aceto.
Trota
di Daffodil

Preparazione:
Nel pancino metti un bel po' di prezzolo aglio e sale. Poi le metti in una bella padella antiaderente unta d'olio, aggiungi un paio di cucchiaiate d'acqua, incoperchi e cuoci fino a quando l'occhio della trota è venuto fuori (sembra una pallina bianca). Una volta cotta, aprila come un libro e con forchetta e cucchiaio recupera la polpa del pesce. Credo che sia adatta anche ai bambini perchè ha un sapore delicato e la consistenza morbida. Ps: se devo manipolare il pesce indosso i guanti di lattice, e l'odore caratteristico si toglie dalle stoviglie con un po' di candeggina.
Pesce alla she_is_the_dark
di Chiaretta_75

Preparazione:
In forno
Metti nel pancino del malcapitato un pochino di aglio, prezzemolo sale e pepe, nella teglia fai un letto di patate a cubetti e 2-3 fettine di pomodoro, un filo di olio e fai cuocere al forno per 20-25 minuti a 180°C.

In umido (ottimo per i filettini tipo merluzzo)
Fai scaldare un pochino di olio con una mezza cipollina, poi metti i filetti di pesce, aggiungi una scatola di pelati, sale e un pochino di peperoncino e fai andare a fuoco lento fino a che vedi che la salsa si è rappresa e il pesce è cotto
Coniglio alla fiamminga
di Il Pelide

Preparazione:
E' di una semplicità disarmante. Rosoli cipolla abbondante nel burro o olio di tua scelta, poi ci rosoli il coniglio (senza testa né interiora) a pezzi, poi, quando la bestiola è ben dorata, copri con 1/2l di birra, idealmente scura, e q.b. di acqua e aggiungi una fettona di pane abbondantemente spalmata di senape, 2-3 mm. Pepe, sale e 3 foglie d'alloro. Copri e mandi avanti a fuoco lento finché la carne si stacca dalle ossa. Pronto. E resta buono per giorni, purché refrigerato. Si "sposa" con la polenta che è una meraviglia!!
Baccalà mantecato
di Polpettina

Preparazione:
Prendi 600g di baccalà bagnato, fa attenzione di acquistare la parte centrale -la pancia- e lessalo in acqua con una foglia di alloro per 20 minuti (una vera finezza sarebbe quella di cuocerlo a vapore). Scolalo, fallo a pezzetti facendo attenzione di togliere accuratamente pelle, lische, nervetti vari. Fai rosolare i pezzetti in 3 cucchiai di olio extra vergine aromatizzato con 2 spicchi di aglio interi (fai attenzione a non togliere la buccia allo spicchio) poi togli i suddetti spicchi e gettali, e inizia a mantecare il baccalà fino a ridurlo in una massa cremosa. Per fare questo usa un mescolo di legno e mescolando centellina 350g di olio extravergine di sapore delicato come se fosse una maionese, fanne scendere poco alla volta finché si assorbe prima di aggiungerne ancora, facendo questa operazione sul fuoco a fiamma moderata. Spegni il fuoco e finché il tutto è caldo continua a mantecare aggiungendo 200g di panna fresca (non a lunga conservazione, devi usare la panna fresca liquida quella che potenzialmente si usa da montare), quando il baccalà si presenta compatto e cremoso aggiungi per aromatizzare del prezzemolo tritato e del pepe macinato al momento. Far raffreddare e servirlo con crostini di pane e finezza delle finezze, delle sottili fettine di tartufo. Fa attenzione, capirai che è venuto perfetto quando messo sul piatto non ributta l'olio, altrimenti vuol dire che ne hai messo troppo.
Trippa alla romana
di Rom27

Ingredienti per 6 persone:
2Kg di trippa già bollita
Sedano
Cipolla
Carota
Sale
Pepe
Olio
Vino bianco secco
400g di passata di pomodoro
2 bicchieri d’acqua
Dado da brodo vegetale
Menta

Preparazione:
Acquistate 2Kg di trippa già bollita. Lavatela e fatela a pezzi delle dimensioni di grossi e lunghi rigatoni. Preparate un battuto o tritato di sedano, cipolla e carota (almeno mezzo kg) con sale e pepe e fatelo imbiondire con un po' d'olio in un tegame in cui poi verserete la trippa precedentemente ammorbidita da altri 40-50 minuti di ulteriore lessatura. Versata la trippa nel tegame, aggiungete altri 100g di olio di oliva e un bicchiere di vino bianco secco. Fate insaporire la trippa facendo ritirare il vino. Aggiungete 400g di passata di pomodoro, 2 bicchieri d'acqua, un dado da brodo vegetale e la menta di trippa (l'altra menta a Roma è la mentuccia, che serve soprattutto per carciofi e lumache). Fate cuocere il tutto sotto coperchio a fuoco molto moderato (quasi spento!) per un'ora almeno. Se usate una pentola a pressione i tempi di cottura saranno ovviamente molto più ridotti. Buon appetito! Speriamo vi piaccia!
Trippa alla romana II
di Lucigos

Ingredienti:
Olio
Cipolla
Sale
Peperoncino
Aglio
Carote
Sedano
Mentuccia romana
Trippa
Sugo di pomodoro

Preparazione:
Soffriggere olio, cipolla, sale, peperoncino, aglio, carote, sedano e mentuccia romana. Far "sbollentare" in un' altra pentola con acqua calda la trippa. Aggiungere al soffritto il sugo di pomodoro e successivamente la trippa e farla cuocere a fuoco lento. Buon Appetito...
Palombo all'agrodolce
di Hwange

Ingredienti:
2 cipolle
Olio
! Kg di tranci di palombo
1/2 bicchiere d'aceto
1 cucchiaio di zucchero
Pepe
1 cucchiaio di capperetti salati sotto aceto

Preparazione:
Far dorare 2 cipolle, tagliate a fette non molto sottili, in abbondante olio. Far friggere i tranci di palombo in olio, poi sgocciolare ed unirle alla cipolla. Fare insaporire insieme per 5 minuti, ed aggiungere quindi 1/2 bicchiere di aceto in cui è stato diluito 1 cucchiaio di zucchero, pepe, 1 cucchiaio di capperetti salati e sotto aceto. Far cuocere insieme per 8 minuti buoni, scuotendo spesso la padella e rigirando le trance.