Autenticazione

Nickname
Password
Iscriviti a Italiansonline!
Password dimenticata?
Forum Politica & Società

Il forum dedicato alla politica e alla società.
Discussione: Fidel ha muerto

  I messaggi vengono inviati dai rispettivi autori sotto propria e unica responsabilità.
Il forum è moderato. Leggi il regolamento e rispetta la netiquette.



Il Pelide.be
Socio: no

Italians dal:
10/03/2003

29748 messaggi
In altri tempi qui si sarebbe già scatenato un pandemonio.... ;-)

--
"Ogni popolo ha il governo che si merita" (W. Churchill) - E in tutta umiltà io aggiungo: "e l'opposizione che si merita".
28/11/2016 - 17:13 [ Nuovo | Rispondi ]

Forgestein.it
Socio: no

Italians dal:
11/11/2007

253 messaggi
Che Fidel sia morto è un fatto, e non si può mettere in discussione.
Ciò che avrebbe probabilmente provocato un acceso dibattito, sarebbero state le opposte opinioni sul personaggio, ovviamente con molte polemiche e scontri.
Per me questo era il bello delle discussioni.

Ma purtroppo qua non si può esprimere quello che si vuole, e bisogna stare sempre molto attenti a non usare toni che potrebbero essere definiti NON "politicamente corretti". Insomma la scelta sarebbe tra il dire veramente ciò che si pensa, oppure servire una scipita minestra tiepida di parole convenzionali.
Col tempo e la censura la passione si è ammosciata notevolmente, e forse tutti temono di dichiararsi apertamente per una fazione o l'altra.
Non posso non ricordare però che quelli che hanno nostalgia di quegli antichi pandemoni, erano tuttavia i primi ad invocare l'intervento dei moderatori al minimo accenno di passione nelle discussioni.

Basta. Su Fidel dico subito brevemente la mia posizione.
Per me è stato un grandissimo eroe. Ha fatto fare passi da gigante alla sua Cuba, e ne ha aumentato il prestigio nel mondo. Il popolo Cubano lo ha seguito con affetto ed eroismo, ed ha dovuto lavorare controcorrente in tutti questi anni, e lo dovrà fare ancora, a causa di "nazioni canaglia" che hanno decretato l'embargo (cioè una vera guerra fredda economica per strangolare Cuba).

Tra questi oppositori c'è anche la servetta Europa, che non sa più esistere autonomamente.

Fidel è stato costretto ad essere un "dittatore" per poter realizzare la libertà di Cuba, e questa parola, da sola, costituisce l'argomento e l'unico bagaglio di opinioni dei suoi oppositori.

Non solo i posteri lo assolveranno.


--
Questo mondo non va mica bene ! ..
...e noi non dovremmo dargli una mano per farlo andare peggio !
La mia mail é forgestein@libero.it
29/11/2016 - 10:34 [ Nuovo | Rispondi ]

Il Pelide.be
Socio: no

Italians dal:
10/03/2003

29748 messaggi
Risposta al messaggio di Forgestein del 29/11/2016 - 10:34

Ecco, tié, tanto per cambiare mi trovi su posizioni diametralmente opposte. Non starò neanche a dettagliare, non servirebbe a niente. Ormai "quello spirto guerrier ch'entro mi rugge" per dirla col poeta, non è più quello di una volta.
Hasta la libertad y la democracia, siempre.

--
"Ogni popolo ha il governo che si merita" (W. Churchill) - E in tutta umiltà io aggiungo: "e l'opposizione che si merita".
29/11/2016 - 12:22 [ Nuovo | Rispondi ]

Forgestein.it
Socio: no

Italians dal:
11/11/2007

253 messaggi
Risposta al messaggio di Il Pelide del 29/11/2016 - 12:22

Ciao Pelide, sono veramente lieto di sentirti, così potremo forse dar vita insieme ad uno di quei pandemoni di cui senti la mancanza, e forse anche svegliare dal letargo quei tre o quattro ghiri superstiti.

In quanto al tuo spirto guerrier, lascialo dormire. Devi invece risvegliare, se ce l'hai, quello spirto pacato della maieutica. Qui non si tratta di far la guerra, ma tentare di far nascere insieme, col suo aiuto e con i fatti una possibile verità.

Dici che non vuoi dettagliare.
E invece DEVI dettagliare, è il non farlo che non serve a niente.

Dici di essere per la democrazia.
Ma quale democrazia ? La "democrazia" é una parola che tutti "azzeccano" un po' dappertutto.
La RDT di Honecker era democratica, e pure la repubblica di Mao e quella dei nordkoreani.
E chissà quanti altri stati più o meno totalitari si dichiarano democratici.

Tornando a Castro, bisogna inquadrare la sua "rivoluzione" in quel tempo e in quelle zone.
Tutta l'america latina sotto il tallone degli Stati Uniti, dal Cile di Allende, al Venezuela, Panama, Colombia, Bolivia e via dicendo.
Non è un mistero che gli USA abbiano sostenuto, e tuttora sostengano, in tutto il mondo regimi fittizi (cosiddetti democratici) favorevoli ai loro interessi.
Dall'Iraq di Saddam all'Iran dello Sciá , alle repubbiche Africane, ed anche altrove, purchè vi sia qualche miniera da sfruttare o qualche giacimento di petrolio.

In quell'epoca Cuba sotto Batista non era assolutamente niente altro che il parco dei divertimenti degli americani, che tra l'altro già nel passato avevano pretestuosamente invaso la zona di Guantanamo, e aspiravano sicuramente ad impadronirsene (come con Portorico).

Questo è il clima in cui agirono Castro e Guevara. Il ché non è poco.
C'è molto ancora da dire, ma per ora mi fermo qui nel dettagliare.


--
Questo mondo non va mica bene ! ..
...e noi non dovremmo dargli una mano per farlo andare peggio !
La mia mail é forgestein@libero.it
29/11/2016 - 15:30 [ Nuovo | Rispondi ]

Il Pelide.be
Socio: no

Italians dal:
10/03/2003

29748 messaggi
Risposta al messaggio di Forgestein del 29/11/2016 - 15:30

Mi provochi.
Io sono anticomunista giurato da tutta la vita, senza se e senza ma.
Batista e Castro per me sono padella e brace, peste e colera.
Democrazia: governo del popolo, dal popolo e per il popolo. La RDT DICEVA di essere democratica. Da sempre tutti gli stati che mettono le parole "democratica" e "popolare" nel nome non sono né l'una né l'altra cosa.
Non ho molta simpatia per gli USA, ma qui il discorso va molto più in là. Un dittatore è un dittatore, punto e basta. Con tutto quelo che ne consegue, in termini di repressione violenta dei diritti dell'uomo e delle libertà più elementari.
Il resto è romanzo e desinformacija.

--
"Ogni popolo ha il governo che si merita" (W. Churchill) - E in tutta umiltà io aggiungo: "e l'opposizione che si merita".
29/11/2016 - 16:14 [ Nuovo | Rispondi ]

Forgestein.it
Socio: no

Italians dal:
11/11/2007

253 messaggi
Risposta al messaggio di Il Pelide del 29/11/2016 - 16:14

Io ti provocooo ?
Mi dici cosa significa ? Io sto semplicemente intervenendo nella discussione che tu stesso hai iniziato.
È questa forse la provocazione ? Oppure la provocazione è nel merito ?

"Oibò : qui c'è qualcuno che, contrariamente a quel che penso io, osa schierarsi dalla parte di Fidel Castro !"

Veramente non ti capisco.
Mi vuoi far passare per un provocatore ? Ma di cosa o di chi ? Mi sono forse macchiato di lesa maestà, semplicemente esprimendo (o dettagliando, come tu dici) la mia opinione in una discussione creata da te ?

Ma passiamo oltre nel dettagliare.

Sei anticomunista giurato dalla nascita. Padronissimo di esserlo, non sarò certo io ad essere scandalizzato.

Solo ti posso assicurare che Batista non era comunista. E nemmeno Castro lo era. Ma fu costretto a diventarlo per la ragion di stato.

Gli USA imperavano in Cuba tramite il fantoccio Batista, come fanno del resto abitualmente. Impongono la loro democrazia insediando, finanziando ed armando un qualsiasi burattino che esegua ubbidientemente i loro ordini. (Vedi ad es. Pinochet, o Saddam, quando era dalla loro parte).

La rivoluzione di Castro (e Guevara) fu appoggiata da tutta la popolazione, stanca di essere così apertamente oppressa e sfruttata dagli americani. Tranne naturalmente gli scagnozzi del vecchio regime, uomini fidati degli Usa (e della mafia, purtroppo) che prima occupavano posti di privilegio, tutti scappati a Miami a formare il gruppo dei cosiddetti "dissidenti" ma in realtà ansiosi di riprendersi il vecchio potere e di "far di nuovo grande l'America" (come suol dirsi).

Gli USA organizzarono anche uno sbarco armato (baia dei porci) che però fallì grazie all'eroismo dei Cubani (si, proprio del popolo cubano, non del "dittatore" Castro).

Poi misero l'embargo. Per questo Castro fu costretto ad entrare nell'orbita dell'Unione Sovietica, a quel tempo unico baluardo contro la prepotenza degli USA.

Ma non voglio qui continuare a dire cose note a tutti, eccetto te.


--
Questo mondo non va mica bene ! ..
...e noi non dovremmo dargli una mano per farlo andare peggio !
La mia mail é forgestein@libero.it
01/12/2016 - 17:27 [ Nuovo | Rispondi ]

Il Pelide.be
Socio: no

Italians dal:
10/03/2003

29748 messaggi
Risposta al messaggio di Forgestein del 01/12/2016 - 17:27

Non farmi passare per ignorante per favore. La Storia la so come te. Se vuoi veramente irritarmi, col sarcasmo ci riesci molto meglio che con le idee opposte alle mie.
Quando mai mi hai sentito/letto dire che Batista era buono e gli USA sono esenti da colpe anche gravi ? Mai.
Dico solo che, come dicono in Veneto, xè pegio el tacòn del sbrego.

--
"Ogni popolo ha il governo che si merita" (W. Churchill) - E in tutta umiltà io aggiungo: "e l'opposizione che si merita".
02/12/2016 - 11:20 [ Nuovo | Rispondi ]

Forgestein.it
Socio: no

Italians dal:
11/11/2007

253 messaggi
Risposta al messaggio di Il Pelide del 02/12/2016 - 11:20

Ma insomma lo vuoi capire che non mi passa neanche per la mente l'idea di irritarti ?

Non voglio irritare nè te, nè qualsiasi altro.
Perciò mi sono sorpreso molto che tu mi abbia accusato di provocarti. Non vedo come abbia potuto farlo, essendomi solo limitato a partecipare ad una discussione, che tra l'altro avevi creata tu con addirittura il nostalgico commento (mi era parso così) che in altri tempi ci sarebbe stata più partecipazione.

Poi naturalmente può anche capitare che siano gli argomenti a far irritare i partecipanti, ma su questo, come già detto, non posso farci niente.
Odio il politicamente corretto, e devo dire quel che penso liberamente.

In quanto a Fidel rileggendo la tua risposta osservo che metti insieme nello stesso calderone Batista e Castro, e che li odi entrambi, premettendo però che sei anticomunista giurato.

Ma Castro lottò con l'aiuto dei cubani per rovesciare Batista (lui sì autentico dittatore per conto degli USA, e sicuramente NON comunista), perciò se sei contro il dittatore Batista, dovresti essere a favore di Castro, mentre se tu fossi contro Castro (anche lui non nato comunista, ma costretto dall'America a rifugiarsi sotto la protezione sovietica e quindi a dare qualcosa in cambio per avere gli aiuti economici necessari a causa dell'embargo) dovresti essere a favore di Batista.
Quindi in questo caso ho rilevato una contraddizione-

Ho visto in questi giorni in TV l'affetto del popolo Cubano al passaggio delle spoglie di Castro. Li hai visti tu ? Ti sembravano sinceri ? O era una messinscena ?

Confermo la mia opinione su Fidel Castro e Che Guevara. Grandi uomini che hanno lottato per la libertà del popolo seguendo degli ideali.
Per me uomini del calibro di Garibaldi e Mandela, giustamente degni di diventare un mito, come in effetti sono.

Non solo i posteri li assolveranno.


--
Questo mondo non va mica bene ! ..
...e noi non dovremmo dargli una mano per farlo andare peggio !
La mia mail é forgestein@libero.it
02/12/2016 - 13:53 [ Nuovo | Rispondi ]

Il Pelide.be
Socio: no

Italians dal:
10/03/2003

29748 messaggi
Risposta al messaggio di Forgestein del 02/12/2016 - 13:53

Ad Albenga c'è ul Lungomare Che Guevara. Trasferisciti lì, sarai felice, amministrato dalla giunta comunale dei tuoi sogni. Passo e chiudo.

--
"Ogni popolo ha il governo che si merita" (W. Churchill) - E in tutta umiltà io aggiungo: "e l'opposizione che si merita".
04/12/2016 - 13:40 [ Nuovo | Rispondi ]

Forgestein.it
Socio: no

Italians dal:
11/11/2007

253 messaggi
Risposta al messaggio di Il Pelide del 04/12/2016 - 13:40

Ma che razza di consiglio sciocco che dai ! Se questo è il livello degli argomenti che albengano (pardon, albergano) nella tua zucca, concordo pienamente con te che argomentare (o dettagliare) è inutile. E chiudo anche io.

--
Questo mondo non va mica bene ! ..
...e noi non dovremmo dargli una mano per farlo andare peggio !
La mia mail é forgestein@libero.it
07/12/2016 - 12:53 [ Nuovo | Rispondi ]