Autenticazione

Nickname
Password
Iscriviti a Italiansonline!
Password dimenticata?
Forum Vita da italians: esperienze, consigli e domande varie

Fatti di vita vissuta, domande, dubbi, confronti...
Discussione: mutuo da residente estero

  I messaggi vengono inviati dai rispettivi autori sotto propria e unica responsabilità.
Il forum è moderato. Leggi il regolamento e rispetta la netiquette.



troppoccidentale.ae
Socio: no

Italians dal:
29/09/2016

1 messaggi
Salve, mi sto arrovellando il cervello da giorni su un problema sorto in settimana.
Mio marito è residente estero ad Abu Dhabi da piu di un anno e durante l'estate abbiamo iniziato la ricerca d una casa in Italia dove il resto dela famiglia avrebbe avuto la residenza come prima casa, credendo che non ci fosse alcun problema nell'accendere un mutuo. In particolare due consulenti di banca Mediolanum ci avevano anticipato che sarebbe stato tutto semplicissimo e che non dovevamo che trovare casa. Detto fatto.Questo succedeva ad agosto.

La scorsa settimana la stessa consulente ci ha richiamati dicendo che la pratica non era andata a buon fine. PUNTO.

ora tralasciando la casa, noi abbiamo dato una caparra di 20ooo euro che ci darebbe un certo fastidio perdere.

Come possiamo muoverci? conoscete delle banche che eroghino mutui a residenti all'estero?
Non posso credere che in tutti gli Emirati arabi mai nessun Italiano abbia chiesto un mutuo per comprare casa in Italia...

come dovremmo comportarci nei confronti della scarsa professionalita dimostrata da banca mediolanum?

Spero di trovare una qualche risposta in questo forum.
Serena


--
29/09/2016 - 13:34 [ Nuovo | Rispondi ]

Lifeinitaly.it
Socio: no

Italians dal:
10/11/2016

6 messaggi
Risposta al messaggio di troppoccidentale del 29/09/2016 - 13:34

buongiorno serena ,

innanzitutto , avere un mutuo, per un italiano residente all'estero, non è assolutamente impossibile , piuttosto non tutti coloro che se ne occupano, sono all'altezza di questo compito - io personalmente sono attivo in questa specifica da diversi anni - qui trova alcuni miei clienti (a cui puo' scrivere !) [Link]

poi per quanto riguarda i 20.000- sarebbe importante sapere cosa è scritto nel compromesso , e magari vedere se si possono ottenere i 20k indietro, oppure prolungare i termini - in modo da ottenere il mutuo -

Di norma , in questi tempi di scarse compravendite , i venditori sono piu' inclini ad allungare i tempi di chiusura di una vendita , piuttosto che a vedersi trascinati in una causa , che - con le tempistiche dei tribunali italiani - rischia di presentare parcelle onerose e tempi biblici .

Ugo , by Lifeinitaly.it

--
10/11/2016 - 08:47 [ Nuovo | Rispondi ]

erre2008.us
Socio: no

Italians dal:
19/05/2008

25 messaggi
Risposta al messaggio di troppoccidentale del 29/09/2016 - 13:34

A prescindere dall'erogazione del mutuo hai considerato le conseguenze fiscali? Tuo marito essendo residente negli Emirati ed iscritto all'AIRE è soggetto ad imposizione negli Emirati in base alla convenzione contro la doppia imposizione, quindi di fatto non paga tasse essendo le tasse ad Abu Dhabi pari a zero. Per essere considerato residente all'estero ai fini fiscali NON deve avere domicilio e/o legami familiari in Italia. Se acquistate un'abitazione come prima casa è chiaro che la famiglia è residente in Italia quindi dovrà pagare le tasse in Italia.

--
13/11/2016 - 05:58 [ Nuovo | Rispondi ]

Lifeinitaly.it
Socio: no

Italians dal:
10/11/2016

6 messaggi
Risposta al messaggio di erre2008 del 13/11/2016 - 05:58

Ogni Italiano che lavora all'estero, rimane cittadino italiano , ed è pertanto iscritto d'ufficio all AIRE ( anagrafe Italiani Residenti all'estero ) , come tale , acquisterà la casa in Italia usufruendo delle agevolazioni prima casa ( se è la sua prima casa in Italia ) , ed usufruendo della normativa internazionale sulla doppia imposizione , pagherà , in ogni paese , le tasse sul reddito che percepisce , in quel paese - Come tale , in Dubai - giusta normativa vigente - non pagherà , ed in Italia , se non raggiunge il minimo tassabile , pagherà l'IMU se affitta la casa acquistata .

--
13/11/2016 - 16:30 [ Nuovo | Rispondi ]

ppm1949.my
Socio: no

Italians dal:
12/08/2009

2 messaggi
Risposta al messaggio di troppoccidentale del 29/09/2016 - 13:34

Anch'io volevo comprare una casa in Italia, pur essendo residente all'estero e iscritto all'Aire.
Ho scoperto che, non resistendo in Italia, non posso aprire un conto in banca e che nessuna Banca offre un mutuo ad i n non res u dente.


--
13/02/2017 - 04:09 [ Nuovo | Rispondi ]

Lifeinitaly.it
Socio: no

Italians dal:
10/11/2016

6 messaggi
Risposta al messaggio di ppm1949 del 13/02/2017 - 04:09

nulla di piu' errato ! Tu puoi aprire un conto in qualsiasi banca Italiana - perche' prima che AIRE sei Italiano !



--
21/02/2017 - 15:37 [ Nuovo | Rispondi ]

casadome.de
Socio: no

Italians dal:
02/03/2017

1 messaggi
Risposta al messaggio di Lifeinitaly del 21/02/2017 - 15:37

Buona sera, mi sono appena iscritto su questo portale, ed e´la prima cosa che leggo.
Dunque, non e´ vero che da italiano residente all'estero puoi aprire un conto in qualsiasi banca. Io lo posso dire di propria esperienza; ho girato una decina di banche prima che ne ho trovata una (credem banca ) che alla fine mi ha aperto un conto.
Me l'avrebbero fatto subito tutte le banche il conto-corrente se sul conto arrivasse la mia pensione. capito i furbetti?

--
02/03/2017 - 20:04 [ Nuovo | Rispondi ]

Lifeinitaly.it
Socio: no

Italians dal:
10/11/2016

6 messaggi
Risposta al messaggio di casadome del 02/03/2017 - 20:04

Strano ... io non ho mai problemi a far aprire i conti bancari , a tutti gli italiani che me lo chiedono , è sufficiente il codice fiscale ed eventualmente un certificato di nascita -
E devo dire , con tutta onestà , che anche per la maggior parte dei non Italiani , aprire un conto corrente , in una banca italiana , se si dispone del codice fiscale , è abbastanza facile .

Ma attenzione , qui si parla di conti correnti che permettono di pagare fino alla concorrenza dei denari depositati in essi .

Se invece si chiede di poter avere una carta di credito , azione che corrisponde in pratica ad un affidamento bancario , cioe' poter spendere denari che NON sono nel conto , allora convengo con Lei , per avere un affidamento è necessario avere una garanzia di rientro nelle passività , cosi' create - appunto , almeno il deposito di una pensione .

--
03/03/2017 - 14:45 [ Nuovo | Rispondi ]