Autenticazione

Nickname
Password
Iscriviti a Italiansonline!
Password dimenticata?
IOLBlog

Toscana: terra d'eccellenza
di baldina

Le città, la cultura, i vini, i cibi ma soprattutto la voglia di essere unici.

LA LEGGENDA DEL GALLO NERO

Scritto da baldina il 08/01/2009

C'erauna volta…
Quando le Repubbliche di Firenze e di Siena si combattevano nel lontano Medio Evo, sul territorio che le separava, c’erano sempre dispute.
Si prese la decisione di definire i confini con un metodo piuttosto originale.
All’alba due cavalieri sarebbero partiti, uno da Firenze, l’altro da Siena e il momento di partenza l’avrebbe deciso il canto del gallo e il loro incontro avrebbe determinato i confini e la proprietà del Chianti.
I senesi scelsero un gallo bianco, i fiorentini preferirono un gallo nero.
Il gallo nero dei fiorentini fu tenuto al buio per diversi giorni e fu alimentato con pochissimo cibo.
Il giorno “ics”, appena rimesso in libertà, il gallo cominciò a “cantare” (forse strillava?) a tutto volume anche se l’alba era ancora lontana.
Il cavaliere fiorentino ebbe la possibilità di partire in tempi anticipati rispetto a quello senese.
Il cavaliere senese, invece, partì con il canto “regolare” del gallo bianco ed incontrò il cavaliere fiorentino a solo 12 chilometri da Siena, a Fonterutoli.
Il luogo d’incontro definì, quindi, l’area del Chianti che passò sotto l’egida di Firenze e il Gallo Nero fu rappresentato come simbolo del territorio e della Lega del Chianti.
La lega aveva compiti amministrativi e di difesa del territorio
Una D.O.P. ante litteram?
Quando alla metà del sedicesimo secolo il, Vasari fu chiamato a ristrutturare Palazzo Vecchio, istoriò, nel Salone del Cinquecento, il gallo nero, proprio per il suo significato politico.


Ultima modifica: 08/01/2009



Questo articolo è stato votato da 8 lettori e ha una media voto di 8,62.

Commenti a questo articolo:
Fonterutoli :Già conosciuto in epoca etrusca e successivamente in epoca romana con il toponimo "Fons Rutolae" e "Fons Rutilant" fu considerato come punto di sosta e ristoro per chi viaggiava tra Firenze e Siena.)
I vini di Fonterutoli sono veramente ottimi, ogni anno ne facciamo una bella scorta ;-)
si può visitare il vecchio borgo e le cantine
la storia [Link]

Scritto da mawi il 08/01/2009 13:25
Questa è storia, ma ce n'é un'altra di storie di rivalità fra senesi e fiorentini. É quella della torre del mangia in piazza del campo a Siena. Si dice che l'orologio della torre si era rotto e lo fecero riparare a un fiorentino, che per campanilismo o per altro lo riparò, ma lo allentò un po troppo, ed ebbe a dire ai senesi che il mangia a mezzogiorno sarebbe venuto in piazza. Difatti quando l'orologio toccó le 12 la campana si staccò e venne in piazza. Ma credo sia solo una leggenda.

Scritto da mauben il 26/08/2009 00:41