Autenticazione

Nickname
Password
Iscriviti a Italiansonline!
Password dimenticata?
IOLBlog

Ma quale Transiberiana?
di Babuska109

Dal finestrino del mio viaggio

Caro gestore del b&b di Gallipoli...

Scritto da babuska109 il 04/09/2011


Caro gestore del B&B,


grazie per avermi fatto alloggiare nella camera piú sontuosa del Palazzo:

superba, l'ex salone delle feste. Me l'avevi promesso, ed era vero. C'erano

pure gli affreschi del '600, un po' sbiaditi dalla candeggina della Simona, ma

si vedevano ancora gli uccelli. Chiaro che in tale sfarzo, è da scemi perder

tempo a dormire: mica potevi saperlo che era per quello che venivo. Sennó me

l'avresti detto che i negozi sotto stanno aperti fino all'alba. Che poi se di

notte mi veniva voglia di lenticchie, me le potevo comprare. Magari il gelataio

lo potresti informare che quello con cui romba intorno all'isolato non è un

fuoristrada a 3 ruote. E comunque anche a me garba "I feel good", soprattutto

se mi scuote da un incubo, ma che me la faccia sentire tutta, non solo l'urlo!

La seconda notte c'era troppa luna, e allora ho sprangato ogni finestra.

Cosicché la stanza s'è trasformata in una sauna -con volte a stella - perché

fuori c'erano 38°C e le vecchie mura di cui vai giustamente fiero si son fatte

forno. Siccome però noi la pizza l'avevamo mangiata, abbiamo deciso di

accendere il condizionatore, il quale ci ha soffiato addosso generose correnti

di frescura. Solo che noi a letto respiriamo, e alle 2 non c'era più

l'ossigeno. Fa niente, più che altro pensavo ai bambini, ma poi gli abbiamo

puntato contro il ventilatore, che tanto la cervicale colpisce solo i vecchi.

Pure la terrazza era spettacolare, sui tetti bianchi di Gallipoli. Hai detto

potevamo usarla per mangiarvi, infatti ci abbiamo fritto anche le uova: bastava

aprirle dopo le 11 sul pavimento. Una sera mio padre s'è portato la torcia e ha

trovato il divanetto. Come s'è seduto, il rattan ha ceduto e lui si è un poco

spaccato il cranio: lo dico sempre che deve dimagrire.

Grazie tante, e perdona la curiosità di stile sui coltelli di plastica a

colazione... dopo ho capito.

Infine, scusa se abbiamo messo in bagno il Cristo che vibrava sopra le nostre

teste, non è questione di ateismo, è lui che ce l'ha chiesto.







Questo articolo è stato votato da 2 lettori e ha una media voto di 9.