Autenticazione

Nickname
Password
Iscriviti a Italiansonline!
Password dimenticata?
IOLBlog

Ma quale Transiberiana?
di Babuska109

Dal finestrino del mio viaggio

Nina che sali le scale

Scritto da babuska109 il 20/11/2011


Nina che sali le scale, un altro mattino, come ieri e domani.
Nina che lavi perterra, che di crema ti riempi le mani.
Nina che cercavi un segreto, nell'ovvio di ogni tuo giorno: Nina in perenne sospeso, tra l'andata ed il ritorno.

Nina che sali le scale, che svuoti le buste in cucina. Nina che ti guardi allo specchio, che hai gli occhi di una bambina.
Eppure il vivere trascorso, nel vago di una speranza,
i sogni son dolci ricordi, rimasti nella tua stanza.

Nina che sali le scale, che hai portato i bambini a scuola. Nina che immagini il mondo, che sorseggi un caff da sola.
Nina che ora hai capito, che ormai nessuno ti sfotte, che la storia nient'altro che questo, dal risveglio aspettare la notte.

Nina che piangi nel letto, quando lui ormai non ti ascolta. Nina che l'amore passato, forse per l'ultima volta.
Nina che hai capito che il senso, solo questo seguitare, il sole che cala sui tetti, se pur non l'hai visto brillare.

Nina che sali le scale, che alla TV tutto acqua passata; Nina che se ora non va, domani un'altra giornata.
Nina ti vedi su una spiaggia, seduta a guardare il mare, l'eterno che sempre ha saputo, quel che hai messo una vita a imparare.
Nina che non vuoi pi pensare, che vorresti correre forte, forte fino a rischiare, finch la corsa si mischia alla morte.

Nina che ti lasci carezzare, come fosse il soffio del vento; che hai carpito il ritmo alle onde, il loro inerte movimento.
E adesso sei via, lontano, ove non vi domande, e non fa pi male,
Nina che ti viene da ridere, stavolta, in mezzo alle scale.




Ultima modifica: 21/11/2011



Questo articolo stato votato da 5 lettori e ha una media voto di 10.

Commenti a questo articolo:
Ma "nina"... sarai mica TU?! ~ ;O)

Scritto da tamarro il 20/11/2011 22:00
Carissima,
ti leggo spesso e con molto piacere.
Quella che a te appare arroganza è solo timidezza.
Dopo il messaggio di oggi però ho deciso di fare un'eccezione.

Ti avevo mandato il mio numero di cellulare per vederci e se vuoi lo rimando ma privatamente.
Non lavoro più al Viktualienmarkt ma non sarà difficile trovarci.

Fra i tuoi stimatori sento di essere in buona compagnia visti i commenti e i voti.
Di nuovo, non ti sentire offesa per le poche parole di stima che invece cresce con il numero dei tuoi scritti.

Un abbraccio, dp


Scritto da danilele il 30/11/2011 21:22
grazie caro, sei gentilissimo. Non me l'aspettavo questa risposta cosí carina e generosa, ma non ho mai pensato che fossi arrogante, questo proprio no.
E comunque qui, caro Daniele, é dura per chi scrive, ormai lo devo dire: questa landa é piuttosto deserta... e arida. Peccato :-(

Scritto da babuska109 il 01/12/2011 22:12
Senti mandami il tuo numero di cell. per posta privata.
Io vorrei tanto vederti.
Non ho tantissimo tempo ma neppure poco.
E poi abitiamo la stessa città.
Un abbraccio e a presto,
dp

Scritto da danilele il 05/12/2011 19:51