Autenticazione

Nickname
Password
Iscriviti a Italiansonline!
Password dimenticata?
IOLBlog

Benvenuti nel Nord
di barbamamma77

Guida pratica per italiani nelle Fiandre francesi

reimmatricolare l'auto italiana in Francia

Scritto da barbamamma77 il 14/04/2011

Trasferendosi per periodi lunghi è opportuno reimmatricolare la vettura con targa francese per due motivi molto pratici:
- con targa italiana l’assicurazione estera non vi farà alcuna polizza
- con targa italiana ma residenza estera l’assicurazione italiana non vi potrà riassicurare.
Ci sono anche coloro che non informano la compagnia assicuratrice italiana della nuova residenza estera, mantegono la targa italiana e lasciano tutto com’è. Coloro possono avere problemi in caso di sinistro, qualora la compagnia italiana si accorga che non hanno correttamente informato del cambio di residenza e quindi prendere ciò a pretesto legale per non pagare il sinistro o farlo parzialmente.



La reimmatricolazione vettura con targa francese può essere fatta velocemente e senza mal di pancia burocratici se fate i passi corretti e vi procurate i giusti documenti.
Anzittutto dove ottenere il duplicato del certificato Eurococ oppure la sua copia conforme da chiedere in motorizzazione civile.

I passi da fare sono due:

1) andate al bureau des impots di vostra competenza per ottenere il quitus fiscal. Questo documento è rilasciato gratuitamente e serve alla prefettura per controllare che l'auto sia regolarmente registrata in Francia a livello fiscale (pagamento dell'iva)
A tal fine bisogna presentarsi con copia della fattura di acquisto dell'auto con il prezzo iva inclusa, copia dei documenti dell'auto (certificato proprietà, libretto circolazione, eurococ o copia conforme) e copia di un documento personale oltre ad un giustificativo di domicilio in Francia (bolletta luce, gas o telefono).

Se la vostra auto ha più di due anni di vita dovete fare un controllo tecnico da un garagista convenzionato, e il foglio del controllo andrà portato in prefettura.

2) secondo passo, il più importante è presentarsi presso la prefettura di competenza e presentare gli originali dei documenti riportati sopra, nonchè il quitus. e il formulario Cerfa n°13750*.
La prefettura vi calcolerà una cifra da pagare che solitamente varia da 150 a 500 euro a seconda della cilindrata della vostra auto, ed una volta pagata provvederà a rilasciarvi una carte grise provvisoria (quella originale vi arriverà tempo pochi giorni al vostro domicilio per posta ). Il libretto di circolazione e il certificato di proprietà vi sono ritirati dalla prefettura, fatene una copia per voi, e chiedete di avere un documento in cui vi certificano che hanno ritirato tali originali (vi può essere utile ma non è fondamentale per la pratica di radiazione da fare in consolato, come poi vi spiegherò in un successivo post).

Potete fare la pratica anche per via postale ma io consiglio di andarci di persona. Potete delegare anche altra persona, con una procuration (delega) ed un vostro documento in copia.

Con la vostra carte grise provvisoria andate da un garagista e vi fate applicare le targhe francesi al costo di circa 20 euro. Tenere le targhe italiane perchè dovete riconsegnarle al Pra Aci di persona o a mezzo consolare.

Finita la parte francese dovete completare la radiazione in Italia, o riconsegnando le targhe al Pra italiano di persona o tramite Consolato.

In questo ultimo caso prendete appuntamento.

In Francia le assicurazioni costano molto meno (io pago la metà) e il bollo auto non esiste. Già in un anno avete quindi recuperato la spesa di reimmatricolazione auto.

----------------------

Prefettura di Lille:


· 12/14 rue Jean Sans Peur
59039 LILLE CEDEX
Téléphone : 03 20 30 59 59
Télécopie : 03 20 57 08 02
Site internet : [Link]
Horaires d'ouverture
Du Lundi au Jeudi : 08h30 - 11h30 et 13h30 - 16h00
Le Vendredi : 08h30 - 11h30 et 13h30 - 15h30






------------------------------
Esempio di Procuration


Procuration
(avec présentation de pièce d’identité en cours de validité du démandeur et du mandatarie)






Je soussignée : nome cognome
Adresse:


Donne mandat à: delegato
Adresse:


Pour effectuer en mes lieu et place, les formalités et opérations relatives à demander le Quitus fiscal de ma volture (marca), et l’autorise à retirer mon quitus fiscal.


Fait à (lieu), le (date)


[Link]




Questo articolo è stato votato da 0 lettori e ha una media voto di 0.